Martina tira la volata ai dem| “Micari argine a destra e M5S” - Live Sicilia

Martina tira la volata ai dem| “Micari argine a destra e M5S”

In attesa delle folle oceaniche annunciate da Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, il Nazareno non sta a guardare.

 

verso le regionali
di
2 Commenti Condividi

CATANIA – Maurizio Martina in campo per Fabrizio Micari. In attesa delle folle oceaniche annunciate da Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, che sabato duelleranno a distanza nella città etnea, il Nazareno non sta a guardare. Oggi è la volta del Ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina, che in veste di vice segretario nazionale chiama a raccolta i suoi e fa il punto sulle imminenti elezioni regionali. A margine dell’incontro sullo stato dell’arte del Pd in Sicilia, organizzato dai Gd, Martina ha cercato di gettare acqua sul fuoco della polemica scatenata dalle sue dichiarazioni in merito all’utilità del voto al candidato della sinistra radicale, Claudio Fava.

“Io non voglio fare nessuna polemica”, taglia corto Martina. “Dico che, siccome siamo a pochi giorni dal voto, l’unica alternativa a destra e Cinque Stelle si chiama Fabrizio Micari, quindi il tema per me non è Fava, ma l’elettore siciliano di centrosinistra che non vuole consegnare questa regione a destra e Cinque Stelle”, argomenta Martina. “Micari è l’unica novità in campo”, ripete il vice segretario.

Il Ministro non vuole pensare a una possibile débâcle del centrosinistra. “Si lavora fino all’ultimo minuto e anche di più fino al voto per le buone ragioni di questa proposta, si lavora palmo a palmo, casa per casa nelle città e nelle campagne ascoltando con grande umiltà”, dice. Umiltà, certo. Ma anche “determinazione perché questa è una partita importante”. Quando i cronisti gli chiedono dell’arrivo in Sicilia di Berlusconi e Grillo, Martina risponde secco: “Auguri”.

Poi aggiusta il tiro. “Noi siamo qui non abbiamo bisogno di annunciare cose roboanti a noi serve un lavoro per strada, palmo a palmo sul territorio, di confronto e dal basso: questo siamo noi, l’alternativa popolare a chi arriva sull’isola solo per mezz’ora”, spiega. Il tema vero è che i siciliani decidano per la Sicilia e che non arrivi da fuori nessuno ad inventarsi uno slogan semplice: ascolto e confronto più che un comizio”, continua il numero due del Pd. E mettendo un attimo da parte lo scontro del 5 novembre Martina non chiude la porta ai fuoriusciti di Mdp in vista delle politiche. “Noi siamo disponibili a lavorare per un centrosinistra dove le forze si uniscono e guardano avanti, dove il tema è la cooperazione tra le forze e non la competizione”, spiega.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Veramente l’argine bisogna farlo per evitare lui e per il suo “fantastico” PD

    Un altro grande “statista” ha detto la sua “mi….ata”! Forse qualcuno doveva dirgli che negli ultimi 5 anni hanno governato loro, e male,malissimo.Il peggiore governo della storia siciliana.Con il Presidente ultimo nelle classifiche nazionali di gradimento,con oltre 50 Assessori avvicendati(record nazionale,anzi europeo).Ci vuole veramente coraggio e soprattutto dignità a riproporsi e a parlare di progetti e programmi.Il tempo per voi è scaduto.Sotto a chi tocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *