Più grande, più moderno e sicuro |L'aeroporto di Palermo cambia look - Live Sicilia

Più grande, più moderno e sicuro |L’aeroporto di Palermo cambia look

Al via i lavori di ammodernamento del terminal passeggeri. Un investimento complessivo di 72 milioni

Punta Raisi
di
15 Commenti Condividi

PALERMO – Sono stati inaugurati all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo i lavori di adeguamento sismico e di ristrutturazione del terminal passeggeri: si tratta del progetto complessivo di quasi 72 milioni di euro. L’investimento per questa prima fase si aggira attorno ai 48 milioni, tutti fondi Gesap, la società di gestione dell’aeroporto, che per queste opere non ha avuto aiuti o contributi né dallo Stato né dalla Regione siciliana.

I lavori sono stati inaugurati alla presenza del ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli e del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dei vertici di Enac ed Enav, di Assaeroporti. Gli interventi riguarderanno l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in.

Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Sarà ammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. L’intervento avrà un impatto positivo sull’area commerciale, che crescerà del 42%: le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci.

Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo per almeno 5 milioni di euro all’anno. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 a fine intervento, mentre la superficie commerciale passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati. Il terminal passeggeri sarà ampliato sia verso il mare (land side) sia verso il piazzale aeromobili (air side). Sarà costruito un avancorpo e un impianto fotovoltaico di oltre duemila metri quadrati che produrrà 487 kWh. I contrasti cromatici, il concept grafico, l’interior design che faranno parte del progetto di ristrutturazione del terminal prenderanno spunto dalle caratteristiche naturali della Sicilia: il sole, il mare e l’architettura Arabo-Normanna del tessuto urbano palermitano, nonché della vivacità del folklore dei mercati storici di Palermo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    Ma, dico, se l’aeroporto e’ compreso nel comune di Cinisi, che c’entra il sindaco di Palermo che non manca occasione per stare sempre in prima fila?

    CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO 41,3337%
    COMUNE DI PALERMO 31,5487%
    COMUNE DI CINISI 2,9219%
    Hai capito perchè , campione ?

    Ma lui ha il “dono” dell’ubiquità!

    Perché è l’azionista di maggioranza! In ogni caso l’aeroporto non lo hanno fatto lì perché serviva alla citta di Cinisi, che dici?

    sarà perchè il socio di maggioranza di Gesap è il comune di Palermo?

    Il comune di Palermo e’ il socio di maggioranza dell ‘aereoporto e quindi la presenza del sindaco e’ corretta. Prima di fare commenti inutili documentatevi

    Giusto sicuramente Palermo necessita di un aeroporto sicuro e moderno. Poi se il passeggero ho turista che sia si gode il panorama dei cumuli di monnezza per venire in citta e’ irrilevante,anzi e uno spettacolo da godersi. Pertanto il sig. Sindaco si metta in prima fila risolvendo questa annosa vergogna. La persona pulita si vede dalle scarpe.

    Ottimo futuro per il Falcone Borsellino ottimamente gestito da gesap, ma qualche soldino non si poteva pure spendere per creare una strada alternativa per arrivare in aereoporto? Basta anche un piccolo tamponamento in autostrada che si formano file chilometriche che spesso fanno perdere l’aereo.

    Caro sig. @ Brasile, meglio studiare prima di sentenziare…Pur di dare addosso al sindaco, cosa non si fa…

    Passeggero ho turista????Ma prima di criticare studia la grammatica!!!

    pare, da fonti ISTAT, che Palermo abbia avuto il più forte aumento di turisti dell’anno, sia italiani che stranieri! Ne hai saputo qualcosa caro Francesco??
    Evidntemente i turisti sono più obbiettivi di molti di voi che pur di criticare Orlando fanno finta di non vedere e capire! Vi ricordate cosa era Palermo ai tempi di Cammarata?? Orlando ha ripreso le partecipate che non esistevano se non per accumulare debiti.
    tanto deve essere ancora fatto, sopratutto far capire che la pulizia della città, a questo punto, dipende dall’educazione dei cittadini.

    Molto bene gli investimenti su Punta Raisi con i proventi dello stesso aeroporto.

    Per il bene della Sicilia ora aspettiamo buone notizie anche dal fronte dell’aeroporto di Trapani affinché sia posto in condizioni di potere ritrovare quel milione e mezzo di passeggeri che oggi non arrivano più in quell’aeroporto e che, naturalmente e legittimamente, appartengono al suo bacino di utenza.

    il futuro degli aeroporti passa sempre dalla quantità di rotte presentate (senza scalo) alla qualità del servizio a terra e infine dai collegamenti da e per la città

    Ottimo. Possiamo pensare a ridurre il costo dei parcheggi ? Se parti per una settimana il parcheggio ti può costare più del volo low cost!!!! Non è assurdo?

    Organizzati meglio e prendi una navetta od un trenino per quella volta l’anno che parti per una settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *