Denise, carabinieri nella ex casa di Anna Corona a Mazara

Denise Pipitone, nuove indagini: ispezione in una casa a Mazara

Sopralluogo dei carabinieri nell'abitazione della madre della sorellastra
0 Commenti Condividi

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) – Al momento si tratta di una verifica dello stato dei luoghi. C’è qualcosa che la Procura vuole riscontrare. Riparte anche da una casa a Mazara del Vallo la nuova indagine sulla scomparsa di Denise Pipitone.

I carabinieri della Scientifica di Trapani stanno facendo un’ispezione nell’abitazione di via Pirandello dove viveva Anna Corona, l’ex moglie di Pietro Pulizzi, papà biologico della piccola scomparsa l’1 settembre 2004.

La donna è la mamma di Jessica Pulizzi (sorellastra della piccola scomparsa), finita sotto processo e assolta nei tre gradi di giudizio. Anche Anna Corona finì sotto inchiesta, ma la sua posizione fu archiviata nel dicembre 2013 su richiesta dei pubblici ministeri.

Il sopralluogo, disposto dalla Procura di Marsala, serve soprattutto a verificare se negli anni siano stati effettuati dei lavori edili.

Da alcuni giorni la Procura di Marsala ha riaperto le indagini sulla scomparsa di Denise. I magistrati starebbero vagliando alcune segnalazioni anonime. Si parla di una botola in uno dei due garage al pianterreno dell’edificio, che ha due elevazioni, ed è disabitato da tempo.

Al lavoro c’è anche una squadra dei vigili del fuoco. I pompieri, dopo un primo confronto con i carabinieri che presidiano esternamente l’appartamento, sono entrati all’interno del garage dell’appartamento. Probabilmente si accede a un pozzo oggetto di una prima ispezione.

Alcune fonti investigative smentiscono l’indiscrezione emersa nel corso di una trasmissione televisiva della Rai, secondo cui i carabinieri stanno cercando addirittura il corpo di Denise Pipitone. L’ispezione non ha questo obiettivo.

Nei giorni scorsi scorsi il procuratore Vincenzo Pantaleo e i sostituti Roberto Piscitello e Giuliana Rana hanno sentito la collega Maria Angioni. Oggi giudice a Sassari, Angioni è stato il pubblico ministero che per primo indagò sulla scomparsa. Nel corso di alcune trasmissioni televisive ha alimentato dubbi e sospetti: “Abbiamo avuto grossi problemi. Abbiamo capito che dopo tre giorni tutte le persone sottoposte a intercettazioni già sapevano di essere sotto controllo”.

Da una parte le nuove indagini e dell’altra il ricordo. “Oggi dedicheremo l’intera giornata alla nostra Denise Pipitone, con una serie di appuntamenti programmati con emittenti nazionali ed una manifestazione serale, anch’essa ripresa e trasmessa a livello nazionale, che a partire dalle ore 20,30 ci vedrà insieme a Piera Maggio, Piero Pulizzi e l’avvocato Giacomo Frazzitta nella piazza della Repubblica”: lo annuncia il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci.

“Abbiamo chiamato a raccolta scuole, associazioni e cittadinanza con l’obiettivo – aggiunge – di testimoniare la nostra solidarietà a Piera e Piero e per chiedere con forza Verità per Denise. Confidiamo nella partecipazione pur nel rispetto delle prescrizioni anti Covid”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *