Pasqua amara per l'Akragas | La Casertana cala il poker - Live Sicilia

Pasqua amara per l’Akragas | La Casertana cala il poker

Gol iniziale di Giannone, raddoppio di De Angelis e doppietta di Alfageme: il decimato Gigante crolla.

calcio - lega pro
di
1 Commenti Condividi

CASERTA – Un’Akragas incerottata esce con le ossa rotta dal “Pinto” di Caserta, con una netta sconfitta per 4-0 che non scalfisce però quello che è stato il cammino di Rigoli. Le fatiche del derby contro il Catania (giocato in dieci contro undici per 60 minuti) si fanno sentire, a questo si aggiungono anche le numerose assenze a cui Rigoli deve rimediare contro una squadra che ha giocato per un intero girone lottando per i primi posti e punta ancora oggi ai playoff. Formazione rimaneggiata per l’Akragas: assenti Capuano, Dyulgerov, Vono, Vicente, Madonia. Nella formazione iniziale anche il giovane Greco in difesa e il ritorno Thiago Cazè Da Silva dal primo minuto.

La Casertana invece si presenta con tre giocatori importanti squalificati dopo il pareggio contro il Martina Franca che ha fatto saltare la panchina di Romagnoli, ai campani mancano Jefferson, Bonifazi e Tito. I Falchetti però vogliono ritornare alla vittoria e partono in quinta andando in vantaggio dopo dodici minuti con Giannone che infila Maurantonio. L’Akragas approfitta di un momento di amnesia della difesa campana e prova due volte a pareggiare immediatamente la partita, di testa però non riesce a superare Gragnaniello che compie una grande parata. Ad andare vicina al gol è di nuovo la Casertana che con un tiro potente di Pezzella coglie la traversa con il pallone che sbatte sulla linea di porta prima di tornare in campo. L’Akragas non sembra in grado di reagire e subisce il terzo gol: fallo di Salandria e rigore per la Casertana trasformato da Alfageme.

Il secondo tempo ha lo stesso copione del primo, i falchetti sono arrembanti mentre gli agrigentini non sembrano essere concreti e sbagliano troppo, arriva così il quarto gol al 53’ ancora con Alfageme che batte Maurantonio. Gli agrigentini ci provano con il solito Di Piazza, mai domo, e con Di Grazia, ma la linea del fuorigioco dei casertani funziona bene e spesso gli attaccanti biancazzurri vengono segnalati in offside. Rigoli inserisce anche Roghi e Cristaldi ma il risultato non cambia: poche volte i biancazzurri arrivano in porta e Gragnaniello si fa trovare pronto quando chiamato in causa. Serie di cambi anche nella Casertana ad inizio di secondo tempo, i campani sfiorano anche il quinto gol cogliendo una traversa. Prima di lasciare il posto per Fiore, Matteo Di Piazza va ancora vicino al gol con un tiro che supera il portiere dei falchetti ma esce di pochissimo. Il gol della bandiera di Cristaldi viene annullato per fuorigioco.

L’Akragas archivia così una partita giocata in emergenza, con una sconfitta che non preclude la salvezza. Gli uomini di Rigoli hanno già la testa alla prossima partita, in casa contro il Martina Franca che potrebbe portare a pochissimo dal traguardo stagionale.

CASERTANA-AKRAGAS 4-0 (12′ Giannone, 28′ De Angelis, 39′ rig., 53′ Alfageme)

Casertana: Gragnaniello, Rainone (45’ Murolo), Pezzella, Capodaglio, Idda, Potenza (60’ Finizio), Mangiacasale, Agyei (51’ Marano), Alfageme, Giannone, De Angelis. All. Andrea Tedesco.

Akragas: Maurantonio, Salandria, Grea, Greco, Caze’ da Silva, Marino, Candiano (62’ Roghi), Mauri, Di Piazza (74 Fiore), Leonetti, Di Grazia (51 Cristaldi). All. Pino Rigoli


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Bisogna immediatamente scordarci di questa sconfitta e riprendere il filotto di vittorie in casa nel fortino “ESSENETO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *