Contratti integrativi, in agitazione i comunali di Casteldaccia - Live Sicilia

Contratti integrativi, in agitazione i comunali di Casteldaccia

La denuncia del segretario generale della Cgil Mario Ridulfo e del delegato della Fp Cgil Palermo Saverio Cipiriano
PROVINCIA DI PALERMO
di
0 Commenti Condividi

CASTELDACCIA – Stato di agitazione del personale del Comune di Casteldaccia. A dichiararlo, la Cgil Palermo e la Fp Cgil Palermo che oggi hanno partecipato a un’assemblea con i dipendenti sulle questioni che riguardano il personale.
Il Comune di Casteldaccia da 10 anni non avvia la contrattazione di secondo livello e per questa ragione i dipendenti dell’ente, 35 lavoratori a tempo indeterminato, 38 a tempo parziale e 20 Asu, sono gli unici a non usufruire  delle indennità previste dai contratti collettivi integrativi. 

Il Comune di Casteldaccia è l’unico nella provincia di Palermo a trovarsi in questa situazione. Questo  ritardo da record  nella contrattazione decentrata sta arrecando  un grave danno ai lavoratori – dicono il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e il delegato FP CGIL Palermo Saverio Cipriano, che hanno preso parte oggi all’assemblea dei lavoratori –  Lo stato di agitazione del personale lo chiediamo per ottenere la costituzione del fondo aziendale prevista per la stipula del  contratto  decentrato,  con cui  ridare dignità ai lavoratori dell’ente. 

I lavoratori in tutti questi anni non hanno mai ricevuto le indennità accessorie e neanche quelle obbligatorie. Chiediamo inoltre un piano di aumento delle ore del personale stabilizzato, da concordare con i lavoratori attraverso un regolamento e chiediamo un piano per la stabilizzazione dei 20 Asu,  gli ultimi che restano a lavorare  ancora da precari dentro il Comune. Se l’amministrazione comunale non darà risposte, interverremo con ulteriori forme di lotta e eventuali azioni legali.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.