Mercatino di viale Francia | Blocchi stradali degli ambulanti - Live Sicilia

Mercatino di viale Francia | Blocchi stradali degli ambulanti

La polizia municipale nel mercato di viale Francia

Il mercatino, che fino a qualche settimana fa si svolgeva il martedì in piazzale Francia, è stato spostato su via dei Nebrodi a causa dei lavori in corso alla linea ferroviaria. Gli ambulanti hanno bloccato il traffico all'incrocio con viale Strasburgo per richiedere degli spazi certi dove poter lavorare.

Palermo
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – Nuovi blocchi e proteste in viale Strasburgo, per la precisione all’incrocio con viale Francia dove ogni martedì si svolge il mercatino settimanale. A creare disagi ad automobilisti e residenti sono stati i mercatari della zona che, ormai da più di un mese, si sono visti costretti a trasferire il proprio raggio d’azione proprio lungo viale Francia e via dei Nebrodi per i lavori alla linea ferroviaria che impediscono l’utilizzo dell’area attigua alla fermata della metropolitana.

I manifestanti, che hanno bloccato la strada con cassonetti della spazzatura mandando in tilt il traffico della zona, hanno liberato il tratto interessato dopo circa mezz’ora. A rendersi necessario è stato infatti un massiccio intervento della polizia municipale che, disponendosi nei principali ingressi del mercato, ha riportato la situazione alla normalità. Momenti di tensione fra caschi bianchi e alcuni ambulanti inoltre lungo via dei Nebrodi data la disposizione di quest’ultimi oltre il limite stabilito dal Comune.

“Siamo riusciti a piazzare la nostra bancarella solo intorno alle 10:30 – ci dice un commerciante – perchè secondo i vigili urbani siamo oltre il tratto di via dei Nebrodi concesso dal Comune. Il fatto è che la strada dovrebbe essere delimitata con degli appositi segnaposto per rendere semplice anche a noi mercatari il posizionamento delle nostre attività”. Alla base della protesta di stamane c’è infatti la richiesta da parte degli ambulanti che l’attuale disposizione del mercato rimanga tale con una migliore regolamentazione da parte dell’amministrazione comunale.

“Nella planimetria elaborata dal Settore servizio alle Imprese del Comune il 7 febbraio scorso – ci mostra G.R un altro commerciante – il mercato rionale doveva svilupparsi, oltre che su viale Francia, lungo tutto via Montecarlo fino ad arrivare al ponte di via Belgio. Questa disposizione risulta dispersiva per un mercatino come questo e quindi noi aderenti a Liberimpresa, circa 105, chiediamo che venga rispettata l’attuale disposizione. Anche per questo motivo stiamo raccogliendo delle firme in una petizione affinchè il mercato rimanga qui dove si trova”.

La petizione, intitolata ‘Aiutateci a salvare il mercato’ e indirizzata al sindaco Orlando, sembra però riscontrare pareri contrastanti fra i consueti clienti che frequentano il mercatino. Per la signora L.M: “Il mercato stava bene dove si trovava prima ora il Comune deve trovare un posto migliore dove distribuirlo senza che vada ad impedire ai residenti di vivere con tranquillità”. Al contrario per M.C, residente in via dei Nebrodi: “L’amministrazione comunale dovrebbe dare la possibilità agli ambulanti di lavorare lungo questa via ma, allo stesso tempo, permettere a chi ci vive di organizzarsi con il parcheggio delle proprie auto che, in determinati casi, possono rimanere intrappolate”.

“Il problema è che da tre settimane non viene applicata l’ordinanza sindacale – dice il vicepresidente della Sesta circoscrizione Massimiliano Giaconia – abbiamo istituito la conferenza di servizi, serve la segnaletica orizzontale per gli stalli ma l’ufficio Traffico si è opposto. La Sis ha messo a disposizione anche un’area che donerebbe al Comune, dove poter mettere una ventina di stalli, ma il Patrimonio non ha ancora definito la pratica”. “In generale c’è un’indisposizione dei residenti di via dei Nebrodi e di viale Francia – replica l’assessore Marco Di Marco – siamo a conoscenza di una petizione in atto e questa vicenda non aiuta a gestire in modo sereno il mercato che ha un impatto importante sulla mobilità e le attività commerciali. Abbiamo incontrato la circoscrizione e le associazioni di categoria e ognuno fornisce la sua visione che spesso con collima con quelle degli altri. I commercianti hanno rigettato le nostre ipotesi, speriamo nei prossimi giorni di trovare una mediazione”.

“Non accenna a diminuire il conflitto tra residenti e i mercatari di viale Francia. Ancora una volta – dice Marcello Susinno, presidente della commissione viabilità della Circoscrizione – è stata disattesa l’ordinanza municipale che disponeva l’allocazione dei banchi lungo la via Montecarlo e via Biagio Pace. I residenti – continua Susinno – hanno dovuto fare i conti con l’arbitrio degli ambulanti che hanno ritenuto di rifiutare i confini imposti dal Comune e scegliere il posto a loro più congeniale, lasciando deserte le strade individuate. Ma il paradosso è stato raggiunto quando le auto in sosta su via Montecarlo sono state ugualmente multate, ancorchè la strada non è stata impegnata dai mercatari. Ma l’episodio più insopportabile è quello che ha costretto un carro funebre a svincolarsi dalla gente e dai banchi, per passare. La mancanza di ogni regola rischia di provocare seri problemi anche ai mezzi di emergenza o di soccorso quali ambulanze protezione civile, vigili del fuoco forze dell’ordine. Il passare del tempo non induce purtroppo a imminenti soluzioni che possano conciliare le esigenze dei commercianti che, nel frattempo hanno avviato una raccolta di firme per restare dove sono, con quelle dei cittadini esasperati”.

Clicca qui per visualizzare la mappa del mercato rionale elaborata dal Comune.

Clicca qui per le immagini del mercato di viale Francia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    …vediamo quanti ne rimangono se viene fatto un controllo da guardia di finannza per verificare se risultano titolari di partita iva e vigili urbani sper l’accertamento della regolarità delle autorizzazioni e del suolo pubblico…la sopresa di Pasqua!

    aggiungerei anche un controllo sulla provenienza e reglarità fiscale delle merci e sulla idoneità dei mezzi di trasporto utilizzati come negozi. Ci sarebbe da ridere veramente. Ma purtroppo questo è un paese fatto di chiacchere e mandolini!

    È una città nelle mani di questi incivili . quando ti levano la libertà di entrare e uscire da casa è veramente finita . come può l’amministrazione permettere tutto questo??

    prova a indovinare! Siamo nelle mani di nessuno, Prefettura compresa.
    L’ Ordine Pubblico è una utopia per questa città. Ognuno può fare cio che crede perchè tanto resta impunito.SEMPRE!

    e bello guardare da lontano e giudicare mettetevi x un attimo nei panni degli operatori su aree publiche . x avere queste concessioni qualcosa daranno pure al comune . se il vostro problema è convivere 4 ore la settimana con persone che vogliono lavorare. vuol dire che il problema siete voi incivili è razzisti l’abito non fa il monaco .abitare nelle zone alte di palermo non fa un signore ,il signore lo fa avere rispetto x l’umanita. oltre ad’essere mercatari come ci definisce il comune e la stampa .siamo pure dei lavoratori con famiglie a carico

    a noi incivili, che paghiamo le tasse, piace ricordarvi che emettere qualche scontrino fiscale, almeno una volta ogni tanto, non è reato e quindi potreste anche farlo!
    Grazie

    A questi mercatari dell’illegalita, perchè di questo si tratta, non piace in nessun modo da quanto si vede, il rispetto delle regole. Il comune pone delle regole e loro si inca***no.
    A parer mio andrebbero proprio eliminati i mercati rionali, che sono ormai diventati dei ricettacoli di merce fasulla sovraprezzo e anche illegale, mettiamoci pure la prepotenza di questa gente, che dice di lavorare, ma non fa altro che fare casini spostando cassonetti in mezzo alla strada o disattendendo delle ordinanze comunali che comunque CI SONO, e al posto del mercato abbiamo il delirio.

    prova a convivere anche tu ogni settimana con i sacchetti delle urine lasciate da questi signori, con la spazzatura che giace fino a sera, con gli avanzi di pesce scaricati per strada e cassonetti rivoltati, con la spazzatura all’interno, per fare spazio a loro mezzi. Si se chiedere di eliminare tutto si chiama razzismo allora si, sono razzista!!!

    l’unico scontrino che conoscono è quello del turno al salumiere……

    Un sindaco che non sa gestire un mercatino rionale , come può mai gestire una citta?

    L’unica arma che hanno i cittadini è boicottare questi mercati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.