D'Agata replica a CittàInsieme: | "Polemica sterile" - Live Sicilia

D’Agata replica a CittàInsieme: | “Polemica sterile”

L'assessore comunale alla Legalità Rosario D'Agata risponde alle critiche mosse dall'associazione riguardo all'operato dell'amministrazione.

La nota
di
6 Commenti Condividi

CATANIA – L’assessore alla Legalità del Comune di Catania Rosario D’Agata, a proposito della nota di CittàInsieme, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Leggo con una certa apprensione le dichiarazioni a giorni alterni di CittàInsieme. Alcuni giorni vengono elogiate le azioni dell’amministrazione, a volte suggerite dallo spirito propositivo proprio di quella associazione. In altre occasioni vengono fuori critiche feroci, un po’ raffazzonate e qualunquiste. E anche argomenti seri rischiano purtroppo di finire nel calderone della sterile polemica politica. CittàInsieme ha in questi anni condiviso con l’Amministrazione Bianco delle battaglie fondamentali di legalità e civiltà, riconoscendone i successi: il lungomare di viale Aragona salvato dalla speculazione edilizia e commerciale, il parcheggio di viale Sanzio, l’urbanistica partecipata sul centro storico, sul decoro urbano, sul regolamento edilizio, il lungomare liberato amato dai catanesi. Solo per indicarne alcuni”.

“Quegli esponenti di CittàInsieme che hanno scritto la lettera hanno dimenticato di citare questi fatti, come se avessero preferito che al lungomare ci fosse la speculazione o al parcheggio Sanzio un centro commerciale o che le spiagge libere fossero gestite come negli anni precedenti, in modo oscuro e ambiguo. Rifiutiamo di pensare questo e anzi siamo certi che CittaInsieme continuerà con noi queste grandi battaglie civiche. Se una grande associazione catanese, esempio della società civile più obiettiva, rigorosa e illuminata, non sostenesse l’impegno per la legalità e la buona amministrazione che stiamo portando avanti, allora ci sarebbe da preoccuparsi. D’altronde è meglio realizzàre la pista ciclabile combattendo contro le lungaggini burocratiche oppure è meglio darla vinta a chi non la vuole opponendosi alla mobilità sostenibile per motivi poco nobili? L’amministrazione non ha mai celato le difficoltà: soldi per l’ordinaria amministrazione non ce ne sono perché abbiamo ereditato un enorme buco di bilancio. Viceversa il sindaco è riuscito a ottenere 749 milioni di euro per i grandi progetti del Patto per Catania che cambieranno il volto della città. Poiché CittaInsieme è frequentata da importanti professionisti, avvocati, commercialisti, accademici, sa bene che il Comune non può assumere Vigili urbani perché le amministrazioni di centrodestra hanno portato il Comune al predissesto, e per lo stesso motivo, per più di un anno, non ha potuto assumere un ragioniere generale e ha una enorme carenza di dirigenti. Non ci pare poco”.

“Chiudiamo con alcune domande, dubbi ed auspici. Chi critica l’Amministrazione Bianco in modo così feroce sembra quasi preferire le giunte Scapagnini e Stancanelli. Non vogliamo credere sia così. Ci auguriamo che il mondo dell’associazionismo – senza subire l’influenza di chi vuole a tutti i costi attaccare l’Amministrazione tralasciando gli interessi della città – voglia combattere con noi la battaglia per affermare il senso civico dei Catanesi, le buone abitudini, il rispetto per il territorio, l’ordine e la pulizia, senza i quali Catania non si salva. Auspichiamo che, invece che guardarla da lontano, anche CittàInsieme voglia giocare la partita insieme a noi, così come ha sempre fatto negli anni ’90, con indipendenza e serietà, ma anche con una grande voglia di amare la città”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Usando il povero e super sbiadito assessore D’Agata l’Amministrazioe Bianco non perde occasione per bacchettare chiunque osi avanzare una critica alla giunta di centro-destra-sinistra. Insomma a quel pateracchio che sgoverna la città. Chi critica non vuole dare un contributo,una spinta,ma viene visto come un nemico e di conseguenza aggiunto alla lista nera del vendicativo Sindaco. Questo fondamentalismo è’ degno non di forze politiche ma di vere e proprie” sette”!!!

    assessore D’Agata Lei difende un’amministrazione indifendibile mai dalla sua bocca trapela la frase: “prendiamo atto dei bisogni della città e dei suoi cittadini e ci faremo promotori di iniziative per risolvere il problema ….” altro che polemiche sterili è l’amministrazione piu’ scadente che abbiamo avuto negli ultimi 14 anni… ha ragione cittàinsieme l’analisi è deludente mai successo di non poter interlocuire con nessun componente della Giunta ancorpiu’ con Bianco… altro che legalità lei rappresenta l’indifferenza dell’amministrazione .. nei confronti dei bisogni dei cittadini… l’ultima audizione di legambiente con la S.V. ne è testimonianza di come la pensa il nostro amato Sindaco… anzichè interlocuire con l’assessore all’urbanistica si sono ritovati davanti un muro d’indifferenza per non dire d’ignoranza …. idem la sottoscritta quando Ella mi ha ricevuta poiché Ella incompetente della materia non sa neanche cosa rappresenta l’ambiente dell’oasi del simeto cin la mancanza di un piano di destinazione urbanistico e la rinaturalizzazione dell’area protetta che oggi è una grande pattumiera c con moria di pesci e cannetyi che prendono fuoco come paglia al sole e perde ancora tempo a polemizzare con chi desidera il bene per questa città,il riscatto delle periferie e delle aree di pregio con la fuoriuscita dei villaggi a mare dall’area protetta per il risveglio economico e sociale di questa città diventata un dormitorio fra incompiute ed interessi personali e/o per pochi eletti (vedi PUA ), Non me ne voglia assessore se partecipo con disappunto alle sue arringhe difensive nei confronti dell’amministrazione Bianco e Le annuncio che sarà un autunno caldo…. molto caldo….. appunto perché per qualsiasi audizione mandano Lei allo scoperto a rappresentare la legalità (perduta caro assessore per colpa pure di questa amministrazione) e saremo costretti a chiedere l’invio di un commissario ad acta che si sostituisca all’organo inadempiente e non mi venga a dire che i problemi dell’oasi del simeto li hanno creati gli “abusivi per necessità” poiché anche nel 2000 a capo dell’amministrazione vi era il sindaco Bianco che non ha difeso il territorio in esame e migliaia di cittadini costretti a subire i vincoli ingiusti di un’area che nulla possiede di naturale e a vivere oggi come quelli del terzo mondo nel fetore nauseabondo dell’impianto di trasformazione e decomposizione rifiuti solidi urbani provenienti da mezza Sicilia in c.da codavolpe e discariche a cielo aperto e scarichi fognari provenienti dalla zona industriale e dal mal funzionamento del canale di gronda e dai depuratori di pantano d’Arci e Lei mi parla di “legalità” quando ciò che decide questa amministrazione e “illegale” senza un piano urbanistico e di utilizzo del territorio. Maria Siracusa – presidente comitato pre-oasi di vaccarizzo

    L’Assessore D’Agata tiene ancora una volta ad emulare il Sindaco Bianco. Tale Sindaco infatti considera Catania come fosse cosa sua e D’Agata lo imita non come Presidente o socio costituente di Cittainsieme, ma solo come assiduo frequentatore. Non si pone D’agata il problema che la sua poltrona di Assessore alla Legalità sia in pieno conflitto di interesse perché ottenuta con inspiegabile concomitanza alla denuncia di Cittainsieme sulla “darsena” portuale abusiva e devastante inaugurata da Bianco.
    Perché mai il suddetto Sindaco ed il suo degno Assessore alla Legalità disconoscono l’avvenuta devastazione della Plaia e non si sono neppure costituiti come parte civile nel processo in corso contro uno dei responsabili del disastro ambientale a vantaggio anche di utilizzatori sottoposti a provvedimenti della DIA?
    Perché mai l’avv.Assessore Rosario D’Agata non sceglie se dimettersi dal Comune ovvero da iscritto a Cittainsieme ? Catania non ha speranze se continua a sopportare tali comportamenti.

    Da piangere solo da piangere resta…. guai a permettersi di criticare o dissentire si rischia di commettere reato di lesa maestà. Stiamo attenti!

    Niente, pure Città Insieme è diventata una associazione ” nemica “. L’assessore non si accorge del nulla assoluto della sua Giunta ( e quello che ha fatto questa Giunta sarebbe stato mille volte meglio se non l’avesse fatto). Lo vedo tronfio, superbo nella risposta, lontano anni luce dalla realtà. Una sola cosa andrebbe bene: dimissioni, ma per queste ci vuole anche un po’ di amor proprio e fino ad ora l’assessore ha dimostrato di non averne.

    Ricordatevi che il Popolo è sempre Sovrano. Quando in ognuno di noi si accende quel fuoco dentro c’è ci spinge a cambiare le cose , le cose cambiano .Non c’è niente e nessuno che può fermare un popolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *