CR7 infrange i sogni della Juve| Il Real alza la dodicesima coppa - Live Sicilia

CR7 infrange i sogni della Juve| Il Real alza la dodicesima coppa

foto ansa

Una doppietta di Ronaldo e le reti di Casemiro e Asensio decidono la finale di Cardiff: alla Juve non basta una prodezza di Mandzukic.

champions league
di
2 Commenti Condividi

CARDIFF (GALLES) – Il Real Madrid alza la sua 12esima Champions League. Nella finale allo stadio “Millennium” di Cardiff le merengues di Zinedine Zidane hanno battuto la Juventus col punteggio di 4-1. A segno Ronaldo con una doppietta e Casemiro ed Asensio per gli spagnoli, mentre è di Mandzukic la rete bianconera che aveva permesso alla formazione di Allegri di terminare la prima frazione di gioco in parità sull’1-1. Nella ripresa poi il tracollo con la grande aggressività dei madrileni che ha portato al calo degli juventini.

LA PARTITA – Il primo squillo è di marca bianconera con le conclusioni di Higuain e Pjanic, ma è il Real Madrid a passare in vantaggio al 20’ con la sua stella più brillante, Cristiano Ronaldo: il pallone d’oro chiude il triangolo con Carvajal appena dentro l’area bianconera e fulmina Buffon sul palo lontano. La Juventus, però, non si scompone e trova il pari già sette minuti più tardi grazie ad una rete spettacolare di Mandzukic, il quale spalle alla porta riesce a girarla superando il portiere Navas con una traiettoria beffarda. Nella ripresa partono bene i madrileni che vanno in pressing sugli avversari e, dopo una buona resistenza di Bonucci e compagni, trovano il nuovo vantaggio con Casemiro, che al 60’ firma il 2-1 con una gran botta dalla distanza e la complicità di Khedira che devia nettamente la sfera. La Juve accusa il colpo e tre minuti più tardi Cristiano Ronaldo sigla la doppietta personale inserendosi coi tempi giusti sul primo palo e ribadendo in rete con un tocco ravvicinato il perfetto invito di Modric. Con due reti da recuperare, Allegri decide di inserire Cuadrado e Marchisio, ma è ancora la squadra di Zidane a creare le migliori occasioni da gol. Ad un quarto d’ora dalla fine entra anche l’idolo di casa Gareth Bale, mentre Dybala lascia il posto a Lemina ma, complice l’espulsione di Cuadrado all’85’, il Real trova anche il gol del 4-1 finale con Asensio al 90′.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Che serata. Ottima per gli strisciati terroni. Che immagine vederli tornare nelle contrade di campagna e non solo faccia a terra e muti come si conviene ai servi! In Europa perdenti, siete nessuno. In Italia vincete perché l’Italia è un paese di merda che premia chi fagocita il sestuplo più degli altri di diritti e introiti vari senza un più corretto criterio distributivo basato sulla proporzionalità dei bacini di utenza. Senza contare le vergogne del passato e quelle attuali. Sistema alimentato da una infinita pletora di pseudotifosi panitalici senza dignità e demoralizzati come voi. Quadriplete servito. Schiattate!

    GRAZIE REAL MADRID

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *