Griccoli indica la via all'Orlandina: |"Ora serve più energia mentale" - Live Sicilia

Griccoli indica la via all’Orlandina: |”Ora serve più energia mentale”

Giulio Griccioli e Sandro Nicevic (foto sito ufficiale Orlandina Basket)

Il tecnico di Capo d'Orlando sprona i suoi in vista della sfida casalinga contro la Virtus Roma, mentre Sandro Nicevic fa mea culpa dopo la sconfitta contro Bologna.

basket - serie a
di
0 Commenti Condividi

CAPO D’ORLANDO (MESSINA) – Sfida della verità: al PalaFantozzi arriva la Virtus Roma e l’Orlandina non può più sbagliare. Dopo un difficile inizio di stagione, con due sconfitte consecutive, la squadra di coach Griccioli è chiamata ad un impegno durissimo contro i capitolini. Match nel quale i paladini partono sfavoriti sulla carta, ma come spiega il tecnico toscano ormai non è più tempo per le scuse: “Il punto in cui non si poteva regalare più nulla era dalla prima di campionato. Spiace aver perso le prime due partite, per me sono tutte difficili e dipende molto da noi, così come domenica. Purtroppo le due partite precedenti sono finite con una sconfitta. Noi dobbiamo fare in modo di non regalare nulla a nessuno e vendere cara la pelle ogni volta che calchiamo un parquet”.

Non dispera però Griccioli, che dalle due sconfitte contro Pistoia e Bologna cerca di tirar fuori il lato positivo: “La cosa più importante è che adesso bisogna aver capito cosa siamo, serve grande energia fisica e mentale, oltre a tirarci dietro il pubblico che ci ha seguito anche a Bologna. Bisogna togliere quello zero in classifica contro una squadra che fa le coppe, che ha grande atletismo e forza fisica. Servirà una grande partita”. Sfida dura a livello tattico, oltre che mentale: “Hanno degli assetti particolari – spiega Griccioli – un solo centro di ruoli e altri tre giocatori intercambiabili tra 4 e 5. Hanno delle variabili tattiche, Dalmonte è un tecnico di grande esperienza e fa di ciò un punto di forza”.

Fa mea culpa invece Sandro Nicevic, che contro Bologna non è stato brillante come nella sfida d’esordio contro Pistoia: “In partita sono entrato un po’ meno concentrato e ho pagato. Ho dato alla squadra meno di quel che potevo. Potevo fare molto di più, ma speriamo sia l’unica volta”. Nessuna scusa, però. Solo testa bassa e concentrazione al massimo per portare a casa la prima vittoria, anche senza l’infortunato Flynn: “Siamo in un momento in cui non possiamo pensare agli assenti, non possiamo sottovalutare gli altri compagni di squadra. Ognuno di noi deve dare un passo in più, senza nascondersi dietro alla scusa dell’assenza di qualcuno”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *