Sentenza vieta candidatura |ex amministratori Racalmuto - Live Sicilia

Sentenza vieta candidatura |ex amministratori Racalmuto

La sentenza arriva dalla prima sezione civile del tribunale di Agrigento dopo che ad indicarli come non candidabili in precedenza era stato il ministero degli Interni.

NELL'AGRIGENTINO
di
0 Commenti Condividi

RACALMUTO (AG) – I giudici della prima sezione civile del tribunale di Agrigento, presidente Luciana Razete e relatore Marco Salvatori – hanno dichiarato la non candidabilità dell’ex sindaco di Racalmuto Salvatore Petrotto, dell’ex presidente del consiglio comunale Salvatore Milioto, dell’ex assessore ai Lavori pubblici Luigi Di Naro e dell’ex consigliere comunale Concetta Alfano Burruano.

Ad indicarli come non candidabili era stato, dopo lo scioglimento del consiglio comunale di Racalmuto per infiltrazioni mafiose, il ministero degli Interni. I giudici non hanno invece dichiarato l’incandidabilità, anche se era stata indicata dal ministero, per gli ex consiglieri Calogero Campanella e Giovanni Barravecchia.

I tre non potranno candidarsi, per una tornata elettorale, non soltanto alle comunali, ma nemmeno alle provinciali, regionali o nazionali. Lo scioglimento del consiglio comunale di Racalmuto, lo scorso mese di aprile ha portato alla guida del Comune, per 18 mesi, una commissione prefettizia.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.