Il Telimar compie l'impresa |Lazio sconfitta ai rigori - Live Sicilia

Il Telimar compie l’impresa |Lazio sconfitta ai rigori

Gli uomini di Occhione sconfiggono in gara-2 la Lazio e pareggiano i conti. Sarà decisiva la "bella" che si disputerà sabato 30 a Roma. Ottima prova di Lo Cascio ma per piegare gli ospiti sono serviti i tiri da distanza ravvicinata. Alla fine i palermitani si impongono per 15-13 (nella foto, un momento della partita).

PALLANUOTO, FINALE PLAY-OFF-GARA 2
di
0 Commenti Condividi

Serviva un’impresa e il Telimar l’ha centrata. Ottima prova dei ragazzi del presidente Giliberti che hanno avuto bisogno dei rigori per battere la Lazio e portare la finale play-off che vale la serie A-1 a gara 3. I palermitani si sono imposti per 15-13. Ora sarà decisivo il terzo confronto tra le due formazioni, che è in programma sabato 30 giugno alle ore 15,00 presso la piscina del Foro Italico. Come annunciato nei giorni scorsi dal presidente Giliberti, oggi all’Olimpica era presente anche Sasà Salvaggio, per presentare le formazioni.

Il risultato si sblocca subito, già nei primi minuti del primo tempo, quando Lo Cascio mette dentro per l’1-0. Il Telimar riesce addirittura a raddoppiare, dopo un paio di interventi in cui il portiere dei palermitani, Sansone, risulta decisivo, con il croato Zubcic. Il 3-0 arriva invece a quattro minuti dal termine della frazione ed è messo a segno da Paulo Salemi. Mirarchi accorcia le distanze per i laziali, ma i siciliani trovano il quarto gol con Mattarella. A chiudere la prima frazione di gioco, ecco il gol di Leporale, uno dei più pericolosi tra gli ospiti, che fissa il risultato sul 4-2. Nel secondo tempo è la Lazio a partire forte, trovando con Gianni – già autore di cinque reti in gara 1 – il gol del 4-3; il Telimar prova a rispondere con Lo Cascio, ma la squadra ospite trova il pareggio con Leporale. Dopo una fase confusa, in cui ad attaccare è solo la Lazio, che comunque non trova il gol del vantaggio, ecco che questo viene siglato dai palermitani, grazie a Kresimir Zubcic, il quale realizza su assist di Mauti. Tuttavia, è Tafuro a riportare il risultato in parità. Piovono tentativi da una parte e dall’altra, ma il risultato non si schioda e si arriva a metà partita sul 5-5.

Nel terzo tempo, è ancora Zubcic, con un bel mancino, a siglare il 6-5. Il risultato resta tale nonostante la pressione dei laziali, sia per merito della difesa, brava a neutralizzare gli attacchi ospiti, sia grazie a Sansone, decisivo ancora una volta. Per i palermitani ci prova capitan Di Patti, ma il portiere ospite Sattolo devia fuori. Dopo questa fase in cui nessuno riesce ad avere la meglio, ma con più tentativi da parte dei laziali, a trovare la via del gol è il Telimar: il gol del 7-5 porta la firma di Fabrizio Di Patti. Leporale riporta i suoi sulla scia dei ragazzi di mister Occhione, segnando la rete del 7-6, ma prima della fine del terzo tempo arriva il gol di Salemi che fissa il risultato sull’8-6. Nella quarta e ultima frazione di gioco, Mauti lancia i suoi in attacco, ma i palermitani non realizzano. Sfrutta meglio l’occasione, invece, la Lazio, che segna con Castello. I siciliani cercano di chiudere i conti con l’ennesima realizzazione di Zubcic, che riporta i suoi a +2, ma prima Sebastianutti e poi Latini, fanno sì che l’incontro si concluda 9-9. E’ necessario, dunque, ricorrere ai tempi supplementari.

Nel primo tempo supplementare, si sviluppano continui contropiedi: palermitani pericolosi con Mauti, Salemi e Di Patti, la Lazio risponde colpo su colpo, ma il risultato resta invariato. Nel secondo extra-time, tutto fa pensare che si possa ripetere il copione del primo; invece, a 1’52’’ dalla fine, Zubcic porta avanti i suoi con un tiro dai cinque metri. I ragazzi di mister Occhione si stringono in difesa per conservare il risultato, ma Leporale spezza i sogni dei siciliani realizzando il 10-10 e portando la gara ai rigori. Il Telimar si gioca un’intera stagione con i tiri ravvicinati: per i siciliani vanno a segno Zubcic, Mattarella, Lo Cascio, Di Patti e Salemi, mentre per i laziali è decisivo l’errore di Leporale, sul cui tiro Sansone, oggi in giornata di grazia, compie un autentico miracolo, neutralizzando il tentativo del giocatore ospite.

IL TABELLINO

TELIMAR PALERMO-– SS LAZIO NUOTO 15-13 dtr (10-10 dts, 9-9) (serie 1-1)

Telimar Palermo: Sansone, Zubcic 5+1, Galioto, Di Patti 1+1, Salemi 2+1, D’Aleo, Calabrese, Mauti, Lo Cascio 1+1, Mattarella 1+1, Ippolito, A. Covello, J. Covello. All. Occhione.

SS Lazio Nuoto: Sattolo, Nieves, Sebastianutti 1+1, Mirarchi 1+1, Latini 1, Castello 1, Tafuro 1, Cardoni, Leporale 4 (1 rigore sbagliato), Maddaluno 1, Gianni 1, Letizi, Gazzarini. All. Ciocchetti.

Arbitri: Gomez e Rovida.

Note: parziali 4-2, 1-3, 3-1, 1-3. TS 0-0, 1-1. Serie rigori: Zubcic gol, Maddaluno gol, Mattarella gol, Leporale parato, Lo Cascio gol, Sebastianutti gol, Di Patti gol, Mirarchi gol, Salemi gol. Usciti per limite di falli: Gianni (L) nel primo supplementare, Nieves e Tafuro e Nieves (L) nel secondo supplementare. Superiorità numeriche: Telimar 7/13 +1 rig., Lazio 2/8 +1 rig. (fallito da Latini nel secondo tempo). Spettatori 500 circa.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *