E' finito tutto, il Catania non c'è più: è un giorno devastante

È finito tutto, il Catania non c’è più: è un giorno devastante

Il Tribunale costretto a interrompere l'esercizio provvisorio.
UN DRAMMA SPORTIVO
di
3 Commenti Condividi

CATANIA – 9 aprile 2022. Segnatevi questa data. Segnatela oppure dimenticatela per sempre. 9 aprile 2022: una ferita che non potrà mai rimarginarsi. La decisione del Tribunale (che ha provato in tutti i modi professionali e normativi a non staccare la spina) era prevedibile ed altrettanto chiara. Fine dell’esercizio provvisorio. Tradotto: fine del campionato, della stagione. Fine di tutto.

Il Catania muore dopo gli anni di Pulvirenti, dopo avere fatto scappare via Joe Tacopina, dopo avere assistito alla mancata ricapitalizzazione (due milioni di euro) della Sigi, dopo essere stati imboniti da un imprenditore di origine romana, tale signor Benedetto Mancini.

Il Catania e Catania non meritavano tutto questo. Una vicenda grottesca che cancella tutto. Che spazza ogni cosa. Anche la dignità di un territorio in cerca di riscatto.

La fine dell’esercizio provvisorio, un fatto che era ormai abbondantemente scontato, azzera mesi di sacrifici: quelli della squadra, di mister Baldini e del direttore Pellegrino.

Un sodalizio che è andato oltre tutto e confermato la propria forza e il proprio talento. Tutto cancellato. Tutto inaccettabile.

Il Catania e Catania non meritavano davvero tutto questo.

Una sconfitta di tutti. Una sconfitta pesante e indescrivibile.

Gli aggettivi non servono.
Di fatto, si finisce in classifica a quota zero punti.

Una cosa la chiediamo, così come l’abbiamo sempre chiesta: basta con teatranti, con gli improvvisatori, con i mestieranti della visibilità. Già, perché una marmaglia di imbonitori ha nella stragrande maggioranza di casi badato solo alla visibilità.

Nessuno di loro arrossirà di vergogna. Lo sappiamo.

9 aprile 2022. Segnatevi questa data. Oggi non muore solo il pallone ma muore la bellezza di una piazza calcistica soffocata dalla mediocrità di chi non la merita.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Il calcio attuale purtroppo è questo, se non hai un oligarca russo o uno sceicco arabo che ti finanziano puoi solo sopravvivere con grandi difficoltà nelle serie inferiori e neppure quelle.

    È il giorno più triste della mia vita. Mi consolerò guardando i miei cigini rosa nero.

    Vecchio cibali sempre nel cuore,Massimino sempre presidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.