Il cameraman morto in Spagna | I pm: "Mario Biondo è stato ucciso" - Live Sicilia

Il cameraman morto in Spagna | I pm: “Mario Biondo è stato ucciso”

"Omicidio volontario con l'aggravante della premeditazione" è il reato ipotizzato dai magistrati palermitani. Il fascicolo è a carico di ignoti. Caccia al colpevole. Il cadavere del cameraman sarà riesumato a dicembre.

POSSIBILE SVOLTA
di
7 Commenti Condividi

PALERMO – Omicidio volontario. Con l’aggravante della premeditazione. Il fascicolo sulla morte di Mario Biondo non è più iscritto senza notizia di reato. L’ipotesi c’è ed è di quelle per le quali si rischia una condanna all’ergastolo.

Secondo la Procura di Palermo, il cameraman palermitano, che si era trasferito in Spagna, sarebbe stato ammazzato. E per trovare conferme il prossimo 16 dicembre la salma sarà riesumata. Toccherà al medico legale Paolo Procaccianti accertare “la causa del decesso, i mezzi che l’hanno prodotto al fine di procedere alla indivuiduazione di tutte le tracce e gli elementi finalizzati a verificare che la morte non sia derivata da una condotta di suicidio ma sia stata cagionata volontariamente da parte di soggetti terzi”. Così si legge nell’atto con cui il procuratore Francesco Messineo, l’aggiunto Maurizio Scalia e il sostituto Calogero Ferrara hanno disposto la riesumazione del cadavere sepolto a Palermo.

Oggi più che mai non convince l’ipotesi del suicidio con cui l’autorità giudiziaria di Madrid ha chiuso il caso. All’ispezione cadaverica saranno presenti i parenti di Mario Bondo: padre, madre, un fratello e una sorella che non hanno mai creduto al suicidio e si sono affidati all’avvocato Toni Palazzotto per gridarlo con forza. Tra le parti offese figura anche la moglie, Raquel Sanchez Silva. Inevitabile, però, che si scaverà anche e non solo nella vita della famosa conduttrice televisiva per trovare le risposte investigative.

Il giovane cameraman palermitano è deceduto cinque mesi fa. I carabinieri del Reparto territoriale del comando provinciale di Palermo hanno raccolto la denuncia dei familiari della vittima. Da qui l’apertura dell’inchiesta a Palermo che al momento resta a carico di ignoti, ma con un’ipotesi di reato inquietante.

Biondo viene trovato senza vita il 30 maggio in un bell’appartamento della capitale spagnola. La moglie, Raquel Sanchez Ilva, famosa conduttrice televisiva spagnola, cerca di contattarlo, senza successo, al telefono. E chiede alla domestica di andare a controllare in casa. La colf trova Mario impiccato in salone. Ha una pashmina di seta legata al collo e fissata ad una libreria. Nei familiari nascondo i primi dubbi. Mario è in piedi, con le ginocchia leggermente piegate. Non è la tipica posizione di un morto suicida. E poi, perché mai avrebbe dovuto togliersi la vita nel momento in cui la stessa gli stava riservando gratificazione professionale e personale.

Mario Biondo aveva lavorato come cameraman per l’Isola dei famosi, prima in Italia e poi per la versione spagnola del reality show. Durante le riprese in Honduras aveva conosciuto Raquel, sposata pochi mesi dopo a Taormina. Prima di morire la grande notizia: gli era stata affidata la regia di un programma per Telecinco. Era al settimo cielo e voleva condividere la gioia con i familiari che avevano già acquistato i biglietti per volare in Spagna a luglio scorso.

La notte del decesso Mario aveva chattato con i fratelli fino alle 24, 06. La morte viene collocata intorno alle 4 del mattino. “Qualcuno in quella casa ha fatto del male a Mario”, continua a ripetere il padre Giuseppe.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Molto spiacente…Spero che la giustizia farà il suo corso!!!

    Questo è il primo tassello. La verità emergerà con forza e spero che i colpevoli paghino. E’ incredibile come l’autorita spagnola abbia chiuso il caso in termini così rapidi. Spero ceh emrag tutta la verità. Eventuali connivenze anche da parte di persone insospettabili ed influenti dovranno essere punite. Un caro abbraccio alla mamma di Mario.
    Lillo B.

    Mario era una splendida persona.Non si è per niente ucciso,la cosa grave è che la sua memoria viene infangata.Ma io non credo ad una sola parola di quello che altri dicono.Io so con certezza che Mario era una persona serena,non era assolutamente instabile o depresso,anzi sprizzava gioia da tutti i pori e specialmente nel suo ultimo periodo di vita che tutto gli andava dritto e liscio che motivo aveva di suicidarsi?Dietro ci stanno dei colpevoli veramente.Un augurio alla famiglia Biondo

    e sicuramente l’ultimo prestigioso incarico centra con la sua morte….. chissà….. che questa mamma presto abbia giustizia!

    Sono un collega di mario dell’isola non ho mai creduto al suicidio anche perche’ se io ho 50 anni e due divorzi e non mi e’mai passato per la mente il gesto estremo non vedo come un ragazzo giovane simpatico e con buone possibilita posso minimamente pensarlo spero che la verita venga fuori e che possa riposare in pace ciao mario

    da quando ho appreso la notizia e l’ho abbinata a persone che conosco molto bene….sogno e aspiro alla verità, totale unica e sola!!!!

    Perché vogliono infangare Mario hanno ucciso spero che prenderanno il colpevole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *