Catania, corse cavalli: due denunce, un affiliato a clan mafioso - Live Sicilia

Corsa di cavalli: due denunce, uno è affiliato al clan Assinnata

Non si fermano le indagini dei carabinieri di Paternò.
GARE CLANDESTINE
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Continuano le denunce per le corse clandestine di cavalli da parte dei carabinieri di Paternò. Questa volta il mirino è stato puntato nei confronti di un 31enne e un 35enne paternesi che sono indiziati “di partecipazione a competizioni sportive clandestine con animali e maltrattamento degli stessi”. Il più adulto ha precedenti per affiliazione al clan Assinnata di Paternò, alleato storico della famiglia Santapaola-Ercolano di Catania.

L’attività di oggi è uno sviluppo investigativo dell’indagine che già nei giorni scorsi aveva portato i militari a deferire un paternese trovato in possesso di tre cavalli (sottoposti a fermo amministrativo), di una pistola semi automatica e di munizioni che erano “seppelliti” nel terreno. Inoltre è ritenuto un organizzatore e partecipante di competizioni clandestine. Uno dei tre cavalli sequestrati inoltre avrebbe partecipato a una corsa che si è svolta il 26 febbraio in contrada San Marco: l’identificazione è arrivata grazie al monitoraggio dei social network.

I due denunciati avrebbero gareggiato nella stessa competizione clandestina. Ai due sono state elevate sanzioni anche amministrativamente per aver violato le relative disposizioni del Codice della Strada.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *