Dramma in via Crispi| Clochard trovato senza vita - Live Sicilia

Dramma in via Crispi| Clochard trovato senza vita

L'uomo avrebbe avuto circa 40 anni. Ai soccorritori non è rimasto che accertare il decesso.

PALERMO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – E’ stato trovato senza vita sotto i portici di via Francesco Crispi, il luogo che ormai da tempo aveva scelto per dormire. Si tratta di un clochard tunisino, di circa 40 anni, che sarebbe stato stroncato da un infarto.

E’ il secondo senzatetto, nel giro di dieci giorni, ad essere trovato morto: lo scorso 21 dicembre, infatti, anche per un altro uomo che dormiva in un magazzino nei pressi della Fiera del Mediterraneo, i soccorsi si sono rivelati inutili. A lanciare l’allarme oggi pomeriggio, nei pressi di via Guardione, il deputato dell’Udc Vincenzo Figuccia, che insieme alla sorella si era recato sul posto per portare del cibo all’uomo che viveva sotto i portici.

Si faceva chiamare Amor – dice Giuseppe Li Vigni, della onlus Gli Angeli della notte – ed è l’ennesimo “fratello” che muore nel silenzio e nella solitudine. Siamo addolorati per questa ulteriore perdita, serve un maggiore monitoraggio delle condizioni dei senzatetto della nostra città, ancora troppo indifferente nei confronti di chi vive nella povertà”.

“L’uomo era conosciuto dai volontari delle associazioni che in collaborazione con il Comune forniscono assistenza e pasti caldi ai senza dimora – dicono dall’amministrazione comunale – ma poiché probabilmente privo di permesso di soggiorno non aveva mai accettato l’assistenza dei servizi sociali comunali”

Per il Sindaco Leoluca Orlando “siamo di fronte all’ennesima tragedia causata dalla colpevole politica inumana che discrimina i cittadini, gli esseri umani sulla base del loro paese di nascita, l’ennesima vittima del sistema del permesso di soggiorno, che spinge nell’ombra centinaia di persone costrette a rinunciare o a rifiutare assistenza e servizi per paura dell’espulsione.”

L’Assessore Giuseppe Mattina – che si è recato sul posto in attesa degli operatori dei servizi funebri – ricorda che “in questo periodo sono stati potenziati i servizi su strada e dei dormitori, così come è stato attivato con la Polizia Municipale il numero 091/6733432 cui è possibile segnalare situazioni di necessità per i senza dimora.
Altri interventi sono previsti nei prossimi giorni per fronteggiare le necessità di questi cittadini, ma è ovvio che qualsiasi servizio ed intervento deve essere voluto ed accettato dai diretti interessati, che, come sembra essere avvenuto in questo caso, se irregolari temono e rifuggono il contatto con le istituzioni.”

“È necessario affrontare e risolvere a monte la situazione – ribadisce Orlando – evitando che chiunque possa essere o sentirsi irregolare o clandestino a causa della propria nazionalità o della propria storia personale.”

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Come al solito il sindaco si muove solo x gli stranieri in difficoltà. Quella dell’abolizione del permesso di soggiorno è una follia.

    Secondo me in questi casi i servizi sociali del comune dovrebbero intervenire a prescindere del possesso o meno del permesso di soggiorno. Anche non avendo questo documento si tratta di persone come noi che sentono di più la solitudine e l’abbandono proprio in occasione di feste come quella appena trascorsa. E se tutti i deputati dell’ARS uscissero dalla loro reggia dorata per compiere un vero gesto d’amore e di solidarietà come quello fatto da Vincenzo Figuccia insieme alla sorella sicuramente risulterebbero più simpatici e molto meno distanti agli occhi della gente.

    Ex ospedale militare vuoto , ex carcere militare vuoto , ex carcere femminile vuoto ; ma non si potrebbero utilizzare per questi poveri disgraziati e convincerli che non gli verrà’ richiesto alcunché di documento ?

    Chiedi troppo: la logica e l’iniziativa non è nel DNA dei nostri amministratori; loro sono portati per i grandi progetti, quelli in cui si devono spendere milioni di euro e destinati a fallire.

    Orlando occupati dei tuoi concittadini e smettila di fare un eterna propaganda elettorale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *