Orlando cambia la Ztl| Stangata per i non residenti - Live Sicilia

Orlando cambia la Ztl| Stangata per i non residenti

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Chi non vive o lavora nella Ztl potrà acquistare solo i pass giornalieri. Ecco tutte le novità.

Palermo
di
75 Commenti Condividi

PALERMO – Niente più fascia oraria libera dalle 14.30 alle 15.30, divieto di ingresso per le Euro 3 Diesel ma via libera a quelle alimentate a benzina verde, pass annuale vietato a chi non lavora o non risiede in centro, con il rischio di una possibile stangata, e agevolazioni per le fasce meno abbienti con abbonamenti all’Amat a un euro al mese. Leoluca Orlando rivoluziona la Zona a traffico limitato e in consiglio comunale, in vista dell’attivazione di inizio settembre, descrive il profilo del nuovo provvedimento provando così a far decadere il ricorso su cui il Tar si pronuncerà nel merito a novembre.

In una Sala delle Lapidi con qualche defezione, il Professore spariglia le carte e prova a rendere la Ztl più digeribile per i palermitani a meno di un anno dalle elezioni, tentando anche una mediazione con l’Aula e aprendo a piccole modifiche. Ma la nuova Ztl rischia di rivelarsi una stangata, con i non residenti e non lavoratori nel perimetro che dovranno accontentarsi dei pass giornalieri se guidano un mezzo a benzina o Diesel. “Vogliamo scoraggiare il traffico veicolare privato che è la principale fonte di inquinamento – dice il Professore – e incentivare il trasporto pubblico anche sulla base dei dati relativi allo smog, con 100 autobus ecologici. Ma nessuno che è residente o lavora nella Ztl, per ragioni economiche, potrà essere tagliato fuori. Revocheremo la precedente ordinanza e faremo tesoro delle indicazioni del Cga, con un provvedimento più fortemente motivato”.

Ma ecco le novità più importanti. Anzitutto viene introdotta una distinzione netta fra chi risiede, lavora, ha figli iscritti a scuola o deve ricevere cure mediche continuative nella Ztl, ha auto elettriche, a Gpl, a metano e mezzi pesanti e chi invece no: ai primi viene consentito di poter fare il pass annuale, ai secondi invece (a patto che abbiano un mezzo meno inquinante) sarà concesso solo quello da 5 euro al giorno, il che si traduce in una possibile stangata. Spariscono le altre formule.

In secondo luogo viene fatta una distinzione fra mezzi inquinanti e meno inquinanti: fra i primi rientrano le Euro 0, 1 e 2 a benzina e le Euro 0, 1, 2 e 3 a diesel; fra i secondi da Euro 3 a benzina ed Euro 4 a Diesel in poi. Salta all’occhio, quindi, che il Diesel è considerato più dannoso della benzina per l’ambiente e la salute, tanto che le Euro 3 a Diesel fanno parte dei mezzi più inquinanti contrariamente alle Euro 3 a benzina. Non potranno entrare in nessun caso i mezzi inquinanti dei non residenti e di coloro che non hanno esigenze per entrare nella Ztl.

In terzo luogo sparisce la fascia oraria libera dalle 14.30 alle 15.30: la Ztl sarà in vigore dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 13. Non cambia il perimetro, che resterà uguale, mentre le fasce di carico e scarico merci saranno riviste: non più due (10-12 e 14-16) ma soltanto una di giorno, che andrà ancora definita.

Andiamo alle agevolazioni. I residenti con mezzo inquinante pagano 90 euro, quelli con mezzo meno inquinante 80; i residenti avranno diritto al pass gratuito per le zone blu sotto casa e a un abbonamento Amat gratis per le linee che attraversano il centro (compresa la linea 101). I mezzi elettrici entreranno gratis, quelli ibridi, a Gpl e a metano pagheranno 50 euro; i mezzi pesanti 600.

I lavoratori, titolari di attività economica, genitori di figli iscritti a scuola e che per necessità di cure mediche continuative devono entrare in Ztl pagheranno 100 euro all’anno se hanno un mezzo meno inquinante; se hanno un mezzo inquinante, invece, e presentano un reddito Isee inferiore ai 10 mila euro l’anno potranno avere un abbonamento Amat annuale a quattro linee, oltre alla linea 101 e alla 107, a 12 euro l’anno, in pratica un euro al mese, che copriranno i costi di emissione del tagliando. Un euro al mese anche per gli studenti fino alle scuole medie; per quelli delle superiori l’abbonamento è fissato d’intesa con la Regione e si attesta a 25 euro. Inoltre a chi stipulerà un abbonamento Amat annuale spetteranno di diritto 20 accessi gratuiti l’anno, a patto che sia titolare di mezzo meno inquinante. Per chi ha pagato il pass annuale della prima fase e non si è fatto restituire i soldi, è previsto il rimborso o l’equivalente in servizi Amat.

“Chi è residente o lavora nella Ztl ma non ha i soldi per cambiare l’auto vecchia potrà entrare o avere l’abbonamento al trasporto pubblico – ha precisato il primo cittadino – la Ztl darà grandi consensi all’amministrazione comunale nel suo complesso”. La prossima settimana la conferenza dei capigruppo elaborerà alcune proposte sulla Ztl, cercando la mediazione col sindaco.

“Grazie agli studi condotti nei mesi successivi al pronunciamento del Cga – spiega l’assessore alla Mobilità Giusto Catania – sappiamo con certezza scientifica che vi è una sovrapposizione fra aree a maggior traffico e aree maggiormente inquinate. Oggi anche grazie a questi studi siamo in grado di presentare una proposta organica, che se da un lato irrigidisce i parametri per disincentivare l’uso dell’auto privata, per esempio considerando inquinanti anche le vetture Diesel Euro 3 e sostanzialmente vietando del tutto la possibilità di accesso in Ztl ai veicoli inquinanti che non siano quelli dei residenti, dall’altro compie un grande passo per incentivare l’uso dei mezzi pubblici con abbonamenti a costi irrisori per coloro che hanno necessità di accesso alla Ztl per motivi di lavoro o salute, o estendendo le agevolazioni in tal senso per i residenti”.

“Siamo di fronte ad un momento importantissimo per la vivibilità della nostra città, ma anche per lo sviluppo di una nuova cultura del vivere gli spostamenti individuali – ha detto l’assessore al Verde Sergio Marino – Oggi stiamo proponendo ai cittadini palermitani una vera alternativa all’auto privata, stiamo costruendo un percorso ed un piano che possono davvero cambiare il volto di Palermo e delle abitudini dei palermitani, verso stili di vita più sostenibili e più salutari”.

LE REAZIONI
“Ho abbandonato i lavori in consiglio – afferma Angelo Figuccia, Consigliere comunale di Forza Italia – dopo pochi minuti perchè nell’ascoltare la relazione del sindaco mi sono sentito come un bambino della prima elementare, in attesa della lezioncina del maestro. Il tema della tutela dell’ambiente merita certamente una grande attenzione e ritengo che strumentalizzare tale questione rappresenti il peggior esempio che la politica possa dare ai cittadini. E’ ormai chiaro da mesi – prosegue Figuccia – che dietro questo tema si nasconde e neanche troppo bene la questione Ztl con la quale, mettendo le mani in tasca ai cittadini il Sindaco farebbe cassa in prossimità dell’ imminente campagna elettorale”.

“Qualunque sia l’impianto delle Ztl, la base giuridica e tecnica è molto fragile e a rischio ricorso: il Pgtu è scaduto e i dati sull’inquinamento sono superati dalla normativa vigente, tanto che l’Arpa sta sostituendo tutta la rete cittadina ricollocando e riducendo le centraline. L’unico vero obbiettivo è chiaro: il disperato tentativo di salvare Amat con l’incasso delle Ztl, anche se la partenza a settembre è insufficiente e ormai il servizio offerto da Amat è piuttosto scarso. Il ricorso al Tar contro questa nuova ordinanza sarà una scelta naturale e obbligata per chi vuole contrastare questa illogica e testarda scelta di tassare i palermitani”. Lo dice il capogruppo dei Comitati Civici al consiglio comunale di Palermo Filippo Occhipinti.

“Orlando – dice il vice capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo Sandro Leonardi – si conferma il sindaco delle tasse: la nuova versione della Ztl è addirittura peggiore della precedente. Il sindaco pensa di colmare i buchi nei conti delle partecipate imponendo a chi non risiede o lavora in Ztl il pass giornaliero, cioè 5 euro al giorno. Il modo più spregiudicato per mettere le mani nelle tasche dei palermitani”.

“La relazione del sindaco – dice il capogruppo Fi Giulio Tantillo – non contiene alcun elemento di novità a eccezione dell’annuncio della revoca dell’ordinanza, che è un fatto positivo anche se le tariffe sono competenza del consiglio comunale e quindi si rischia un ulteriore pasticcio, e del fatto che i non residenti pagheranno 5 euro al giorno e cioè mediamente ben più di 100 euro l’anno, il che non sarebbe giusto. Proporremo di far pagare i non residenti solo per la Ztl 1, per il resto non vanno penalizzati. Inoltre la Ztl va ristretta fino a piazza Croci. L’attenzione al sociale deve essere ben altra e venerdì, con le opposizioni, formuleremo le nostre proposte. Per noi è prioritario l’aggiornamento del Pgtu, ben prima dell’entrata in vigore della Ztl”.

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

75 Commenti Condividi

Commenti

    Niente oramai si è fissato che deve risanare il bilancio Amat a spese dei cittadini elettori e contribuenti, ma vi rendete conto che se una madre deve accompagnare un bimbo a una scuola che ricade dentro il perimetro della ztl da ra pagare cinque euro al giorno per tutto l anno scolastico si può fare un mutuo , per quanto riguarda il grande consenso che ha la ztl i palermitani elettori e contribuenti si riservano di dimostrarlo sicuramente al sindaco uscente in sede elettorale nonostante quanto possa dissentire il rapper skrillex

    Basta. Mai più voti a Orlando e a chi lo sostiene

    Ma non si potrebbe disincentivare i palermitani ad andare in centro?
    Spostando tutti gli uffici comunali fuori dalla ZTL e magari in prossimità di stazioni della metropolitana o capolinea degli autobus?

    buonasera sig.sindaco o chiunque legga in sua vece e conosca il nuovo provvedimento.
    rappresento una società importante in città che affitta auto e furgoni, precedentemente avevamo pagato i pass annuali per tutti i nostri mezzi (tutti euro 5 minimo, spesso euro 6) per permettere la circolazione cittadina ai ns clienti giornalieri. Mi chiedo quale sia la soluzione prevista per la ns categoria commerciale per continuare a lavorare come sempre ed offrire il livello di servizio standard. Impossibile pensare di vendere tanti pass giornalieri quanti sono i giorni di noleggio o chiedere al cliente di reperire autonomamente i permessi. Mi pare chiaro che la ns categoria di commercio non sia stata considerata.
    grazie
    Barresi

    Solo per garantirsi i loro sontuosi stipendi i privilegi

    FOLLIA PURA .MA E’ POSSIBILE SUBIRE FINO ALL’INVEROSIMILE !!!! VOGLIAMO SCENDERE TUTTI IN PIAZZA OGNI GIORNO FINO A CHE QUESTI SIGNORI ‘??? NON VANNO A CASA ?????

    Orlando rischia molto!

    Al palermitano medio il cancro non fa paura!!

    Il palermitano medio ha PAURA DI CAMMINARE!!!
    Ha paura di non potersi STRAVACCARE IN AUTO e PARCHEGGIARE IN DOPPIA FILA a 2 metri dalla sua meta!!

    Benissimo! Sembra decisamente una cosa più seria… Ma la notte? La movida e il suo corteo d’auto viene salvata? Vorrei vedere i dati di inquinamento del ven e del sab sera in piazza verdi, via roma, c.so vittorio emanuele, p.zza marina , p.zza rivoluzione, magione… Sono disponibili??

    Orlando nn cambia mai, tasse su tasse, i cittadini ricambieranno cn il voto.

    Un pazzo, certo lui e famiglia si muovono con le auto blu, e quindi non pagano niente, e noi pecoroni dobbiamo pagare.
    Io non pagherò ed entrerò lo stesso nelle ztl, che mi facciano 1000 multe…
    5,00€ al giorno, ma smettila!
    Se li sogna la notte queste storielle?

    Non ho auto privata ma un abbonamento AMAT ordinario (in quanto per i lavoratori dipendenti residenti a Palermo non è prevista alcuna agevolazione) valido per l’intera rete, della durata di 11 mesi e costato ben € 275,00. Alla luce di questi importi irrisori o meglio politici prospettati dal Sindaco per gli abbonamenti autobus destinati a chi risiede nella ZTL ma è possessore di auto, potrò sperare in una futura riduzione anche per chi, come me, ha il solo abbonamento bus?

    Che vergogna il nostro sindaco Orlando con ZTL!!!invecie di pensare alle strade e alla spazzatura o tantissime persone che come me anno perso il lavoro da due anni!! Il nostro sindaco pensa sempre a far cassa al comune per pagarsi i lavori del tram vergognaaaaaa!!!!ci vediamo alle elezioni!!!!

    Sono senza parole……

    ma questi studi perché non vengono resi pubblici? perché vorrei sapere su quali dati (visto che delle centraline RAP è rimasto solo l’INVOLUCRO) è stato elaborato il perimetro della ZTL!

    ragazzi questa è follia pura ASSSURDOOO questo incompetente da i numeri

    Una città allo sbando guidato da un sindaco lontano anni luce dai cittadini e che ha perso totalmente la bussola. Preparatevi ad assistere un nuovo ricorso al TAR contro questa ennesima presa per i fondelli del duo Orlando-Catania che con l’inquinamento non ha nulla a che vedere.

    A me non dispiace. I non residenti che non hanno esigenze di scuola, sanità, lavoro non possono fare il pass annuale (ma specie sulle prime due sorgeranno molte controversie). Assisteremo, è verosimile, a molti trasferimenti di residenza in centro, a possibili migrazioni di studi professionali che usciranno dalla ZTL non raggiungibile dai clienti. Infine, i residenti (gli unici che di fatto pagheranno e finanzieranno l’amat) godendo di un abbonamento gratis sulle strisce blu di pertinenza potranno risparmiare su costi di garage privati se il centro diverrà meno trafficato. Proviamo.

    L’ultima volta che Orlando fece il Sindaco fu mandato via proprio sulla ztl. Evidentemente non ha capito che così come vuole lui non va. E’ sotto gli occhi di tutti che il problema non è tanto l’inquinamento quanto che vuole fare cassa e non si preoccupa neanche di coloro che non hanno auto eco 6 perchè non se la possono comprare. La colpa di tutto però è dei Magistrati che da un lato bocciano la ztl e dall’altro l’approvano seppur con molte riserve (di cui Orlando non tiene conto). Speriamo che il TAR la bocci definitivamente. La nota positiva è che alle prossime elezioni sarà mandato via con la speranza che levi il disturbo definitivamente.

    Se il motivo vero fosse l’iquinamento, si dovrebbe fare un divieto assoluto dei mezzi potenziando il servizio pubblico (non mezzi Amat inquinanti) purtroppo,il vero problema sono le casse dell’Amat (forse anche quelle del Comune) come lo stesso Orlando più volte ha dichiarato mostrando,anche in queste sue dichiarazioni,incongruenza quindi,spero che alle prossime amministrative i concittadini ricordino con quanta arroganza il 1° cittadino voglia prendersi gioco di tutti noi imponendo le sue decisioni.

    Tutto questo si chiama alleggerire il portafoglio legalmente ,Come si vede Orlando e Catania hanno studiato scientificamente il modo per combattere l’inquinamento , con i soldi presi legalmente dai portafogli dei cittadini faranno in modo che l’aria sia più pulita ,infatti pagando il pedaggio non inquinano più , incoraggiano di prendere i mezzi pubblici , perfettamente hanno ragione ma dovrebbero essere puntuali, Caro Orlando e Catania ricordate che la legge è uguale per tutti o tutti pagano obolo per entrare o nessuno paga ,i residenti con auto inquinante possono circolare mentre i non residenti con auto non inquinanti debbono pagare mi deve dove sta l’equità ? ecco perchè i cittadini dicono che questo che state facendo è furto.

    Basta di questo Orlando non se ne può più. Ci vuole spennare come polli per finanziare il suo fallimentare tram.
    Lui vuole che noi lasciamo la machina a casa ma noi possiamo lasciare lui a casa tanto le prossime elezioni sono ormai vicine

    1- Prima voglio vedere Sindaco, Assessori e Consiglieri alla fermata di Via Roma ad aspettare il 101 alle otto di mattina. Rendetevi conto di persona.
    2- Gli autobus a Palermo non hanno standard di affidabilità e sicurezza (scippi e teppistelli). Non possono essere presi da chiunque.
    3- Se poi ci dobbiamo adattare lo faremo. L’uomo si abitua a tutto.

    E chi fa l’agente di commercio e non risiede all’interno della ZTL e non può muoversi con i mezzi pubblici fa il pass giornaliero così spende 110 euro al mese (5x22gg lavorativi)?

    Ma sta dicendo vero??

    bisogna mobilitarsi per fare in modo che questi siano gli ultimi mesi che Palermo è amministrata da gente incompetente. STANNO DISTRUGGENDO PALERMO!

    Vendetta…nera vendetta!!! lo voteremo in massa…può esserne sicuro…

    Credo l’abbiano già distrutta…

    *hanno perso il lavoro

    E se il suo italiano è questo, non mi sorprende neanche un po’. Comunque non serve a pagare i lavori del tram, ma a disincentivare l’uso dell’auto. Un provvedimento assolutamente che condivido. Anche se io farei qualche altra modifica.

    Basta va leggere l’articolo:

    “I lavoratori, titolari di attività economica, genitori di figli iscritti a scuola e che per necessità di cure mediche continuative devono entrare in Ztl pagheranno 100 euro all’anno se hanno un mezzo meno inquinante; se hanno un mezzo inquinante, invece, e presentano un reddito Isee inferiore ai 10 mila euro l’anno potranno avere un abbonamento Amat annuale a quattro linee, oltre alla linea 101 e alla 107, a 12 euro l’anno, in pratica un euro al mese, che copriranno i costi di emissione del tagliando. Un euro al mese anche per gli studenti fino alle scuole medie; per quelli delle superiori l’abbonamento è fissato d’intesa con la Regione e si attesta a 25 euro. Inoltre a chi stipulerà un abbonamento Amat annuale spetteranno di diritto 20 accessi gratuiti l’anno, a patto che sia titolare di mezzo meno inquinante. Per chi ha pagato il pass annuale della prima fase e non si è fatto restituire i soldi, è previsto il rimborso o l’equivalente in servizi Amat.”

    Significherebbe acquistare nuovi edifici o affitare nuovi locali, a cui si aggiungono i costi per il trasloco, che non sono certamente una cifra piccola.

    Ecco questa mi sembra una critica costruttiva. Sono anch’io dell’idea che si dovrebbe ridurre il costo dell’abbonamento annuale amat. Sarebbe un’ottima soluzione per sensibilizzare i cittadini sull’uso del TPL.

    I GESTORI DEI PUB E LOCALI NOTTURNI SENTITAMENTE RINGRAZIANO .
    CONDIVIDIAMO LA SCELTA DELL’ ORARIO DELLA ZTL CHE TERMINA ALLE
    ORE 20 ? ORMAI ABBIAMO CHIARO IL BACINO ELETTORALE DI COSTORO!
    IL POPOLLO DELLA NOTTE , E LE PERIFERIE ? SI CERCA URGENTEMEMTE
    CANDIDATO A SINDACO CHE ABBIA A CUORE IL FUTURO DEL CENTRO
    STORICO ,E DELLE SUPERSTITI ATTIVITA’ COMMERCILALI CHE ANCORA
    RESISTONO, E CHE CON QUESTA ULTERIORE SCELTA DELLE ZTL SUBI
    RANNO UNA ULTERIORE BATOSTA A FAVORE DEI CENTRI COMMERCIALI?
    GRAZIE SENTITAMENTE GRAZIE , COMUNQUE GRAZIE

    Quindi, in sintesi, io che ho un’attività commerciale in centro e un’auto GPL, oltre a lavorare meno per il minor flusso di persone dovrò anche pagare 100€ l’anno per andare ad aprire il negozio?
    Fantastico!

    ci vogliono dirottare tutti ai centri commerciali
    Farci vedere la tv
    Diventeremo come matrix

    Per due anni il costo del bus dovrebbe essere gratuito per abituare la gente ad utilizzarlo

    x Calò
    Forse è il caso di evitare di fare i saputelli..
    Sono anch’io dell’idea di disincentivare l’utilizzo dei mezzi privati in centro, quindi la soluzione razionale sarebbe quella di rendere il servizio bus efficiente.
    E la condizione attuale del trasporto pubblico cittadino è pessima.

    “Signor” Calò, al di là delle capacità grammaticali , il signor Peppino ha espresso un suo parere che deve essere rispettato, anche se non necessariamente condiviso. Io non so se lei è un “dipendente” del sindaco Orlando oppure esprime liberamente il suo pensiero, però dimostra una notevole dose di arroganza.

    x Calò sempre soldi scippati alle persone che in questo momento non possono pagare ,se era soltanto per l’inquinamento poteva starci , ma non si spiega perchè pagando l’auto non è più inquinante, tutto questo si chiama rapina. non c’è bisogno che proteggi il sindaco perchè è indifendibile

    Bravo calo volevo vedere se te lo eri letto bene tu

    ma i residenti della città antica sono doppiamente penalizzati. Pagano ma hanno un possibile uso dell’auto potenzialmente minore rispetto altre zone, in questo modo non si favorisce certo chi fa una scelta residenziale già molto sofferta, andrebbe fatta una differenziazione per valorizzare e non per scoraggiare chi abita zone già tormentate dal caos di chi usa la città antica come un luna park, mentre il liberi tutti sembra essere proprio il sabato e la domenica che invece andava scoraggiato.

    Ma non è come dici ha considerato un occhio dirguardo per il commercio in particolar modo per i centri commerciali così se devo fare la spesa andare a mangiare una cosa prendere un aperitivo comprare un aio di carpe un vestito vado al c nutro commerciale dove c è pure il multisala e l posteggio gratuito e senza posteggiatori abusivi

    Pepino se dimostra arroganza abbiamo capito tutti chi si cela sotto le spoglie del calo

    I pollici versi saranno degli amici del sindaco…magari dei suoi assessori…

    Abbiamo un Sindaco che è dalla parte dei cittadini e della sua Città…e senza chiacchiari!… mi scappa una risata…ahahahahahahahah

    Il vero problema è che l’inquinamento interessa quasi tutta la città non solo le proposte ztl , delimitate tra l’altro da strade ad alto inquinamento atmosferico e acustico per il notevole traffico veicolare che le attraversa e per le quali sembra prevedibile un aumento.
    Sicuramente i veicoli a motore diesel sono quelli più inquinanti: i proprietari risparmiano sulla
    spesa del combustibile ma gli altri cittadini ne pagano le conseguenze in termini di inquinamento e danni allla salute.

    E’ stato eletto Sindaco dai cittadini, che lo hanno votato alla grande…e magari lo rivoteranno perchè Orlando è intelligente…non è uno sprovveduto e sa come fare ad acchhiapparsi i voti dei palermitani…Ballarò…u Zu Pippinu u panellaru…u zu Cicciu u pescivendolo…una stretta di mano, una fotografia…insomma…fissa unnè…di questo ne sono convinta…

    Perchè ci dovrebbe essere un minore afflusso di persone? Secondo la mentalità che ci si può muovere soltanto in macchina? Bellissimi ragionamenti, bellissimi

    In questo momento bisogna che il Padreterno aiuti noi a non subire le assurdità della coppia Orlando-Catania

    Ma bastaaaaaaa con questa storia del cancro (che viene sempre citata dal solito nick). E’ vero che lo smog può incidere ma non credo ne più o ne meno che il fumo delle sigarette,le emissioni delle fabbriche o un alimentazione in cui si abusa di grassi,fritture,carni rosse,insaccati,etc… E il riscaldamento invernale,la climatizzazione estiva ed i frigoriferi coi loro gas non incidono allora sulle emissioni inquinanti o sull’aumento di consumi energetici basati sempre e solo sul petrolio? D’accordissimo sullo sdradicare le cattive abitudini degli automobilisti palermitani così ben descritte ma far credere,solo per pregiudizio ideologico,che l’auto sia la sola ed unica causa dei tumori è oltre che errato, pure scorretto!!!!!

    Stai scherzando? Quello è elettorato di Giusto Catania

    Per i palermitani prendere un autobus, andare a piedi o in bicicletta è una tragedia,
    mentre smog, polveri sottili e le conseguenti malattie gli fanno un baffo…. anche se hanno bambini…

    siamo alla frutta

    Essendo un non residente non potrei mai accedere a casa mia, salvo di notte forse, se Orlando e Catania lo permettono. Vorrei conoscere il grado di costituzionalità di questo provvedimento.

    Mentalità testata, valerio.
    Le periferie e il centro sono scollegate dai mezzi pubblici, è un dato di fatto. Ammesso e non concesso che prendi l’auto, i parcheggi non esisitono. Sulla mia strada (traversa di via Libertà) c’è la doppia fila della doppia fila: ciò significa che, a meno che tu non debba acquistare un giornale, non puoi lasciare l’auto parcheggiata.
    Considerando tutto questo, la gente preferisce evitare la sfacchinata se può.
    Io per prima lascerei l’auto per venire con i mezzi, sai? Non è fattibile.
    Hai un’attività al centro? Mi sa di no. Per questo usi il condizionale..

    Nessuno ricorda che l’Arpa ha indicato tra i responsabili dell’inquinamento atmosferico anche il porto con le emissioni delle ciminiere navali?

    Basta pagare e il tanto temuto inquinamento sparisce, come per magia…

    Se fosse quella la vera motivazione, la ZTL dovrebbe essere integrale e totalmente vietata al traffico privato (ma funzionalmente circoscritta al centro città, non da via Notarbartolo alla Stazione…)

    Mi dispiace che una persona colta ed intelligente come il Sindaco usi questi approcci verso la cittadinanza, trattata come ebeti ai quali occorre spiegare l’ABC in modo semplicistico.
    Potrebbe essere vero (lo è, ahimé) per una parte, ma c’è un buon numero di palermitani semplicemente stanca di farsi prendere in giro dal politico di turno.

    C’è caduto anche lei, Professore… e lo dica che senza questo provvedimento l’Amat rischia di andare a gambe all’aria!

    Detto questo, è facile prevedere che ancora una volta i Tribunali avranno di che disquisire. Con buona pace dei cittadini, che vorrebbero solo vivere in una città normale.

    Se il problema fosse quello… Ma il problema è finanziario. Con buona pace della nostra salute.

    E per chi come me abita in centro ed ha un figlio di circa 2 anni cosa significa? Che i miei genitori ( di circa 80 anni ciascuno) per venire a vedere mio figlio o per venirlo a prendere per portarlo a scuola e riaccompagnarlo quando io lavoro dovranno pagare 5 euro ogni volta????

    Purtroppo sì significa proprio questo

    non è chiaro se siano state effettuate simulazioni al computer degli effetti che le ztl avranno sull’inquinamento atmosferico e acustico,all’assemblea cittadina di giugno a ingegneria non furono presentate, e ora ci sono?

    Se mister Leo calo facesse un po di mente locale forense capirebbe che una acca o una p come è capitato a me scrivendo su un tablet pieno al posto di Peppino possa anche sfuggire solo chi pensa di umiliare gli altri dall alto della sua arroganza usa comportarsi in cotal maniera , touche ed affonde

    Mai affermato che l’inquinamento automobilistico sia l’unica causa di cancro.
    Da tenere però in conto che LA MANCANZA DI MOVIMENTO è una delle principali cause di morte prematura.

    orlando vattene a casa che poi ti rivotimo!!!aspettacci

    Mah…non so…intanto capisco che ne ha di seguaci…si doveva cambiare e votare Ferrandelli…votare il nuovo…intanto i palermitani lo hanno voluto e ora se lo devono tenere senza lamentarsi…

    La gente che lavora in nero, sottopagata dovrà licenziarsi ?

    Prima si mettano i servizi (parcheggi interscambio, metropolitana sotterranea, autobus navetta gratuiti ecc…) e poi si facciano le ZTL.

    Anzi visto che i residenti AMANO le città senza le auto, si faccia diventare tutta zona pedonale, cosi’ finalmente i residenti avranno una città senza auto.

    E si metta il divieto ai residenti di parcheggiare le auto per giorni e giorni senza mai muoverle.
    Lo smog e’ elevato perche’ la gente cerca parcheggi !!!
    Si vieti ai residenti di parcheggiare giorno e notte le auto in mezzo la strada, si affittino i posti nei garage sotterranei !!!

    Vergogna sindaco, e si vergognino coloro che hanno votato il sindaco Orlando.

    W M5S

    IL PROBLEMA NON E’ ORLANDO E I SUOI ACCOLITI BENSì DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIE CHE SI LIMITANO A RISPONDERE SOLO E SEMPLICEMENTE CON UN RICORSO AL TAR .PERCHE SISTEMATICAMENTE NON IMPUGNANO TUTTO QUELLO CHE FANNO QUESTI INUTILI DON RODRIGO A COMINCIARE DALLA NETTURBE ALLE TARGHE ALTERNE AI DIVIETI ASSURDI E QUANT’ALTRO ?? . SI FACCIA UN COMITATO ALLARGATO AI CITTADINI ,TASSIAMOCI DI 20 EURO CIASCUNO E SOMMERGIAMO DI RICORSI QUESTE CIME INTELLETTUALI POLITICHE CHE DISTRUGGONO SISTEMATICAMENTE QUESTA CITTA’ sOPRATUTTO TOVOLGIAMOCE ALLA CORTE DEI CONTI PER IL DANNO ERARIALE A CARICO DI CIASCUNO DI LORO

    Eh si..e se ne fregano di tutto e di tutti anzi…cercano di infossare i cittadini con nuove tasse…praticamente la combriccola se la ride alle nostre spalle…

    Vi lamentate sempre, però quando la città soffoca sotto l’inquinamento ed il traffico infinito invocate interventi e controlli dei vigili. Mah

    ZTL non bastava aver trasformato l’intera citta in unico parcheggio privato per auto, peraltro aumentandone le tariffe orarie, per salvare l’ AMAT oggi, ieri Gesip aumentando la tassa dell’immondizia in maniera sproporzionata per poi ridurle di qualche euro per far credere di abbassarle adesso con la scusa dell’inquinamento visto che in questi anni non ha fatto nulla dico nulla per abbassarne i livelli come ad esempio limitare il traffico ad alcune ore del giorno e comunque agire fare visto che lo sa fare….. . E non è finita qui, domani forse amap o l’azienda del gas o qualche altra partecipata in difficoltà costui continuerà a mettere le mani in tasca ai cittadini purtroppo non ricercando altre possibilità, poichè è il metodo più semplice di saper fare il ………. lui lo sa fare il ……… .

    L’opportunità di sbarazzo l’avremo a maggio del 2017 Ponderate bene

    Qui concordo pienamente ma è un discorso che c’entra più con i cattivi stili di vita di molta gente, piuttosto che con una ZTL progettata solo per far cassa (tanto è vero che cerca di riproporla in tutte le salse, ma scontentando sempre un bel pò di categorie). Che la gente non cammini è vero ma putroppo, il discorso non vale solo per il centro storico perchè anche in periferia, sono frequentissime la doppia fila e le soste selvagge anche dove pochi metri dopo,si trova abbondanza di parcheggio! Per le attvità all’aperto ci vorrebbero più spazi e piste ciclabili progettate però, seriamente. Il cancro poi, pur facendo attività motoria ed alimentazione sana,se si è sfortunati,lo si può purtroppo beccare ugualmente perchè anche se uno non inquina direttamente, ci sono gli altri a farlo ed i modi, come detto,sono innumerevoli oltre allo smog delle auto!

    Professore Calò…è maleducazione correggere in una chat gli errori degli altri…non lo fare più perchè non ci fai una bella figura…

    Orlando ma quando te ne vai?

    Io credo che intorno a questa vicenda dei ztl ci sia molta disinformazione , nessuno sa se siano già entrati in vigore oppure no, perché il tar li aveva rigettati e comprano il pass per paura ?Quali sono le zone ztl , molte erano state escluse ,da che zona a che zona, per quanto tempo durerà questo provvedimento , quanto influirà sui commercianti, liberi professionisti, specialisti che lavorano in quelle zone, avranno un calo di clientela che non riesce ad entrare a palermo perché hanno dei mezzi vecchi e non hanno i soldi ? e coloro che ogni giorno lavorato in zona ztl saranno ben serviti dai mezzi pubblici ? o ci saranno al solito dei ritardi o dei problemi, quindi pagheremo il pass di 5 euro più il biglietto di metro o autobus , è in giusto.

    nel frattempo il centralino del comando di via dogali , non risponde, la voce automatica dice servizio non abilitato al servizio consultare il sito web che però non riporta chiaramente le date di inizio e di fine dei provvedimenti già vigenti delle targhe alterne né tantomeno quello degli ztl. come fare per avere delle informazioni dettagliate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.