Tremestieri, scoppia il caso Pd |Il circolo: "Di Stefano imposto" - Live Sicilia

Tremestieri, scoppia il caso Pd |Il circolo: “Di Stefano imposto”

Dopo l'esclusione della lista dei democratici, interviene la segretaria del circolo Centro storico, Rosalia Pulitano. "La volontà del circolo non era quella di appoggiare Di Stefano". E sull'esclusione: "Chi ha sbagliato, si assuma le proprie responsabilità".

verso le amministrative
di
0 Commenti Condividi

TREMESTIERI – “Chi ha sbagliato si assuma le proprie responsabilità. Si è consumata una pagina poco edificante della politica etnea”. Queste le parole di Rosalia Pulitano, segretaria del circolo PD centro di Tremestieri Etneo. ll circolo PD centro di Tremestieri Etneo, costituito in data 13 gennaio 2013 con un Congresso Straordinario, non ha nulla a che fare con gli errori commessi che hanno portato alla mancata presentazione della lista PD a Tremestieri Etneo.

La segretaria del circolo, Rosalia Pulitano, ribadisce come la “volontà del circolo non era quella di appoggiare Di Stefano poichè la candidatura di quest’ultimo era stata perseguita dal partito a livello provinciale, ma mai avallata dal nostro circolo locale perché era e rappresentava una linea di continuità con il passato”

Motivo? “Ribadiamo da tempo di non voler avere rapporti con soggetti legati alle amministrazioni passate di Tremestieri. Alla luce di questo il nostro circolo ha deciso di non accettare l’invito ufficiale inviato dalla segreteria provinciale del partito, con il quale si chiedeva di accogliere e integrare nel PD locale nuovi soggetti tesserati. Tra questi il candidato sindaco Sebastiano Di Stefano, tesserato last minute e legato in passato ad esperienze politiche diametralmente opposte” “Non intendevamo, già prima degli ultimi risvolti, avallare la scelta di appoggiare un nuovo arrivato, per di più legato alle passate amministrazioni tremestieresi.

Prendiamo atto che il partito aveva comunque scelto una linea politica che non rappresenta quella tenuta per tanti anni dal nostro circolo” dichiara il segretario Pulitano. “All’interno del circolo erano nati inoltre molti malumori in seguito alla scelta del PD Provinciale di dare il simbolo ad un candidato sindaco che aveva, prima del colpo di scena, all’interno delle proprie liste tanti personaggi che in passato hanno amministrato il Comune.

Proprio per questo tanti militanti attivi nella nostra sezione hanno restituito la tessera, altri non intendono rinnovarla e diversi si sono già allontanati, scegliendo di proseguire il proprio impegno politico in altri percorsi civici, all’insegna del vero rinnovamento e di una coerenza etica e morale imprescindibile”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *