La legge "no comment" |finisce su Striscia - Live Sicilia

La legge “no comment” |finisce su Striscia

Stefania Petyx

Il popolare tg satirico Mediaset si è occupato della legge sull'editoria varata alcuni giorni fa dall'Ars, che prevede finanziamenti pubblici solo per le testate online che accetteranno di "schedare" i propri lettori.

16 Commenti Condividi

PALERMO – La legge “no comment” finisce su Striscia la notizia. Nella puntata di stasera, il popolare tg satirico Mediaset si è occupato della legge sull’editoria varata alcuni giorni fa dall’Ars, che prevede finanziamenti pubblici solo per le testate online che accetteranno di “schedare” i propri lettori. Proprio su quest’aspetto della legge si è soffermata l’inviata palermitana Stefania Petyx, che – accompagnata dal bassotto d’ordinanza – ha fatto visita anche alla redazione di LiveSicilia.

Con una conclusione: “Con questa legge – dice l’inviata del tg satirico – non si inibiscono soltanto gli insulti, ma anche le critiche, che infastidiscono molto l’Ars. Saranno infatti tanti i commentatori che per paura di esporsi non forniranno il documento di identità”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

16 Commenti Condividi

Commenti

    Allora non voto più nessuno se la votazione delle leggi sarà a scrutinio segreto

    Siamo una barzelletta mondiale, complimenti ai grandi statisti che l’hanno partorita…

    FANTASTICO!!! SOLO IL PARLAMENTO SICILIANO POTEVA VOTARE UNA SIMILE LEGGE. MI AUGURO CHE I CITTADINI SI RICORDINO , AL MOMENTO DELLE ELEZIONI, CHI E’ IL PRIMO FIRMATARIO DI QUESTA LEGGE. SE NON RICORDO MALE DOVREBBE ESSERE UN NOTO ESPONENTE DEL PDL . E’ PUR VERO CHE L’HANNO VOTATA PURE GLI ALTRI, MA LO SPUNTO ….IN OGNI CASO LA COLPA E’ DEI SICILIANI CHE CONTINUANO AD ELEGGERE CERTI POLITICANTI. VIVA LA SICILIA.

    Direttore,
    tanto lo sapete che una norma del genere non reggerebbe neanche un primo grado di giudizio. Però è giusto “fare scruscio”, perché la questione abbia la massima visibilità.

    E mi meraviglio del Commissario Aronica che, tra le altre, non ha ritenuto opportuno cassare tale ca…ssata, in palese violazione della Costituzione nazionale, di varie norme di diritto civile e della normativa Comunitaria, oltre che di quel “buon senso del padre di famiglia” che sembra smarrito da anni da tutti i politici italiani, a vario livello.
    Ma si sa: la Sicilia è sempre avanti… in queste cose.

    Ai nostri politici ricordo sempre il capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry .
    Sei bello , solo se puoi confrontarti con gli altri.
    Sei ricco , solo se puoi confrontarti con gli altri.
    PUOI AMMINISTRARE , SOLO SE HAI QUALCUNO DA AMMINISTRARE .

    Tra poco tempo , i nostri politici rimarranno soli ad AUTOAMMINISTRARSI tra loro, nell’Isola che hanno voluto distruggere .
    Peccato !

    Una legge vergognosa che vuole fermare le critiche(giusto censurare le offese ma insopportabile inibire le leggittime critiche),spero che Crocetta si schieri contro questa “legge bavaglio“

    …abbasso il dittatore di Gela…W la liberta’…
    …ma poi, sono pure asciutti (e ignoranti, quindi) di un minimo di informatica da bambibi di dieci anni : non sanno che anche cosi’, fornendo uno pseudonimo, siamo tutti tracciabili con gli indirizzi IP….ma che consulenti hanno ???? mah povera Sicilia zimbella dell’ITalia intera …..

    Striscia dovrebbe occuparsi anche del bando da 30 milioni di euro aperto per meno di 72 ore e senza alcuna forma di pubblicità…

    Conconrdando che è una legge porcata, mica è vero che si è sempre tracciabili.
    Di sistemi per nascondere l’IP ne esistono a bizzeffe. In ogni caso l’IP non è associabile univocamente alla persona ma al massimo ad un dispositivo.

    SE TUTTI I POLITICI, FACESSERO LE LEGGI PER SALVAGUARDARE LA GENTE CON CRITERIO LOGICO E SOPRATTUTTO SENZA ISTERISMI E CONVENIENZE DI PARTE, RICEVEREBBERO SOLO ELOGI DAI CITTADINI E NON SAREBBERO COSTRETTI A RICORRERE ALL’ATTO MESCHINO DEL BAVAGLIO

    POVERA ITALIA E POVERA SICILIA !!!!

    Era arcinoto che la Regione Siciliana non ha mai saputo fare una Legge. Adesso non solo è riconfermato ma hanno dimostrato la loro palese mancanza di incompetenza,professionalità e capacità a rappresentarci. Vadano tutti a casa.
    Ho espresso il mio pensiero tutelato dalla Carta Costituzionale.

    Roba da Joseph Goebbels.

    Riprendo da wikipedia:
    “Il Reichsministerium für Volksaufklärung und Propaganda (Ministero del Reich per l’istruzione pubblica e la propaganda), noto anche come Propagandaministerium, è stato un ministero della Germania nazista, creato per diffondere l’ideologia del Partito nazista in Germania e controllare le espressioni culturali nel paese. Fondato il 13 marzo 1933 dal nuovo governo nazionalsocialista di Adolf Hitler, il ministero venne affidato a Joseph Goebbels e incaricato di controllare la stampa e la cultura nazionale.”

    http://it.wikipedia.org/wiki/Reichsministerium_für_Volksaufklärung_und_Propaganda

    Certe leve in democrazia vanno usate con cautela e sapienza; non se ne vede tanta di entrambe nella legge dell’ARS.
    Ė molto pericoloso il concetto alla base della legge; controllare la stampa e le espressioni culturali ha il brutto precedente che ho tratto da wikipedia.

    Se esiste un moderatore, non vedo la necessità di “censire” chi esprime i propri commenti. E’ come se, per dire come la penso (sempre nel pieno rispetto degli altri, ovviamente), quando cammino per strada sia prima obbligato a mostrare agli altri la mia carta d’identità. Credo non sia democratico e civile. Libertà di pensiero prima di tutto! In molti paesi stranieri (vedi Inghilterra) non esiste neppure un Ordine dei Giornalisti e l’obbligo della registrazione delle testate giornalistiche… in fondo tutto ciò significa solo una cosa: libertà. Qui arriviamo all’opposto. Prima postavo i miei commenti su altri siti (non faccio il nome) che hanno tolto adesso la possibilità di farlo. Bene: continuerò a visionare solo i siti (come Live Sicilia) che lo consentiranno. Vedrete che alla fine la differenza la farà sempre la “base”.

    Legge incomprensibile!

    xk .. chi le propone riesci a comprenderli ?? io NO !!!!!!!!!!!

    x qualcosa la so,
    quanti sono questi sistemi per mascherare l’ip? Elenchiamoli, vediamo che livello di conoscenza informatica bisogna avere per usarli e poi facciamo un sondaggio per vedere quanti smanettoni informatici ci sono in media tra mille utenti che scrivono qui. Che poi fra l’altro perché uno sia un calunniatore dovrebbe verificarsi l’accoppiata vincente delle due cose: uno dovrebbe essere uno smanettone e in più dovrebbe sapere anche qualche gossip politico. Quante probabilità ci sono? E in ogni caso, se ciò dovesse accadere, allora si contatta il proprietario del sito e gli si chiede di cancellare il commento, pena una querela. …sapendo l’ip, data e ora della connessione e gestore internet, si arriva alla linea telefonica da cui ci si è collegati. Non so se è chiaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.