Tavolini nell'edificio comunale| Una denuncia a piazza Magione - Live Sicilia

Tavolini nell’edificio comunale| Una denuncia a piazza Magione

Giuseppe Faia, venditore ambulante di 28 anni è andato su tutte le furie ed ha minacciato gli agenti con un martello: non voleva che la sua merce, sedie e tavolini, nascosti in un palazzo di proprietà del Comune, venissero sequestrati.

Palermo, i controlli nella zona della movida
di
30 Commenti Condividi

PALERMO – Un immobile del Comune utilizzato come deposito di ombrelloni, sedie, tavolini e bibite. Succede anche questo a piazza Magione, regno dell’abusivismo in cui le forze dell’ordine hanno effettuato, per la quinta giornata di seguito, un Controllo Integrato del Territorio che stavolta ha portato alla denuncia a piede libero di un venditore ambulante. Si tratta di Giuseppe Faia, 28 anni, corso verso il portone d’ingresso del Collegio la Sapienza, dove la polizia stava accertando l’esistenza di un vero e proprio magazzino per la merce, per evitare il sequestro.

Ha rivendicato la proprietà di quanto custodito all’interno ed ha raccontato che, visti i frequenti controlli nella zona, aveva preferito nascondere elettrodomestici e frigoriferi in quel palazzo. Insomma, l’immobile era stato considerato il nascondiglio perfetto. Nel dettaglio, la polizia ha trovato 48 sedie, 3 ombrelloni, 22 tavoli, una graticola di ferro, tre banco frigoriferi, una friggitrice a gas, 90 bottiglie di birra, 4 bottiglie di vino, 17 lattine, confezioni di patatine e popcorn: tutto l’occorrente per un’attività presumibilmente abusiva, quotidianamente contrastata dall’intervento delle forze dell’ordine che due giorni fa hanno anche individuato allacci abusivi alla rete elettrica pubblica.

Di fronte alla possibilità del sequestro preventivo da parte della polizia, il giovane è andato su tutte le furie: momenti di tensione si sono verificati con gli agenti di fronte ai quali ha impugnato un martello. La denuncia è così scattata per minacce a pubblico ufficiale, porto di armi od arnesi atti ad offendere, occupazione abusiva di immobile. a merce e le bevande sono state sequestrate.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

30 Commenti Condividi

Commenti

    Signor Sindaco faccia controllare meglio gli immobili di proprietà del Comune! Altrimenti finiscono nella disponibilità di questi abusivi. Non aspettiamo sempre che intervenga la Polizia!

    con le multe non si conclude nulla…non pagheranno mai e continueranno a delinquere…solo il sequestro di merce e attrezzature puo’ fargli capire che la legge va rispettata!

    ASPETTAVA IL SINDACO PER FARE UN TOCCO DI BIRRA!!!!! HA HA HA HA HA HA HA

    SEQUESTRATE TUTTO!!! SEMPRE!!!
    OGGI, DOMANI, DOPODOMANI e PER TRE MESI DI FILA.
    FURGONI, MERCE, TAVOLINI, SEDIE e TUTTO QUELLO CHE OCCUPA IL SUOLO PUBBLICO.
    BAAAAAAAAAAAAAAAAASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

    Vai avanti sindaco. Sembrano stupidaggini ma questo abusivismo e l’anticamera di altra illegalità. la città è di tutti, non di pochi personaggi spesso controllati dalla criminalità.

    chi non a peccati scagli la prima pietra dedicato a tutti coloro che rispettano la legge è sono per la legalità almeno cosi dicono

    Finalmente un po’ di serenità grazie a tutti

    Quello che dovrebbe essere la normalità sembra un fatto eccezionale. Si torna a vivere con decenza

    Bene così. Da troppo tempo si invocava un intervento per ripristinare la legalità. Vediamo se adesso la capiscono.

    Allora fate sapere al signor sindaco che va avanti un passo e indietro tre: oggi pomeriggio sotto i portici in via Ruggero Settimo c’erano 2 file di bancarelle delle solite schifezze e i pedoni non potevano nemmeno passare. UNO SCHIFO INDECENTE!!! Vergogna chi dovrebbe controllare e dovrebbe farlo in tutta la cittá, non solo dove interessa al sindaco per pubblicizzare interventi sporadici. Vergogna.

    E ora questi controlli ci vorrebbero allo Zen1 e allo Zen2,egregia Signora Questore di Palermo faccia subito ghettizzare lo Zen 2 cioè per ghettizzare intendo dire dica ai suoi agenti di Polizia di fare controlli in borghese in quei luoghi strutturali-Edili-urbanistici-architettonici(box interrati,box seminterrati,box semplici,garage,scantinati nelle strade dello Zen 1 e dello Zen2)osservando come scrivono spesso nei trafiletti di cronaca(del Giornale di Sicilia)eventuali possibili ed ipotetici viavai sospetti di persone sospette in direzione,nelle vicinanze,e in prossimità dei vari box semplici,box interrati,box seminterrati,scantinati e nei Garage che ricadono nelle strade dello Zen 1 e dello Zen 2 alla ricerca di eventuali,possibili e ipotetiche armi da fuoco,droga e merce provento di ricettazione nascoste illegalmente,tipo per esempio via Fausto Coppi,via Costante Girardengo,via Agesia di Siracusa,via Gino Zappa,via Vito Muciaccia,via De Gobbis,via Rocky Marciano,via Einaudi(le vie famose in negativo dello Zen per motivi di criminalità e cronaca tramite i mezzi stampa),e inoltre ci tengo a ricordarvi che nel Capodanno di fine il 2009 ed inizio 2010 lessi nel Giornale di Sicilia che in via Agesia di Siracusa la proprietaria di una Panda la trovò perforata da ben 12 colpi di una pistola calibro 9 Parabellum,e ricordo a tutti che una pistola calibro 9 parabellum è una arma da Guerra quindi non reperibile neanche con il porto d’armi in una armeria,e il 6 Giugno di quest’anno una persona di 24 anni è stato arrestato per armi e droga in via Rocky Marciano e questo è il link http://www.palermotoday.it/cronaca/zen-arresto-droga-armi-6-giugno-2014.html,e l’ 8 Maggio del 2010 la Polizia scoprì un arsenale in un garage ubicato in via Agesia di Siracusa e questo è il link di quest’ultimo fatto di cronaca che ho annoverato http://questure.poliziadistato.it/Palermo/articolo-6-370-9863-1.htm

    AHAHAHAHA , CHE SPIRITOSO!!!MA CHE TE LE SOGNI LA NOTTE LE BATTUTE?

    E ORA A P.ZZA SAN DOMENIOCO A BLOCCARE AUTO, MOTO E LAPINI

    Nessuna pietà, nessuna pietà. Una società civile si base su delle regole. Chi non è in grado di capire merita questo trattamento.

    Serenità?? se sei di li ancora non sai bene quelle ce vi aspettera ma secondo me ci sara’ il ritorno in modalita’ rambo questa volta! ahahaha

    Mafioso ci sei tu, e non noi che ci guadagnamo da vivere anche abusivamente per poter sfamare i nostri figli!!! e non mi dite che devo andarmi a cercare il lavoro perche lavoro non c’e ne anzi se qualcuno ne ha uno da offrirmi e non per 600 euro si faccia avanti!

    @Liliana
    Non t’illudere: oggi pomeriggio via Ruggero Settimo pareva un suk di cover, gioielli di vetro, cappellini e spine elettriche. Tutto su file di bancarelle indisturbate. INDISTURBATE DALLE FARZE DEL DISORDINE.

    Quelli delle bancarelle al Massimo e in via Ruggero Settimo non l’hanno capita: sono tutti lí, nel “proprio” pezzo del nostro (ex nostro) centro cittá.

    Io sono per la legge e anche per l’italiano

    Il lavoro c’è eccome, come te lo spieghi che qui c’è un sacco di gente che lavora? Sai fare un mestiere che non sia arrostire carne alla brace? Bene, fallo. Non lo sai fare? Impara. Non vuoi nemmeno imparare?

    P.S: C’è gente laureata e/o che sa fare un mestiere che fa lavori da 600 euro al mese, se non meno. Facciamo pure gli schizzinosi adesso?

    Da tempo seguo i vostri aggiornamenti e spesso leggo commenti nei quali gli abusivi minacciano di tornare a rubare e spacciare. Lo scrivono serenamente come se fosse normale. Per questa gente è normale fare il venditore abusivo o in alternativa è normale spacciare o, ancora, è normale rubare. In alcuni casi minacciano perfino i nuovi residenti. E’ ovvio che in zona c’è un grosso problema culturale. Saranno questi i frutti di decenni di assoluta noncuranza? C’è ancora spazio per intervenire o i “nuovi” residenti sono realmente a rischio?

    @anonimo
    E quando vai negli ospedali non paghi ticket, se devi affrontare un processo penale non paghi l’avvocato perché ti spetta il patrocinio gratuito, dichiarazione dei redditi non ne fai e perció pago tutto io per te, che peró rifiuteresti un lavoro onesto pagato 600€.
    Se non é mafia questa…

    nesli85 forse voleva fare una battuta spiritosa…ma ne è venuta una disgustosa.

    per “anonimo”; mi sembra appartenere alla schiera di quelli che “..u stato ma v’ha dare a casa…u stato ma v’ha campare…”. Concordo con “Quozca” e “Senzaparole”.

    Per non parlare di Mondello… giovedì sera un “tappeto” ininterrotto di bancarelle di chincaglieria ed altre schifezze, mentre la gente faticava a passeggiare nel ridottissimo corridoio lasciato libero (poco distante una discreta e silenziosa pattuglia di vigili guardava chissà dove…).

    @anonimo

    Sostanzialmente lei sta dicendo che le hanno offerto un lavoro, lei si è fatto i conti e ha deciso di rifiutare e continuare a vivere nella sua illegalità perchè 600 euro erano pochi per lei.
    Lei ha fatto benissimo a rifiutare: in un lavoro vero quando uno paga lo stipendio in cambio pretende risultati altrimenti manda via subito il primo giorno.
    Mi associo al suo appello: se qualcuno ha da offrire un lavoro finto (tanti soldi e tanto, tanto, tanto tempo libero) ad anonimo non sia timido e si faccia avanti, altrimenti lui sarà obbligato a continuare a vivere nell’illegalità per colpa di un destino avverso.

    ci sono alcuni che parlano di legalita ,stato di diritto-parlano della mafia illegale assocciando i disoccupati-i senza tetti,gli abusivi e tutti quelli che soffrono il disagio sociale creata dalla legalita di mafia di stato-se questi anziche prendersela con i loro eroi politici perche e probabile che li fanno stare bene e quindi non hanno il mal di pancia-dicono chi sta male economicamente che sono dei delinquenti ,dei furbi,o addirittura dei mafiosi-nella vita non si puo dire mai-ma se avete la pancia piena voi chissa se un giorno i vostri figli si ritroverranno anche loro con la pancia vuota e i vostri aMATI POLITICI NON DARANNO RISPOSTE ………………..

    Gli anziani dicevano: Roma non si è costruita in un solo giorno! E noi in un solo giorno pretendiamo che si risolvano tutti i problemi? A parte la battuta, un risultato è stato ottenuto e ritengo sia ormai chiaro il messaggio secondo il quale, se le Forze dell’Ordine Statali e Locali agiscono congiuntamente l’illegalità scompare. Stiamo assistendo proprio a tutto ciò e visti i risultati lusinghieri, ritengo che per i cittadini sia doveroso concedere fiducia alle Forze dell’Ordine. Molti adesso diranno e allora perché siamo arrivati a questo punto, etc. etc., ma io preferisco vedere il bicchiere mezzo pieno e incoraggio quanti, in uniforme, combattono l’illegalità. Sono un’inguaribile ottimista? Il tempo ci darà risposta. Avanti così e se è possibile, non so se dipende dal Prefetto, dal Questore o dal Sindaco, create un solo numero unico per tutte le emergenze, gratuito e facile da ricordare. Per esempio 100.

    Dopo il commento anonimo mi sono convinto ancora di più: AVANTI A TUTTA FORZA CONTRO LE SANGUISUGHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *