Insulti razzisti e minacce sui social |Incubo per 2 cestisti dell'Orlandina - Live Sicilia

Insulti razzisti e minacce sui social |Incubo per 2 cestisti dell’Orlandina

Un hater arrestato dalla polizia

Capo d'Orlando
di
1 Commenti Condividi

MESSINA – La Polizia ha posto ai domiciliari, su ordine del gip, un uomo di 45 anni per atti persecutori aggravati dalla discriminazione razziale nei confronti di una ragazza e di un giocatore di colore della squadra di Basket Orlandina, che milita in serie A2, di Capo d’Orlando e per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale. Sono stati minacciati, dicono gli investigatori, anche un secondo cestista orlandino, anch’egli di colore, e la sua compagna. Secondo le indagini coordinate dalla Procura di Patti, l’indagato lo scorso gennaio attraverso la creazione di falsi profili su social network e tramite post pubblici su profili di altri utenti, “ha perseguitato ossessivamente le sue vittime con continue minacce di morte, nascondendo sempre la propria identità, spingendo la ragazza e i due cestisti a rivolgersi alla polizia, denunciando i fatti”. L’uomo avrebbe istigato “anche altri utenti social a commettere atti di violenza per motivi razziali ed etnici nei confronti delle persone di colore, minacciando di morte le quattro vittime provocando loro ansia e paura, costringendole a modificare le proprie abitudini di vita”. “Vi brucerei vivi”, “muori negro”, “sono un razzista convinto” sono solo alcune delle frasi minacciose che l’uomo rivolgeva alle sue vittime. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Perchè del “signore”,non conosciamo il nome e il suo “bel visino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.