"Non c'è alcuna ipotesi di reato" | Archiviazione per l'Albaria - Live Sicilia

“Non c’è alcuna ipotesi di reato” | Archiviazione per l’Albaria

Foto d'archivio

La decisione del gip nella guerra giudiziaria tra i vertici del circolo velico e la Italo Belga.

Palermo
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Il Giudice per le indagini preliminari ha confermato la richiesta della magistratura di archiviazione del procedimento penale non ravvisando nessuna ipotesi di reato ascrivibile ai dirigenti dell’associazione sportiva Albaria di Palermo. La vicenda è quella che si generò – nell’anno 2012 e 2013 – dall’impedimento all’utilizzo di una piccola porzione della spiaggia di Palermo (Mondello), per effetto dell’interdizione frapposta da parte della società “Mondello Immobiliare italo belga”, amministrata da Gianni Castellucci.

La questione giudiziaria era stata generata nell’ambito dell’organizzazione del “World Festival On The Beach”, che ha visto il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) e il Consiglio di Stato (CGA) condannare l’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente e la stessa “Immobiliare italo belga”, a cui è stata anche rigettata la paradossale richiesta di risarcimento di oltre 500mila euro per il mancato utilizzo di soli 100 metri di spiaggia per i sei giorni della manifestazione pubblica.

La Mondello immobiliare Italo Belga aveva querelato i dirigenti dell’Albaria per calunnia e diffamazione per una frase contenuta nella lettera inviata al Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta (marzo del 2013): “Il diniego (tardivo, illegittimo e ingiustificato) ed il ripetersi di episodi imbarazzanti legati ad ostacolare la manifestazione World Festival On The Beach – noti all’opinione pubblica-, impedisce al nostro sodalizio di conoscere quali inconfessabili interessi si nascondono dietro il rapporto fra Amministrazione (o soggetti appartenenti ad essa), ed una società siciliana per lo sfruttamento di aree pubbliche di dubbia legittimità. Parliamo della concessione che ha incatenato Mondello ad uno sfruttamento indecente del territorio ai danni di tutti i cittadini”.

La magistratura aveva chiesto l’archiviazione, ma Gianni Castellucci in proprio e nella qualità di amministratore delegato della società “italo-belga” si era opposto. Da qui l’udienza davanti al Giudice per le indagini preliminari di Palermo che conferma la correttezza di Vincenzo Pottino e Vincenzo Baglione, rispettivamente presidente e direttore dell’Albaria, qualificando come infondata la ricostruzione accusatoria della Mondello Immobiliare Italo belga ed archiviando il fascicolo.

“La società amministrata da Gianni Castellucci e i funzionari responsabili del Demanio Marittimo servizio 5 dell’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente – si legge in una nota dell’Albaria -, di fatto, ostacolarono la manifestazione di pubblico interesse. Il T.A.R. Sicilia, condannò l’assessorato Territorio ed Ambiente e la Mondello Immobiliare Italo Belga disponendo: ‘la trasmissione della presente ordinanza, nonché dell’istanza di esecuzione degli atti depositati dalla ricorrente in data 4 giugno 2015, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo per quanto di competenza’. Il provvedimento del TAR è stato successivamente confermato anche dall’ordinanza del CGA (n.50 del 19 febbraio 2016), che ha ulteriormente chiarito a favore dell’Albaria tutti gli aspetti burocratici nell’interesse della collettività. L’Albaria, in questa vicenda giudiziaria, fu costretta a difendere anche l’Ente Pubblico su cui pendeva la richiesta di un risarcimento danni per oltre 500mila euro avanzata dalla società privata che gestisce il più grosso stabilimento balneare di Palermo. La Mondello Immobiliare Italo Belga rivendicava il mancato utilizzo ad esclusivo uso di una porzione di circa 100 metri lineari di spiaggia che l’Ente Pubblico aveva reso fruibile a tutti nella sua naturale bellezza per i sei giorni della manifestazione di maggio 2012″.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    PREMETTO CHE NON SONO SOCIO DEL CIRCOLO IN QUESTIONE , NE` CONOSCO CHI LO GESTISCE, MA DEVO DARE ATTO A CHI ORGANIZZAVA IL WORLD FESTIVAL CHE ERA UN BELLISSIMO EVENTO INTERNAZIONALE CHE DAVA SOLTANTO LUSTRO ALLA CITTA` TUTTA ED ALLA SICILIA.

    MI AUGURO CHE GLI AMMINISTRATORI E LE PARTI INTERESSATE POSSANO COLLABORARE DI NUOVO PER VALORIZZARE DI NUOVO E DI PIU ` LE NOSTRE RISORSE .

    La Sicilia, in ambito sportivo, è ricordata livello mondiale , per due manifestazioni:
    TARGA FLORIO e WINDSURF WORLD FESTIVAL.
    Da ricordare che,sono manifestazioni nate da due privati e non da pubbliche amministrazioni .

    dimentichi gli internazionali di tennis che si svolgono al country club di mondello. In ogni caso tutte e tre le manifestazioni sono molto poco sponsorizzate e potrebbero portare molti ma molti più turisti se venissero gestite e pubblicizzate meglio. al momento sono eventi piuttosto di nicchia purtroppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *