Terminato lo spoil system |Ecco le nomine al Bilancio - Live Sicilia

Terminato lo spoil system |Ecco le nomine al Bilancio

Si completa l'assetto organizzativo dell'amministrazione Orlando con le ultime nomine firmate dal sindaco nella giunta di questa mattina.

COMUNE DI PALERMO
di
11 Commenti Condividi

Si completa il piano dell’organico dirigenziale del comune di Palermo. Con i provvedimenti firmati questa mattina che riguardano l’area Bilancio, Risorse e Tributi, il Sindaco Leoluca Orlando conclude lo spoil system dell’amministrazione all’indomani delle sue elezioni.

Oltre all’assunzione ad interim della nomina di dirigente del Servizio Gestione Impianti Cimiteriali del Capo di Gabinetto Gabriele Marchese, gli altri dirigenti nominati per l’assessorato di Ugo Marchetti sono: Roberto Raineri, Giuseppina Taffaro, Clara Baffi, Carmela Di Leo, Stefano Puleo, Patrizia Milisenda, Salvatore Incrapera, Carmela Agnello, Leonardo Brucato, Roberto Pulizzi, Maria Anna Fiasconaro, Dario Gristina, Alfredo Milani.

La nomina del direttore generale resta al momento in capo a Fabrizio Dall’Acqua, anche se il sindaco potrebbe riserbarsi di nominarne uno più avanti. Il più quotato potrebbe essere il commercialista Luciano Abbonato: ex direttore generale del comune di Caltanissetta era stato designato assessore da Orlando alle comunali del 2007.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Mi sembra che sia rimasto fuori qualcuno. Forse l’unico che non è salito sul carro della Santuzza. Speriamo che tra qualche tempo non dovremo fare l’acchianata di monte pellegrino per San Leo.

    Forza Leolua vai avanti il popolo e’ con te. Non deluderLo.

    …ma che articolo e’? E le deleghe quali sono?

    Non E’ un articolo, forse e’ un titolo ?!

    Mi sbaglio ma alfredo milani era quel dirigente che faceva lo sconto sulla spazzatura. mi scuso se non e la stessa persona ma se fosse lui certo che Ollanno sceglie molto bene i suoi compagni di avventura. Meno male che critica Lombardo.

    … e adesso le nomine delle partecipate; visto che con il decreto legge “spending review” i CdA devono essere composti da tre persone di cui due scelte tra i dipendenti dell’ente controllante, almeno due consiglieri A TITOLO GRATUITO dovranno essere dipendenti del Comune (resterà ‘libera’ soltanto la scelta del presidente).

    Il Comune ha tante Posizioni Organizzative, che potrebbero essere papabili per la gratuita nomina; ma soprattutto ha 25 (credo siano 25) Alte Professionalità, e sarebbe il caso che soprattutto queste ultime siano valorizzate con i gratuiti incarichi di Consigliere.

    Con 25 Alte Professionalità si possono comporre più di 12 CdA con Presidente esterno … dovrebbero bastare!

    @luna per completezza di cose Milani non ha fatto solo sconti sulla spazzatura, ma ha pure subito un provvedimento restrittivo. E’ stato arrestato.
    Non so poi il prosieguo della sua vicenda giudiziaria.

    Il Sig. Sindaco, che parla tanto di crescita del volume produttivo del settore pubblico, in termini di efficienza, dovrebbe introdurre un metodo innovativo nella gestione della macchina comunale.
    Il pubblico impiego è stato da sempre basato su logiche di appartenenza e non di competenza (aldilà di quelle poche figure veramente indispensabili).
    La politica e il sindacato hanno spadroneggiato organizzando e inciuciando tutto.
    Il buon Orlando sta impastando le carte, sta sostituendo ad un vecchio sistema, uno nuovo.
    Questo è una operazione che tutto sommato può avere una logica, in quanto “se permettete il Sindaco sono io e siccome devo far funzionare le cose, ai posti cardini ci metto i miei uomini”.
    Esiste una scheda di valutazione per tutti i dipendenti, che i vari Dirigenti stilano ogni quattro mesi.
    Attualmente viene compilata a seconda del grado di sottomissione. che il singolo lavoratore. riesce a mantenere, quindi servilismo, iscrizione a questo invece che a quel sindacato e via discorrendo (chiedere a qualunque dipendente comunale per avere conferme).
    Se i Dirigenti sono nominati dalla politica, capirete bene che è un SISTEMA.
    Se Leoluca Orlando vuole dimostrare di essere al di sopra delle parti, allora inserisca la valutazione dei Dirigenti, da parte dei loro sottoposti.
    A questo punto i vari Dirigenti non potranno più comportarsi da despoti, ma lavorare veramente, secondo i criteri di equità e trasparenza, cercando di far funzionare il proprio gruppo, sapendo che il gruppo sarà chi dovrà valutarlo. Si comportino da veri signori, occupandosi veramente della mission dell0intero gruppo.
    SIG: ORLANDO DIMOSTRI DI ESSERE INNOVATIVO.

    @ Monica. grazie monica per avermi dato la comferma . Complimenti Ollanno finalmente si tornera al vecchio sistema del RISPARMIO.

    Pochi commenti, e nessuno positivo … mi sa tanto che i delusi sono molti!

    Non è che mi aspettassi qualcosa di diverso, e più volte l’ho scritto tra queste pagine, a costo di apparire un “cammaratiano”, cosa che non sono, come non sono “orlandiano”.

    Soluzioni facili non ce ne sono, soldi nemmeno, e quindi si deve tirare avanti come si può; però almeno l’umiltà di evitare proclami si dovrebbe avere, anche perchè poi è impossibile mantenerli.

    Agli occhi del cittadino fa poca differenza promettere 1.000.000 di posti di lavoro o la rivoluzione al Comune di Palermo; conta di più realizzare quanto promesso, poco o tanto che sia, oggi la serietà è la cosa migliore.

    E non mi pare che in giro ce ne sia tanta, soprattutto tra i politici di lungo corso … e (si spera) di breve futuro (politicamente parlando).

    Prima di parlare informatevi bene. Orlando non può scegliere i Dirigenti, i Dirigenti sono lì perché hanno vinto in passato un concorso. Si può solo scegliere cosa fargli fare…. E Orlando questo lo sa benissimo….

    @sergio @luna @ monica: ma quale concorso? a titoli!!! e 8 dirigenti tecnici sono stati destituiti dal TAR proprio perchè NON HANNO FATTO UN CONCORSO! sono passati solo per titoli! la storia poi del dr milani è acqua passata e non c’era la legge brunetta, ma per completezza quando gli agenti lo hanno arrestato e era in caserma, qualcuno aveva timbrato per lui il cartellino delle presenze in ragioneria/tributi……. ma ora, sentite bene…. se un dipendente timbra anche solo di un minuto in meno la pausa di 30 minuti, perde 5,29 di buono pasto. i dirigenti, vanno o non vanno in ufficio di pomeriggio (sono senza badge e si autocertificano e fanno inserire la timbratura dalle segretarie) prendono il buono pasto tutti i santi giorni…… chi dicciiiii, nun mi dire nente….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *