"Ho bevuto una birra, poi ho perso i sensi e lei mi ha rubato tutto"

“Ho bevuto una birra, ho perso i sensi e lei mi ha rubato tutto”

Una ragazza di 20 anni avrebbe messo un potente sonnifero nella bottiglia
0 Commenti Condividi

PALERMO – Lei ha 20 anni, lui più di 65. L’anziano si era invaghito della giovane donna che lo avrebbe rapinato dopo averlo stordito con un potente sonnifero.

La ventenne è stata fermata stamani dai carabinieri su disposizione della procura della Repubblica di Palermo. È stata denunciata dai figli dell’anziano, che una volta risvegliatosi ha confermato le ipotesi degli investigatori.

I militari hanno raccolto la sua testimonianza e l’hanno girata al procuratore aggiunto Ennio Petrigni e al sostituto Enrico Bologna. Ha raccontato che ormai da tempo andavano avanti gli incontri con la ragazza. Incontri sessuali a pagamento. Oltre al denaro le faceva spesso regali e le aveva anche affittato un’abitazione nei pressi della stazione centrale e non lontano dalla farmacia dove la donna fermata è stata filmata mentre usciva dopo avere comprato il medicinale. In casa dell’anziano è stato trovato lo scontrino.

Il 27 agosto scorso, così ha raccontato, lei lo aveva raggiunto nella sua abitazione nella zona di via Perpignano. Gli aveva detto di andare a comprare delle birre. Ed è proprio dopo averne consumato una bottiglia che l’uomo è caduto in un sonno profondo. Ha riferito di avere perso i sensi. I figli lo hanno trovato ancora stordito. Mancavano poco più di 2.600 euro, tra i soldi che aveva in tasca e quelli custoditi in cassaforte.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *