Palermo, ufficio cimiteriale chiuso per sanificazione: salme in attesa - Live Sicilia

Palermo, ufficio cimiteriale chiuso per sanificazione: salme in attesa

Lo scorso 9 dicembre è anche arrivata una ordinanza di sfratto dei locali
IL CAOS
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – “È ancora caos all’ufficio impianti cimiteriali di via Lincoln a Palermo. A seguito di un caso covid l’ufficio è chiuso da venerdì fino a data da destinarsi“. A dichiararlo sono il capogruppo della Lega a Palermo, Igor Gelarda

“Bisogna attendere la santificazione dei locali da parte di Reset. Ad oggi la santificazione non è avvenuta e le salme in attesa di essere tumulate sono già 34, tutte persone decedute tra Natale e Santo Stefano“.

“Nel frattempo – hanno continuato i componenti del carroccio – però sui locali di via Lincoln pende una ordinanza di sgombro datata 9 dicembre. Una ordinanza rimasta inattuata, perché gli uffici degli impianti cimiteriali hanno continuato a funzionare. Tutto questo nell’attesa che gli uffici trovino una nuova collocazione, probabilmente allo Stato civile, presso gli uffici dell’assessore di fronte la Stazione. Assessore, che sta continuando a mettere tutta la sua buona volontà, che evidentemente non basta nell’affrontare un problema così complesso e ormai datato come questo. Caos totale dunque anche sul versante amministrativo, che si somma alle centinaia di bare ancora vergognosamente in attesa al deposito dei Rotoli. E, per le quali, con un emendamento della Lega in finanziaria, sono in arrivo due milioni di euro da parte del governo nazionale che permetteranno – hanno concluso Gelarda e Pitarresi -, appena il progetto del comune diventerà esecutivo, di dare una degna sepoltura a tutte le bare al momento a deposito“.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Questa gente dovrebbe essere mandata a zappare

    E forse nemmeno buoni per quello sarebbero!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *