New York, apre il ristorante| dove si mangia in silenzio - Live Sicilia

New York, apre il ristorante| dove si mangia in silenzio

Nella metropoli più chiassosa del mondo, a tavola si preferisce star zitti. La conferma è il successo registrato dal primo ristorante silenzioso, nato a Brooklyn, da un'idea di Nick Nauman. In breve, il locale - dove è severamente vietato parlare - è diventato di tendenza.

LA CURIOSITA'
di
0 Commenti Condividi

Tutto esaurito a New York da “Eat”, il primo ristorante “silenzioso” del mondo, che ha da poco aperto i battenti nel quartiere di Brooklyn. Regola numero uno per i clienti del gettonatissimo locale è mangiare senza proferire parola. Una pratica zen che consente di rilassare la mente e liberarla da ogni pensiero, a cominciare dal luogo in cui si mangia. Il proprietario Nick Nauman, che fa anche da chef, si è ispirato ad un’esperienza vissuta in prima persona durante un viaggio in India. Ricreando nel suo locale l’atmosfera del monastero buddista da lui visitato, dove i pasti venivano consumati nel più religioso silenzio.

Ad ospitare il primo ristorante “No talking” non poteva che essere la Grande Mela, ovvero la metropoli più frenetica del mondo. In pochi giorni, l’idea alternativa di Nauman ha fatto tendenza. Il menu di “Eat” è rigorosamente “green” e propone piatti realizzati con ingredienti naturali e biologici. Un altro punto a favore del ristorante antistress dove una cena dura almeno novanta minuti. Se qualcuno osa infrangere la regola del silenzio viene punito come fosse un bambino: il suo piatto viene tolto dal tavolo e trasferito su una panca all’esterno del locale. Un metodo “estremo” giustificato dall’insegnamento che si intende veicolare: il silenzio è d’oro, specie mentre si mangia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.