Grande Sud, Tamajo si dimette| Al suo posto entra Federico - Live Sicilia

Grande Sud, Tamajo si dimette| Al suo posto entra Federico

Edy Tamajo, eletto all'Assemblea regionale siciliana, si è dimesso da Sala delle Lapidi. Al suo posto entrerà Pino Federico.

SALA DELLE LAPIDI
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Volti nuovi a Sala delle Lapidi. L’elezione all’Ars di Edy Tamajo, in quota Grande Sud, spalancherà infatti le porte di Palazzo delle Aquile a Giuseppe Federico, attualmente consigliere provinciale, che prenderà il posto di Tamajo che ieri, poco dopo la proclamazione a Palazzo Reale, ha rassegnato le proprie dimissioni da piazza Pretoria.

“Le doppie cariche non servono a nulla – dice Tamajo a Livesicilia – e impediscono di far bene il proprio compito. Ecco perché ieri, appena uscito dall’Assemblea regionale siciliana, mi sono recato al Comune per rassegnare le mie dimissioni. Bisogna dare spazio, all’interno del partito, a chi come Giuseppe Federico vuole impegnarsi per Palermo, così come continuerò a fare io da Palazzo dei Normanni”.

Federico, capogruppo dei miccicheiani alla Provincia, dovrebbe subentrare la prossima settimana, alla prima seduta utile, e al suo posto a Palazzo Comitini andrà Salvatore Savoca, attualmente consigliere di quartiere alla Seconda, visto che il primo dei non eletti, Giovanni Lo Cascio, ha fatto il suo ingresso a Sala delle Lapidi lo scorso maggio in quota Udc.

Dovrebbe restare al proprio posto, almeno per il momento, l’altro consigliere comunale eletto all’Ars, ovvero Roberto Clemente del Cantiere popolare. La legge, infatti, non prevede incompatibilità fra le cariche.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Ancora una volta Edy ha dato esempio di lungimiranza politica e serietà.
    Tale padre tale figlio.
    L’educazione e l’esempio questa volta hanno dato buoni risultati.

    Chissà come lavorerà Federico insieme all’ormai tramontato Mineo

    “Quando la correttezza non è solo una parola”….Non è il titolo di un film ma la pura espressione di come si può vivere la propria vita e fare anche politica in maniera esemplare.Complimenti Edy anche questa volta non ci hai deluso!

    I miei piu’ vivi complimenti all’amico,al politico,che ha sempre dato voce ai piu’ debboli delle borgate,risolvendo loro ove fosse possibile,ogni tipo di problema.
    Edy un politico che interpreta la politica nella sua vera forma per la Polis.
    Certo che da On. non sara’ da meno gli rammento di ringraziare sempre il suo mentore Umberto-Benito nostro carissimo amico.con affetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *