Omicidio a Caltanissetta, chi sono i feriti: notte di interrogatori

Omicidio a Caltanissetta, chi sono i feriti: notte di interrogatori

La lite per un apprezzamento rivolto a una ragazza
L'INCHIESTA
di
0 Commenti Condividi

CALTANISSETTA – Sono stati sentiti per tutta la notte i tre feriti coinvolti nella lite a coltellate avvenuta ieri sera a Caltanissetta culminata nell’uccisione di Marcello Tortorici, 51 anni, e altre persone le cui posizioni sarebbero al vaglio degli inquirenti. Alla caserma “Guccione” è arrivato il pubblico ministero Massimo Trifirò.

La vittima, raggiunta da un fendente alla gola, è morta durante il trasporto in ospedale. Il movente della rissa, avvenuta nei pressi di un’osteria del centro storico, sarebbe quello subito ipotizzato dai carabinieri, vale a dire un apprezzamento di troppo fatto a una ragazza. Ieri durante il sopralluogo della squadra Investigazioni Scientifiche è stato trovato anche uno dei coltelli utilizzati.

Quando i carabinieri poco dopo le 20.30 sono arrivati in via San Domenico, teatro della rissa, Marcello Tortorici era ancora agonizzante. Il decesso è avvenuto durante il trasporto in ambulanza al Sant’Elia.

Un’altra persona era a terra con ferite da arma da taglio alle gambe. Si tratta di Roberto Millaci, 40 anni. Gli altri due feriti, Massimo Tortorici, 45 anni, fratello della vittima, e Salvatore Fiore, si sono presentati direttamente alla caserma dei carabinieri di viale Regina Margherita.

Il primo dei due ha un taglio al petto, poco sotto l’ascella ma non è stato necessario operarlo. L’altro, raggiunto in maniera lieve, è stato curato dalla guardia medica. In ospedale è stato necessario l’intervento, oltre che dei carabinieri, anche di alcune pattuglie della polizia per sedare gli animi dei parenti delle persone coinvolte nella rissa. La sorella dell’uomo deceduto ha accusato un malore ed è stata assistita dai sanitari.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *