Foss, il neo sovrintendente Vaccari: "Così rilanceremo la Fondazione" - Live Sicilia

Foss, il neo sovrintendente Vaccari: “Così rilanceremo la Fondazione”

Dopo sei anni al Petruzzelli di Bari l'incarico per dirigere l'Orchestra Sinfonica Siciliana: "Una sfida bellissima"
0 Commenti Condividi

PALERMO – “La vita ti riserva sempre delle sorprese. È bello essere qui. Se starò tanto o poco tempo, questo non importa. La cosa importante è lavorare serenamente per far sì che la Fondazione funzioni sempre meglio”. Giandomenico Vaccari, nuovo Sovrintendente dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, esprime in questo in questo modo la propria felicità per questo nuovo  prestigioso incarico. Vaccari, che per sei anni è stato Sovrintendente del Petruzzelli di Bari, prende il posto di Antonio Marcellino, rimasto da giugno 2019 a dicembre 2020 quando ha assunto la presidenza del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma.

“La prima sensazione è il piacere di ascoltare questa bellissima orchestra. Una bella orchestra, un bellissimo suono – ha dichiarato il nuovo Sovrintendente -. L’impatto è stato molto bello. Sapevo dell’importanza e della bravura dell’orchestra Sinfonica perché, compatibilmente con i vari spostamenti, l’ho sempre seguita. La prima volta la vidi dal vivo nel 1986; quando ero direttore artistico a Bari. In quell’occasione eseguirono I Puritani. Sicuramente c’è anche la bellezza del Politeama Garibaldi, purtroppo non ben messo perché avrebbe, però è molto bello, un monumento stupendo. La città la conoscevo già, è sempre bella affascinate e misteriosa”.

Il nuovo Sovrintendente ha già in mente alcuni progetti per ampliare la comunicazione dell’Orchestra Sinfonica: “Con la direttrice Fratta stiamo già pensando a come fare per intensificare la comunicazione di questa orchestra. Stiamo pensando a tournée e a dischi”.

Il desiderio di Vaccari è quello di “tornare ad una vita culturale e musicale senza l’incubo della pandemia e le chiusure”, intanto pensa anche alla stagione autunnale. “Bisogna cercare di recuperare la nostra vita spezzata dal Covid. La musica classica, per me, ha subito un trauma che difficilmente sarà dimenticato e sanabile con fatica. Quello che attendo con ansia è la normalità di una vita artistica, produttiva e musicale”.

Il Sovrintendente non sarà un solista, ma lavorerà al fianco del Commissario Nicola Tarantino e alla Direttrice Artistica Gianna Fratta: “Lavorerò con loro prima di tutto per risolvere i problemi e per far sì che la fondazione vada bene, ma anche che l’Orchestra suoni con tranquillità e gioia. La musica – ha concluso il Sovrintendete – deve essere gioia. La fondazione deve assolutamente funzionare e dobbiamo rilanciare un dialogo con il Ministero perché abbiamo la necessità, attraverso la prossima domanda di contribuzione triennale, di stabilire un progetto che faccia arrivare da parte dello Stato più risorse”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *