"Rifiuti davanti la scuola| tolti grazie a un genitore" - Live Sicilia

“Rifiuti davanti la scuola| tolti grazie a un genitore”

"Ci siamo organizzati insieme ad un genitore per rimuovere i rifiuti davanti la scuola elementare Collegio di Maria al Capo, nell’omonimo vicolo".

PRIMA CIRCOSCRIZIONE, zacco
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – “Chi ha un ruolo politico a tutti i livelli, ha il dovere di dare risposte concrete al territorio ed ai cittadini e non limitarsi a dire cosa è che non va o di chi è la colpa – dice in una nota il Vice Presidente della Prima Circoscrizione Ottavio Zacco – per questo ci siamo organizzati insieme ad un genitore per rimuovere i rifiuti davanti la scuola elementare Collegio di Maria al Capo, nell’omonimo vicolo. Da circa un anno e mezzo, infatti, proprio davanti l’ingresso della scuola elementare c’era una montagna di sfabbricidi che addirittura ostacolava il passaggio pedonale dei bambini, per non parlare del fatto che faceva da calamita per i rifiuti ingombranti, che settimanalmente la Rap con grande disponibilità e professionalità ritirava. Da oggi tutto è stato bonificato, e i rifiuti restano solo un brutto ricordo per i bambini. Dopo un anno e mezzo di richieste, solleciti e passaggi di competenza tra un ufficio comunale ed un altro, finalmente la segreteria dell’assessore all’Ambiente ha comunicato che non ci sono appalti per rimuovere sfrabbricidi, né tantomeno è previsto nel contratto di servizio con la Rap, quindi a Palermo questi tipi di rifiuti non saranno rimossi, almeno in tempi brevi. E’ incredibile che una città come Palermo non sia prevista la rimozione di questi rifiuti, per come è altrettanto incredibile che ci sia gente che getta rifiuti o sfabbricidi per strada, addirittura davanti una scuola elementare. Ho ritenuto necessario intervenire perché non possiamo aspettare la burocrazia o l’inefficienza di qualcuno, e fare vivere i bambini in mezzo ai rifiuti, anche perché c’è il rischio che crescano pensando che sia corretto e normale gettare i rifiuti per strada, e grazie ad un genitore Gaetano Spitalieri, titolare di una impresa, che ha messo a disposizione i mezzi e la manodopera, che abbiamo potuto effettuare la bonifica, addossandomi le spese della discarica io. Mi auguro che questo serva da esempio per molti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
3 Commenti Condividi

Commenti

    Un plauso al signor Zacco. Adesso io mi aspetto che prenda in considerazione, visto che Comune e Rap sono rimasti sordi ad ogni sollecitazione, come poter ripulire Cortile Papireto e via Filippone, dove la situazione è analoga a quella che lei descrive per l’inciviltà dei residenti nel quartiere. Le ricordo che anche qui 120 bambini del Capo vengono ospitati giornalmente per il doposcuola ed attività ludiche.Il riscatto passa anche attraverso queste attenzioni.La signora Aurora ringrazia anticipatamente,sicura che lei farà quanto in suo potere.

    Cortile Papireto, Via Filippone e Vicolo della Ronda, la situazione è diversa, nel senso che i rifiuti possono essere rimossi dalla RAP, e a tal proposito ho effettuato un sopralluogo con il Responsabile di zona giovedì scorso.

    Grazie a quanti hanno contribuito per la rimozione di questi detriti che ostacolavano
    l’accesso al vicolo colleggio di maria al capo, ogni volta che passavo per via San Gregorio,avevo tanto desiderio di percorrere quel vicolo, che negli anni 60-70 era molto popolato,bambini che giocavano, e mamme che lavavano il bucato davanti le loro case.Ricordo con nostalgia le famiglie che lo abitavano, mia nonna maruzza Geraci la famiglia Giacalone,la famiglia Zarcone,don giacomino il calzolio,la famiglia Cannatella,e tante altre famiglie, eravamo una grande famiglia,c’era molto rispetto,e sicuramente si viveve meglio.grazie di cuore a chi mi ha permesso di sognare ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.