Falcinelli nuovo nome per l’attacco |Duello col Toro per Bruno Henrique - Live Sicilia

Falcinelli nuovo nome per l’attacco |Duello col Toro per Bruno Henrique

Smentita la pista che porta al bosniaco Djuric, Faggiano lavora per ampliare la lista degli attaccanti e per un regista di valore.

calcio - serie a
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Meno due alla passerella di lusso al ‘Barbera’ contro il Marsiglia e per il Palermo del duo Ballardini-Faggiano il mercato diventa sempre più occasione per meditare su quali obiettivi raggiungere per rinforzare a dovere un gruppo che fino ad ora ha salutato l’arrivo di cinque elementi (Nestorovski, Embalo, Rajkovic, Sallai e Gazzi). Per il ds ex Trapani l’obiettivo è quello di portare in Sicilia almeno altri tre elementi prima della gara di Coppa Italia prevista per giorno 13 contro una fra Bari e Cosenza dando la possibilità al tecnico di Ravenna d’iniziare a schierare quella che sarà la prima formazione titolare che si presenterà ai nastri di partenza del campionato una settimana dopo contro il Sassuolo.

Proprio con la formazione emiliana, prima avversaria dei rosa nel match del 22 agosto al ‘Barbera’, i siciliani potrebbero imbastire nei prossimi giorni delle trattative che farebbero al caso di entrambe le società, quella neroverde con l’intento di sfoltire una rosa numerosa e il club di viale del Fante alla ricerca invece di un attaccante e di un regista con caratteristiche ben specifiche. Ecco che i nomi di giovani italiani come Diego Falcinelli e Luca Mazzitelli si troverebbero sul taccuino del direttore sportivo Faggiano che nei prossimi giorni effettuerà un sondaggio anche per altri profili. Ai rosanero, che nel frattempo attendono richieste concrete per le cessioni di Gonzalez e Lazaar, interessano proprio giocatori italiani vista la mancanza di posti per giocatori extracomunitari colmati nelle ultime ore dall’ufficializzazione del macedone Nestorovski negli uffici della Lega Calcio.

Ecco che oltre a Falcinelli, chiuso al Sassuolo dai vari Berardi, Sansone e Trotta il Palermo tiene sempre d’occhio Milan Djuric, ritenuto vicinissimo dai media bosniaci posto poi trovare smentite dallo stesso Cesena che ne detiene il cartellino, così come l’uruguaiano della Ternana Felipe Avvenatti, anche se per il classe ’93 si tratterebbe più di un colpo in prospettiva visto che dal gennaio 2017 il calciatore ex River Plate di Montevideo potrà già firmare un pre-contratto con un altra squadra, mentre le piste che portano a Bruno Petkovic del Trapani e Mauricio Pinilla dell’Atalanta al momento sembrano raffreddarsi.

A centrocampo, detto dell’arrivo di Gazzi, i rosa sondano il terreno per un colpo proveniente dal Sudamerica e nello specifico dal Brasile. Il mediano del Corinthians Bruno Henrique, seguito da tempo dal Torino di Urbano Cairo, potrebbe infatti fare al caso dei rosa che con una cifra intorno ai 2,5/ 3 milioni potrebbero bruciare la concorrenza dei granata. Detto di Mazzitelli del Sassuolo, chiuso in cabina di regia da Manganelli e Sensi, Faggiano non molla la pista che porta anche a Luca Marrone della Juventus, calciatore inseguito già dal Palermo in precedenti sessioni di mercato.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    …..da non crederci, zamparini sta facendo uno squadrone, la champions league è già nostra, siamo troppo forti.

    Presidente vogliamo Djuric, un centravanti come lui non può lasciarlo alla concorrenza.

    Siamo sempre al solito, molti dimenticano che se non fosse stato per Zamparini noi non avremmo mai avuto le innumerevoli opportunità sportive che tutti noi tifosi del Palermo calcio abbiamo goduto. Attualmente, e da un paio di anni non si mette nel conto che una proprietà calcistica possa essere ceduta e che una conseguenza reale possa essere una campagna acquisti condotta in tale modo. Pazienza, io personalmente sarò sempre grato a Zamparini, gli altri la pensino come vogliono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.