Palermo, proclamato il 15 luglio lo sciopero del commercio - Live Sicilia

Palermo, proclamato il 15 luglio lo sciopero del commercio

I sindacati: protesta per dare la possibilità ai lavoratori di trascorrere la giornata festiva con i propri cari
FESTINO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Sciopero del commercio il prossimo 15 luglio a Palermo e provincia. A proclamarlo sono la Uiltucs Sicilia e la Fisascat Cisl Palermo-Trapani che proseguono così la battaglia per il riconoscimento del diritto al riposo durante i festivi. I lavoratori incroceranno le braccia per 8 ore e comunque per l’intero turno di lavoro “per la giornata del 15 luglio, festa della Patrona di Palermo, al fine di garantire a tutte le lavoratrici e lavoratori del settore il diritto al riposo festivo nel rispetto di un giusto significato e valore delle festività del nostro Paese”.

I sindacati ricordano che “le norme contrattuali vigenti in materia, prevedono la facoltà  per ogni lavoratrice e lavoratore del settore del commercio di decidere liberamente se prestare o meno la propria opera lavorativa nelle giornate festive” e aggiungono che “molteplici sentenze della Cassazione rafforzano il principio di libertà di adesione alla richiesta di prestazioni lavorative nelle giornate festive”. Nella nota a firma di Marianna Flauto e Stefano Spitalieri i sindacati si dicono “fermamente convinti che la liberalizzazione, introdotta nel 2012, non ha prodotto un incisivo aumento dei consumi, ma in realtà ha solo distribuito i fatturati su sette giorni anziché su sei, contribuendo in tal modo a peggiorare le condizioni lavorative degli addetti del settore ed incrementando unicamente instabilità e precarietà nel settore dell’occupazione”.

I segretari precisano che lo sciopero si rende necessario “per dare la possibilità a tutte le lavoratrici e lavoratori del settore di trascorrere liberamente la giornata festiva con i propri cari, e soprattutto a quei lavoratori ai quali alcune imprese hanno illegittimamente contrattualizzato il lavoro festivo. Nei confronti di queste imprese si avvieranno le azioni legali finalizzate a riconoscere l’illegittimità dei contratti individuali che hanno tali previsioni”. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.