Miccichè: "No a missione in Libia se non si risolve il problema pescatori" - Live Sicilia

Miccichè: “No a missione in Libia se non si risolve il problema pescatori”

Il presidente dell'Ars ha ricevuto una delegazione di pescatori accompagnati dall'assessore Scilla
1 Commenti Condividi

PALERMO – Una delegazione di pescatori di Mazara del Vallo, accompagnati dall’assessore alla Pesca, Toni Scilla, è stata ricevuta ieri sera dal Presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè. Tra di loro anche Luciano Giacalone, armatore del peschereccio Michele Giacalone, bersaglio di sassaiole e speronato ieri da alcune imbarcazioni turche, e da Giuseppe Giacalone, comandante del peschereccio Aliseo, rimasto ferito nei giorni scorsi dopo l’aggressione con colpi di arma da fuoco da parte di militari libici.

“Per l’ennesima volta – ha affermato Miccichè – siamo costretti a discutere del problema della pesca nel Mediterraneo di cui sono vittime le flotte siciliane fatte oggetto di continue aggressioni da parte delle autorità libiche, addirittura con colpi di arma da fuoco e sassaiole. La situazione non è più sostenibile e siccome entro il prossimo mese di luglio l’Italia dovrà rinnovare la missione con la Libia, nella quale il nostro Paese dovrebbe dargli qualcosa come 60 milioni di euro, nessuno si permetta – ha concluso il Presidente dell’Ars – di firmare accordi con la Libia se prima non si risolve definitivamente il problema dei nostri pescatori”. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Gli attacchi ai pescherecci e gli sbarchi di clandestini sono la ritorsione di Erdogan all’uscita infelice di Draghi. E ne avremo ancora di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *