Oda, pagata la mensilità di giugno |A fine mese in arrivo gli arretrati - Live Sicilia

Oda, pagata la mensilità di giugno |A fine mese in arrivo gli arretrati

Il commissario Landi: ”Pieno apprezzamento all’invito al dialogo dell’assessore Lombardo".

Boccata d'ossigeno per i lavoratori
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – “Pagate stamani le spettanze di giugno 2018”. Lo afferma il commissario straordinario della fondazione Oda, Adolfo Landi, che esprime inoltre” pieno apprezzamento all’invito al dialogo dell’assessore Lombardo”. “Le spettanze relative al mese di giugno 2018 – prosegue – sono state poste in pagamento stamattina, così come d’altronde già anticipato la scorsa settimana. Manteniamo, pertanto, fede all’impegno assunto. I lavoratori restano in credito della mensilità di luglio, maturata da sette giorni, che verrà corrisposta entro la fine del corrente mese di agosto”.

Il Commissario straordinario dell’ente, avv. Adolfo Landi, torna inoltre sulla vicenda trasporti: “Condividiamo l’invito dell’assessore Lombardo a evitare da un lato un dibattito mediatico che non ha alcuna ragione di essere alimentato, e a ricercare dall’altro una interlocuzione forte nell’interesse degli assistiti. Come abbiamo già evidenziato in precedenza, l’ODA non ha infatti alcun motivo per polemizzare con l’amministrazione comunale; piuttosto, ha certamente interesse a individuare soluzioni utili a dare risposta ai propri utenti”.

“Il problema del servizio di trasporto è reso complesso – spiega ancora Landi – dal fatto che sia l’ODA che il Comune, e in entrambi i casi certamente non per colpa degli attuali responsabili, non si trovano in condizioni di prosperità economica. E purtroppo devono fare i conti con un territorio che vive una fase di difficoltà. Anche qui, infatti, ha ragione l’assessore Lombardo quando riferisce di un costo medio del servizio più basso in altre realtà metropolitane, ma tale condizione si spiega con una compartecipazione al costo da parte degli utenti, fattispecie che qui va assolutamente evitata come correttamente ha stabilito l’amministrazione comunale. Ma pur in tale complessiva difficoltà è necessario dare soluzione al problema. Se fosse nelle condizioni di farlo l’ODA, che non deve produrre né utili né dividendi, non avrebbe alcuna difficoltà a mantenere servizi in perdita pur di andare incontro alle esigenze di chi ha necessità. Oggi purtroppo, però, se vuole salvaguardare la propria funzione, non può più accumulare perdite. La strada del risanamento è infatti obbligata proprio nell’interesse degli oltre 1.500 utenti che ricevono un servizio altamente professionalizzato e degli oltre 500 addetti che erogano tale servizio e che attraverso la loro attività sostengono le proprie famiglie”.  

“Occorrono quindi – conclude il Commissario straordinario – soluzioni nuove al problema rispetto al passato. Siamo certi però che in questo ritrovato spirito di dialogo e con le iniziative che ha già messo in atto l’assessore possa a breve essere pienamente ripristinato il servizio ed in tal senso ODA non può che confermare la piena disponibilità alla collaborazione già espressa in queste settimane”.

 

 

 

 

 

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.