Mourinho: "Potevamo vincere 5 a 1" - Live Sicilia

Mourinho: “Potevamo vincere 5 a 1”

Inter-Catania: L'allenatore nerazzurro
di
0 Commenti Condividi

“Nel primo tempo, undici contro undici abbiamo giocato bene, con quattro-cinque possibilita’ di segnare”. Lo ha detto Jose’ Mourinho al termine della sua prima vittoria in campionato, il 2-1 sul Catania.

“Abbiamo preso gol ma c’e’ stata una bella reazione della squadra, con un bel gol di Quaresma, pensavo di poter finire undici contro undici pensando di utilizzare giocatori come Mancini o Adriano in attacco nella ripresa ma questo non e’ stato possibile. Abbiamo avuto altre possibilita’ di segnare il terzo gol con Mancini ed Ibra – spiega ancora il portoghese – il Catania ha fatto la sua partita anche se penso che il risultato giusto sarebbe stato 3, 4 o 5-1 penso che sono tre punti importanti per noi, con una bella prestazione di Maicon arrivato solo ieri dal Brasile, un Vieira che pensavo non potesse giocare piu’ di 60 minuti, alcune volte si vince con molti gol oggi solo 2-1. Muntari ha due occhi non tre e nessuno nella direzione di Tedesco. Muntari paga il prezzo della fama.
Nervosismo nel primo tempo? Non sono nervoso, cerco di essere tranquillo qui in panchina, qualche volta c’e’ bisogno di comunicazione con in giocatori ma l’esperienza ci dice che quando abbiamo possiblita’ di segnare e non si segna c’e’ un rischio grande”. 
“Oggi con il 4-4-2, vedremo tante Inter diverse? Qui in Italia tutti gli allenatori si adattano, studiano gli avversari, il tecnico studia molto bene. Come ha fatto la Samp con noi – chiude l’allenatore del club nerazzurro – Walter Zenga l’ho ascoltato in settimana, mi sembrava volesse venire a Milano per vincere ma poi non e’ arrivato per vincere”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.