Ucraina, parte da Baucina un container di aiuti umanitari - Live Sicilia

Ucraina, parte da Baucina un container di aiuti umanitari

L'iniziativa ha coinvolto tutta la comunità, il trasporto curato dalle aziende del luogo
PROVINCIA DI PALERMO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Parte da Baucina un intero container di aiuti umanitari per l’Ucraina. La corsa alla solidarietà nella comunità in provincia di Palermo è iniziata pochi giorni dopo lo scoppio del conflitto e ha portato a riempire 22 pedane piene di vestiti, cibi a lunga scadenza, prodotti medicali e bevande. I doni sono stati caricati e adesso il carico è partito verso la Polonia dove si tiene la prima accoglienza dei profughi ucraini.

A donare il viaggio sono tre aziende del posto la Brt, Baucina Recycling Tyres Srl, impresa attiva nel riciclo di pneumatici fuori uso e la Baucina Eco Service Transport Srl che si occupa di logistica e trasporti e l’impresa edile Tecno proget.

Da sx, Salvatore Lo Cascio, Fortunato Basile, Pietro Porcaro

L’iniziativa #BaucinaperlUcraina  è stata lanciata dall’associazione “Il Presepe Meccanico di Baucina”, guidata da Salvatore Lo Cascio. “L’intenzione – ha spiegato il giovane baucinese – è quella di aiutare una popolazione in grave difficoltà”.

E’ iniziata così, la missione di raccogliere viveri, medicine e dispositivi di prima necessità. Il resto è frutto della generosità della comunità baucinese, poco meno di duemila abitanti. Velocemente è partito il tam tam sui social network e in tanti hanno risposto all’appello. I locali della Confraternita di Santa Fortunata, partner dell’iniziativa, si sono così riempiti di coperte, cibi a lunga conservazione, pannolini, medicinali e presidi medici. In quest’ultimo caso importante è stata la collaborazione del Rotary EClub Colonne d’Ercole che ha raccolto medicinali presso le farmacie e parafarmacie di Palermo. Molti farmaci sono stati acquistati con i contributi economici dei baucinesi. Collaborazione è arrivata anche dall’associazione “Sapere per costruire” e dalle istituzioni scolastiche locali.

Poi è nato il problema logistico a cui hanno prontamente risposto Best, Brt e Tecno proget con l’adesione all’iniziativa dell’amministratore delegato delle tre società Pietro Porcaro. “Abbiamo subito condiviso l’iniziativa e messo a disposizione quello che serviva per la realizzazione del trasporto – racconta Porcaro –  crediamo fortemente nel ruolo sociale dell’impresa – aggiunge – e per questo abbiamo sentito il dovere di fare la nostra parte”. Le società hanno così messo a disposizione della causa automezzi, container, autisti per poter affrontare il viaggio di circa 1800 chilometri.

Il team che porterà gli aiuti in Polonia prima della partenza

Collaborazione all’iniziativa comunitaria anche dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Fortunato Basile che ha creato i contatti ufficiali in Polonia attraverso ambasciate e consolati. “Di fronte a tutto quello che è stato realizzato in così poco tempo – commenta il sindaco Basile – non posso che dirmi che essere orgoglioso di appartenere a una comunità così solidale e coesa. Baucina non è nuova a queste dimostrazioni di straordinaria empatia. Quest’ultima iniziativa per l’Ucraina è l’ennesima prova di una grande attenzione sociale e umana”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *