Corsie riservate, pass da 300 euro| per pullman, banche e poste - Live Sicilia

Corsie riservate, pass da 300 euro| per pullman, banche e poste

Il Comune ha emesso un'ordinanza che obbligherà anche le auto diplomatiche a pagare. Resta gratis il transito per i consiglieri comunali, vietato agli assessori.

Palermo
di
8 Commenti Condividi

PALERMO – Trecento euro l’anno per transitare nelle corsie preferenziali: sarà un 2016 più caro del solito quello che attende le auto diplomatiche, le autolinee private, i pullman turistici, i portavalori e i veicoli delle Poste. Il comune di Palermo ha infatti deciso di applicare in maniera severa la delibera del 2010 con cui il consiglio comunale ha regolato il transito nelle corsie riservate e che prevede, per l’appunto, un pass da 300 euro l’anno più 15 euro per i diritti di segreteria.

Attualmente, infatti, queste categorie transitano liberamente ma senza pagare un centesimo, intasando quelle corsie che in teoria dovrebbero servire a rendere più fluida la circolazione. La delibera di Sala delle Lapidi però prevede altro. Così l’assessore Giusto Catania ha sollecitato agli uffici l’ordinanza, pubblica per l’appunto oggi e valida a partire dal primo gennaio del 2016.

Nelle corsie preferenziali potranno circolare liberamente i mezzi Amat, i taxi, i mezzi car sharing, i veicoli per invalidi con regolare contrassegno, forze di polizia, vigili del fuoco, ambulanze, protezione civile, scorte e consiglieri comunali senza limitazioni (ma non gli assessori). Devono invece pagare i veicoli di rappresentanza di enti pubblici non territoriali, le auto dei consolati, i portavalori (che sono tantissimi, considerato l’elevato numero di banche in centro), Poste italiane e poste private, pullman turistici e mezzi delle autolinee private (i pullman extraurbani). Onlus per disabili, pullman scolastici e mezzi per motivi di sicurezza pagheranno solo 15 euro di diritti di istruttoria. Tutti dovranno mettersi in regola entro il 31 dicembre.

“Poniamo in essere un regolamento votato dal Consiglio comunale nel 2010 che disciplina il transito sulle corsie preferenziali e mai esecutivo – ha detto l’Assessore alla Mobilità, Giusto Catania -. Dal 1 gennaio 2016 tutti gli autorizzati dovranno esporre un pass che sarà rilasciato dall’ufficio mobilità urbana secondo le modalità e le tariffe decise dal consiglio comunale. Questo provvedimento – sottolinea Catania – servirà a mettere ordine all’uso della corsia preferenziale, dato che non si può comprendere chi effettivamente è autorizzato al transito. Ovviamente il pagamento può essere anche un deterrente al transito così da evitare che i mezzi del trasporto pubblico debbano essere ostacolati da mezzi che non hanno titolo a circolare sulle corsie riservate”.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    1 quindi se pagano possono intasare?….ottimo rimedio

    2 hanno elencato tutti i palermitani che già transitano ogni giorno sulla viale regione.

    3 veramente intelligente.

    Quanto pagheranno le biciclette che transitano sulle corsie preferenziali di Viale Regione Siciliana?
    Ne vedo decine ogni giorno, Polizia, Vigili e Carabinieri le sorpassano e ….tirano avanti!
    Prima o poi qualcuno si farà mooolto male

    Non si capisce perchè i tassisti possono circolare gratuitamente e chi fa noleggio con conducente deve pagare.

    Tutto è buono solo al fine di fare cassa

    è proprio vero, a palermo il grande problema sono i ciclisti che ottusamente si ostinano a non utilizzare il suv. multiamoli tutti

    la cosa più strana è che nessuno lo ha fatto notare: ma i CONSIGLIERI COMUNALI, perché dovrebbero avere via libera nelle corsie preferenziali, mentre un’atv di qualche onlus che sta portando a dialisi un malato deve pagare? la casta colpisce sempre….!bhe lo hanno votato loro, che fa non si mettevano come esclusi a tale tassa???? mi pare la stessa cosa dei biglietti dello stadio di napoli…!!! VERGOGNA…..!!!!!!!!!!!!!

    L’assessore alla Mobilità peggiore della storia: ztl a pagamento, corsie a prova di casta a pagamento… ma l’ha capito che pagando non si pulisce l’aria ma si fa solo incazzare la gente?

    @davide caro
    se proprio vuoi essere salutista e rispettare l’ambiente, rispetta anche le regole del codice della strada e non mettere a repentaglio la tua vita.
    Siamo d’accordissimo: i SUV sono utili in montagna, non a Palermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *