La banda del buco "fa la spesa" e scappa| Nel mirino un supermercato di Bonagia - Live Sicilia

La banda del buco “fa la spesa” e scappa| Nel mirino un supermercato di Bonagia

I malviventi hanno praticato un foro sul retro del supermarket Carrefour. Hanno passato al setaccio tutti i reparti e riempito una decina di grossi sacchi di spesa. Avevano fame.

VIA DEL LEVRIERE
di
9 Commenti Condividi

PALERMO – La crisi, il carovita, la disoccupazione: un mix di difficoltà di fronte alle quali i ladri s’ingegnano. E lo fanno anche a Palermo, dove ieri notte una banda di malviventi ha cercato di “fare la spesa” setacciando gli scaffali del supermercato “Carrefour” di via del Levriere, nella zona di Bonagia. Un piano studiato fino all’ultimo dettaglio, ma andato in fumo. I ladri sono fuggiti e i carabinieri hanno trovato una decina di grossi sacchi neri, utilizzati solitamente per i rifiuti, strapieni di prodotti alimentari e per la casa.

La refurtiva, infatti, è stata abbandonata sul retro del locale, da dove i malviventi erano riusciti a fare irruzione nel supermarket. Entrati in azione intorno alla mezzanotte, avevano avuto il tempo di praticare un foro sulla parete: a quanto pare sarebbero arrivati in via del Levriere con tutti gli arnesi utili a realizzare il foro. Una volta entrati, hanno messo a ferro e fuoco il negozio. Hanno aperto i sacchetti e li hanno riempiti di alimenti – dal caffè, ai formaggi ai liquori – ma anche di detersivi e prodotti per l’igiene. All’improvviso però, avrebbero sentito arrivare qualcuno.

Mentre i componenti della banda passavano al setaccio i diversi reparti del supermercato, infatti, è arrivato il vigilante. Quest’ultimo aveva probabilmente notato qualcosa che non andava e di sicuro i rumori provocati dalla realizzazione del foro sulla parete avevano svegliato qualcuno nella zona: la banda è riuscita a fuggire pochi secondi prima che l’addetto al servizio di vigilanza arrivasse, abbandonando i sacchi.

Sul posto sono arrivati i carabinieri che una volta accertato il tentato furto e il danneggiamento della parete hanno dato il via alle indagini per risalire ai malviventi. Ma non è di certo la prima volta che in città si ruba per fame. L’episodio eclatante di stanotte rappresenta infatti soltanto la punta dell’iceberg di un fenomeno tristemente in escalation. Ad essere beccati con le mani nel sacco, nei supermercati del capoluogo, sono spesso anche gli anziani in difficoltà economiche, trovati in possesso di formaggi o di buste di latte senza però essere passati dalla cassa.

A loro la pensione non basta, mentre i giovani sono in cerca di lavoro fino alla soglia dei 40 anni e così, gli episodi di microcriminalità per pochi euro aumentano. I micro furti nei supermercati vengono puntualmente denunciati dai direttori dei supermercati e dimostrerebbero che a rubare è anche gente comune, persone che agiscono perché nella morsa di una crisi che non gli permette di mettere qualcosa nello stomaco per giorni. Ma non mancano coloro che si impossessano della spesa altrui, approfittando di un momento di distrazione della vittima, magari all’interno del parcheggio dei supermercati.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    NN SI CHIAMANO MALVIVENTI,NN POSSIAMO SAPERE LA DISPERAZIONE DI QUESTA GENE,SI FA’ TANTA CARITA’ X GENTE KE STA BENE……GENTE CHE’ NN HA SCRUPOLI AD ANDARE ANCHE IN CHIESA A PRENDERSI ALIMENTI KE NEMMENO CI TOCCANO…FACCIAOMA ANCHE NEI SUOERMERCATI LA SOLIDARIETA’ PER LE PERSONE BISOGNOSE….DIRETTAMENTE QUESTA GENTE ANDARI NEI SUPER MERCATI DARE UN BADGET,X ALIMENTI DI PRIMARIA NECESSITA’ E DETERSIVI….MA TUTTO CIO’ NN E POSSIBILE…LA VERITA’ E KE STIAMO SPROFONDANDO…NELLA MISERIA….E CON IL NUOVO GOVERNO,ANCORA PEGGIO…STANOTTE PENSAVO MA TUTTI QUEST POLITICI ANNO COSCIENZA …MA QUANDO VANNO A LETTO PENSANO TUTTO IL MALE CHE RECANO..AL POPOLO.

    incredibile. ed è pure vero che in tanti rubano piccole cose, l’altro giorno in un negozio di alimentari in cui stavo facendo la spesa, i proprietari hanno bloccato una signora con due pacchi di pasta. non era passata dalla cassa. e mo dispiace.

    Quindi chi ha fame può rubare.
    Ma fame assai, per riempire 10 sacchi.
    E chi ha fame può comprare tutta l’attrezzatura per svaligiare case e supermercati periodicamente.
    Chi ha fame avrà avuto minimo un furgone per caricare 10 sacchi neri pieni di merce.
    Forse erano solo ladri malviventi, pronti a rivendere la merce in qualche bottega o bancarella.

    E’ vergogna, per chi rappresenta lo stato, avere indotto (per la loro rapacità nell’infilare le mani nelle tasche anche e sopratutto dei più poveri; per il loro inesistente senso della giustizia sociale a non impinguare le pensioni e paghe delle fasce più deboli; per la loro mancanza di dignità a mantenere privilegi a se stessi e ad alcune categorie a loro vicine, a discapito di altre) dei poveri anziani a commettere piccoli furti per potere sopravvivere!! Vergogna!! Senza dignità!!

    pienamente d’accordo con antonio!

    A questo punto sarebbe opportuno come dice Grillo di dare ai disoccupati e alle famiglie disagiate un reddito di sopravvivenza, se no i poveri tra poco ce li ritroviamo dentro le nostre case e rubano per necessità. Ma la cosa che mi sorprende che ancora i politici fanno finta di non capire, ma ancora non sanno che i primi ad essere presi di mira saranno proprio loro.

    Antonio noi del sud con la magna grecia,sai quanto abbiamo insegnato a voi del nord???salutami il trota tuo compare!Assabbenerica

    la rivoluzione del popolo di stò passo è vicina!

    Antonio: vacuiccati….e te l’ho detto in bresciano! ahahahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *