Cibali, bagni "impraticabili". Parisi:| "E' la città a rischio retrocessione" - Live Sicilia

Cibali, bagni “impraticabili”. Parisi:| “E’ la città a rischio retrocessione”

Il consigliere di Grande Catania e presidente della commissione Bilancio interviene sulle pessime condizioni dei servizi igienici dello Stadio Massimino. GUARDA LE FOTO

la denuncia
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – I bagni degli uomini all’interno della Tribuna “A” dello stadio di Catania “Angelo Massimino” sono incredibilmente sporchi e, piuttosto che lasciarli in queste condizioni, bisognerebbe chiuderli al pubblico. Si tratta di un pessimo biglietto da visita per l’intera città agli occhi dei tifosi di casa e di quelli ospiti che sono costretti ad utilizzare servizi igienici mai puliti da chissà quanto tempo.

Una situazione da terzo mondo che lascia l’amaro in bocca e fa sorgere spontaneo l’interrogativo se in queste condizioni ci sono solo i bagni degli uomini della tribuna A e se i servizi igienici negli altri settori dell’impianto vengono lasciati nella stessa medesima situazione. Un luogo come il “Cibali” che, ogni volta che il Catania Calcio gioca in casa, accoglie migliaia di spettatori non si può permettere un disagio così evidente e drammatico.

Non importa se la responsabilità di tale degrado sia da imputare all’amministrazione oppure alla società sportiva perché l’unica certezza che la gente chiede è quella di utilizzare bagni in perfette condizioni. Come consigliere comunale chiedo urgentemente alle istituzioni politiche e sportive di intervenire perché a rischio retrocessione, oltre alla squadra, c’è l’immagine stessa di Catania.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    che vergogna…squadra che offonda insieme alla citta….spero che qualcuno con progetti seri aquisti il catania e si riparte di nuovo per portare il nome catania in alto.. perche cosi siamo arrivati a limite..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.