Decide di pagare un caffè 50 euro| "E' il minimo che io possa fare" - Live Sicilia

Decide di pagare un caffè 50 euro| “E’ il minimo che io possa fare”

Succede in un bar di Marsala, dopo la lunga chiusura per il lockdown

LA FASE 2
di
8 Commenti Condividi

MARSALA – Ordina un caffè al bar, consegna una banconota di 50 euro alla cassiera, ma non vuole il resto. E’ accaduto, stamane, in un bar di via Roma, a Marsala. Il protagonista sarebbe un cliente abituale del bar, che alla cassiera, stupita, ha detto: “Tieni pure il resto. Siete rimasti chiusi 50 giorni. È il minimo che io possa fare. Sono una persona fortunata. Ho uno stipendio da dipendente pubblico che è pagato dalle tasse che anche tu versi, a domani”.

 

(ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    gran bel gesto se fossero anche quelli del governo a fare cosi’l’italia sarebbe un paese stupendo,ma comunisti e cinque stalle sono contri il benessere dei cittadini ma la pagheranno molto ma molto cara

    eri partito bene….poi sei finito in discorsi senza senso e infantili….se non scrivevi era meglio non scoprivi le tue limitazioni

    per certi “individui” comunisti e m5s sono i SANTI, i buoni, gli altri cattivi.
    ancora piu’ patetico della cosa che hai criticato e hai rivelato tu gravi limitazioni

    caro signor giustizia il tuo parere di comunista o di grillino mi scivola addosso tu e i tuoi falliti compari di sinistra i limiti li dimostrate giornalmente quindi taci

    Il gesto del cliente è di grande sensibilità; è una cosa alla quale penso da tanti giorni…e non c’entra nulla, caro Giuseppe, il colore politico. Si tratta della consapevolezza di ognuno di noi, o se preferisci, del senso civico: un’economia che deve ripartire e che deve rimettere in attività il ciclo produttivo, non penseremo certo che ciò possa avvenire in autonomia e con il solo “contributo” governativo, laddove ci fosse. Che necessitino nuove norme che devono agevolare, in modo particolare, le piccole e medie aziende, soprattutto al fine di mantenere i posti di lavoro dei dipendenti, è una sacrosanta verità, “obbligo” di PD e 5*, ma lo sarebbe di chiunque fosse al governo. Allo studio (a prescindere dalle inutili polemiche) ci saranno, almeno mi auguro, “aggiustamenti” e proposte normative che non possono non tenere conto della gravissima crisi che attraversa tutto il ciclo produttivo italiano: bisogna, quindi, trovare il modo per “sgravare” dalle tasse, almeno in una prima fase, le aziende che devono assicurare i livelli occupazionali: certo, questo significa aumento del debito pubblico, ma non credo ci siano alternative. Io penso che rivedremo la “luce” non prima dei prossimi 5 anni. La solidarietà, poi, di un caffè al bar 50 euro, dati da un pubblico dipendente, è un gesto di grande nobiltà che deve essere imitato e anche se certamente non risolutorio, è un grande aiuto, è un gesto compiuto con grande senso di responsabilità e con chiarezza di idee su ciò che necessita fare prossimamente, fino al “riequilibrio”, i cui tempi non sono certi e sono, comunque, lontani. La politica tutta, di governo e non, i Sindacati e quanti partecipano, a vario titolo, alla vita produttiva del Paese, sanno che i sacrifici dovranno essere di tutti e devono trovare le soluzioni, rinunciando, oggi più che mai, ad ogni sorta di privilegio, di obolo e di “sostegno” economico, oltre che vitalizi, i cui costi sono sempre a carico della collettività, ma la collettività oggi non ha introiti da versare a costoro…

    Un gran signore, che se la passa abbastanza bene avrà sicuramente uno stipendio da Dirigente e nonostante che sia un dipendente pubblico e paga tutte le tasse perché lui sicuramente evasione non ne può mai fare e che paga anche le tasse di quelli che non pagano, dico nonostante tutto ha avuto una brillante idea per aiutare qualche amico. certi gesti sono da prendere come esempio. Buona serata

    Sarà sicuramente un Dirigente o un single, perché un dipendente pubblico come me che guadagna 1400 euro ed ha 3 figli e lavora da solo pagando anche l’affitto di casa, gli viene impossibile fare una parte di questo tipo. Certo piacerebbe anche a me dare un aiuto anzi quasi quasi invidio questa persona che se lo può permettere sarei onorato di poter contribuire a dare una mano ma negli 20 anni hanno fatto delle leggi contro i dipendenti pubblici il cosiddetto “ceto medio” è sparito, non c’è più l’hanno fatto diventare povero. Buona serata.

    Ma quelli se ne vanno alle prossime elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *