Catania: dai treni alle palazzine | Spuntano Brescia, Cittadella e Carpi - Live Sicilia

Catania: dai treni alle palazzine | Spuntano Brescia, Cittadella e Carpi

Emergono nuove partite per le quali si sarebbe cercato un accomodamento. E una dichiarazione di Delli Carri getterebbe ombre sul Bari. Il sistema potrebbe coinvolgere numerose squadre del torneo cadetto.

scandalo gare truccate
di
5 Commenti Condividi

CATANIA – Ora i “Treni del gol” rischiano di fare tappa in una stazione che potrebbe rivelare un sistema con diverse squadre della cadetteria coinvolte. Cominciano a trapelare indiscrezioni sulle nuove carte dell’inchiesta e spuntano riferimenti a Bari, Brescia, Carpi e Cittadella. Come riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, questi quattro club verrebbero chiamati in causa da nuove intercettazioni con protagonisti Delli Carri, Pulvirenti, Cosentino, Arbotti e Impellizzeri.

Si riflette sull’eventualità di organizzare nuovi treni e si guarda con interesse alla sfida Bologna-Catania. Poi si desiste. I motivi sono due: la volontà di verificare le effettive capacità del Catania in una gara vera e le complicazioni sorte nel trovare giocatori rossoblu disponibili a eventuali accomodamenti. La sfida termina con un successo felsineo per 2-0. Da quel momento viene meno anche l’ultima speranza di agganciare la zona promozione.

Gara sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti è Brescia-Catania. L’organizzazione punterebbe a un 2-2 che pagherebbe ben 19 volte la posta, in tal senso si muove Arbotti che, in seguito, lancerà una controproposta: successo con due reti di scarto. Potrebbe esserci la complicità di un calciatore delle Rondinelle (il nome indicato sarebbe quello di Antonio Caracciolo), mentre su un altro non vi sarebbe alcuna certezza (il riferimento parrebbe portare a Budel). A quel punto Pulvirenti deciderebbe di opporsi. Il match termina 4-2 per i lombardi.

Non ancora chiara la situazione intorno a Cittadella, Bari e Carpi. Partiamo dalla sfida interna contro i veneti: Delli Carri avrebbe ottenuto mandato per favorire le scommesse. Gli ospiti si aggiudicano il match alla penultima giornata, vittoria preziosa per sperare nella salvezza e redditizia per chi ha puntato su questo esito finale. La questione Bari si baserebbe su una dichiarazione dell’ex ds etneo: “Noi facciamo palazzine in un modo, loro al contrario”. Quasi a voler sottolineare la differenza tra un Catania che compra le partite e un Bari che le vende.

Infine la sfida di Carpi. In Emilia, con i biancorossi già promossi da alcune giornate, arriva un pari soporifero che regala al Catania la matematica salvezza. Le agenzie di scommesse tolgono la gara dalle quote per l’eccessiva quantità di puntate sullo 0-0. Resta da capire se e in che modo il club emiliano possa essere coinvolto. Tanti piccoli spunti cominciano a emergere e a delineare un possibile quadro drammatico per la cadetteria e per il Catania. Una posizione che, giorno dopo giorno, sembra complicare maledettamente le speranze di futuro per il club rossoazzurro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Se non altro con tutti questi treni che ha gestito potrà, per l’esperienza accumulata, avere un futuro da capo-stazione a Trenitalia.

    Io invece dico , meno male che non ci sono state vittime….Pensa gli aerei della sua compagnia o i piloti , come dovevano essere gestiti da questo personaggio… La fortuna ha aiutato tanti passeggeri imbarcati sui loro aerei…

    L ‘articolo cita, Una posizione che, giorno dopo giorno, sembra complicare maledettamente le speranze di futuro per il club rossoazzurro. Se c’è una vera giustizia, il futuro del catania non è già scritto?…..

    Di sicuro al Catania, radiazione per i managers coinvolti, retrocessione con punti di penalizzazione per il prossimo campionato in LegaPro. Ed al Catania bonu ci finiu…

    Da tifoso catanese dovete radiare dal calcio totale il Catania e tutte le altre squadre coinvolte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *