"Carte false per il Buono spesa": 29 indagati, multe per 40 mila euro

“Carte false per il Buono spesa”: 29 indagati, multe per 40 mila euro

Controlli a Campofiorito, Prizzi e Bisacquino
NEL PALERMITANO
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Avrebbero fatto carte false per incassare il “buono spesa” senza averne diritto. I finanzieri di Corleone hanno denunciato 29 persone a Campofiorito, Prizzi e Bisacquino.

Il buono riservato alle famiglie indigenti si ottiene presentando un’autocertificazione al Comune di residenza in cui si dichiara di non godere di altri benefici.

Circostanza falsa nei ventinove casi scoperti. I reati contestati sono indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato e falso in atto pubblico.

Adesso dovranno restituire 13.560 già percepiti e subiranno sanzioni per oltre 40 mila euro.

“L’attività di servizio conferma il ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di Finanza – si legge in una nota – a contrasto delle condotte tenute da coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate a favore di persone e famiglie che si trovano effettivamente in condizioni di disagio”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Proprio come una coppia che qualche anno fa per un certo periodo di tempo arrivava nei pressi di una nota parrocchia in centro a Palermo con una grossa Bmw che parcheggiava a debita distanza, si cambiava gli abiti in macchina per sembrare indigente e si andava a ritirare nei locali attigui la chiesa le buste della spesa fornite dal Banco Alimentare togliendole magari a famiglie che ne avevano veramente bisogno. In Italia non si contano coloro che approfittano impropriamente di bonus e prestazioni assistenziali….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *