Falcinelli risponde a Barreto |Pari col Lanciano, ma è festA | - Live Sicilia

Falcinelli risponde a Barreto |Pari col Lanciano, ma è festA |

Reduci dalla gioia per la serie A, raggiunta con cinque giornate d'anticipo, i rosanero di Beppe Iachini pareggiano per 1-1 in un 'Barbera' colorato a festa contro la Virtus Lanciano. Sblocca Barreto al 41', poi pari di Falcinelli a inizio ripresa.

serie b, 38^ giornata
di
9 Commenti Condividi

PALERMO– Pari e festa ugualmente per il Palermo che probabilmente con le gambe ancora appesantite dai tanti festeggiamenti per la promozione, oggi pomeriggio non è andato oltre l’1-1 contro il Lanciano. Poco importa, oggi il dato più importante arriva dagli spalti del Barbera, tornato esplosivo come una volta, con circa 30 mila spettatori sugli spalti a festeggiare la serie A ritrovata a distanza di un anno. Una partita dai due volti quella di oggi, con un primo tempo dominato e certificato grazie al gol di Barreto, e una ripresa un po’ meno con il pari del Lanciano. Il Palermo questa partita la voleva vincere, anche per avvicinarsi al record di punti in campionato, ma la formazione abruzzese ha fatto le cosiddette corazzate e ha poi colpito con il gol di Falcinelli ad inizio ripresa. Un Barbera così non lo si vedeva da tempo, da un anno circa, da quel Palermo-Udinese in serie A, con il ko interno che sancì la quasi retrocessione in B. Oggi i tifosi sono tornati, la pace è stata nuovamente sancita e si spera che il prossimo anno, questo stadio con questo pubblico, possa nuovamente essere una fortezza, come ai bei tempi.

La cronaca:Iachini si affida alla coppia Dybala-Hernandez, con Vazquez dietro. Grandissimo clima di festa al Barbera con 30 mila spettatori sugli spalti, uno spettacolo tutto a tinte rosanero. Uno striscione campeggia nella Nord Inferiore: “Ti giuro non conta la partita…mi basta star con te”. Al 5’ Palermo pericoloso, Dybala la mette in mezzo per Hernandez che di testa alza troppo. Dopo un minuto ancora l’uruguayano di testa su cross di Pisano, para in due tempi Sepe. Il pubblico rosanero canta e si diverte, nel frattempo al 12’ Barreto prova la conclusione dalla distanza, tiro debole. Lanciano che gioca di ripartenza e cerca di sfruttare momenti di distrazione della difesa rosa che anche oggi però appare solida. Al 34’ clamorosa occasione per il Palermo sui piedi di Hernandez che tira addosso due volte su Sepe, la palla misteriosamente non entra. Il Palermo gioca bene e va ancora vicinissimo al gol, Pisano crossa per Hernandez che di testa becca ancora la traversa, sfortunato l’uruguayano. Il gol è nell’aria e arriva al 41’, Hernandez fa sponda per Barreto che al volo piega le mani a Sepe, 1-0 e tripudio sugli spalti. Nel finale Gatto ha l’occasione per pareggiare ma Sorrentino lo ipnotizza al momento del tiro.

Ripresa, nessun cambio per Iachini. Parte subito alla grande il Lanciano che sfiora il pari con Falcinelli, ancora super Sorrentino intuisce. Ma ancora Falcinelli al 48’ questa volta fa centro, palla in mezzo e di testa la spedisce all’angolino, 1-1. I rosa cercano la reazione, ma il gol subito ha un po’ calato i ritmi della formazione di Iachini. Intanto entra Lafferty al posto di un ottimo Dybala. Al 72’ Pisano angola troppo, palla a lato. Nei minuti finali, Lafferty impegna Sepe, sul tap-in Hernandez spara in curva. Finisce 1-1, ma è festa.

IL TABELLINO

Marcatori: Barreto 41′, Falcinelli 48′.

PALERMO: 1 Sorrentino; 6 Munoz, 19 Terzi, 4 Andelkovic; 3 Pisano (84′ Stevanovic), 15 Bolzoni, 8 Barreto (cap.), 7 Lazaar; 20 Vazquez; 11 Hernandez, 9 Dybala (63′ Lafferty). A disposizione: 22 Ujkani, 5 Milanovic, 10 Di Gennaro, 27 Ngoyi, 28 Daprelà, 29 Vitiello, 30 Belotti. Allenatore: Giuseppe Iachini.

VIRTUS LANCIANO: 33 Sepe; 4 De Col, 30 Ferrario, 31 Ficagna, 24 Di Cecco (cap.) (82′ Minotti); 32 Casarini, 21 Nunzella, 15 Buchel; 23 Piccolo (64′ Ragatzu), 28 Gatto (71′ Turchi), 19 Falcinelli. A disposizione: 44 Branescu, 2 Aquilanti, 12 Amabile, 14 Bei, 17 Vastola, 26 Comi. Allenatore: Marco Baroni.

ARBITRO: Eugenio Abbattista (Molfetta).

NOTE Ammoniti: Ficagna (L) 10′, Di Cecco (L) 25′, Nunzella (L) 42′.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Sperando che i miei migliori ricordi dei Rosanero in A,con Troja,saranno sempre con le vostre nuove e migliori avventure scossando lo stadio da tutti i lati con applausi scroscianti per i vostri colori e le vostre vittorie. bye bye !!

    Festa doveva essere e festa è stata. Dopo l’ubriacatura per le strade della città dei giorni scorsi è arrivato il giusto tributo ai ragazzi dentro il nostro stadio ed è stato bello esserci. Per la verità noi ci siamo sempre stati, nel bene e nel male, fa piacere avere preso atto che questa volta c’erano anche quelli che si erano allontanati. Potenza dei risultati, fascino della serie A, infondo per molti nel calcio l’entusiasmo è direttamente proporzionale al rendimento, è storia vecchia. Mi auguro che adesso la tifoseria rosanero torni ad essere compatta attorno a questa squadra per quella che sarà la nuova avventura nella maggiore categoria, e questo mettendo da parte fissazioni e rancori poco hanno a che fare col calcio. Il risultato di oggi ovviamente non conta, la squadra e il suo allenatore hanno vinto con largo anticipo un campionato difficile che era pure iniziato male e meritano per questo il nostro affetto e la nostra riconoscenza.

    Bella occasione per la Rai Internazionale per far notare a tantissime migliaia di emigranti siciliani ,e palermitani specialmente questa festa in casa con trenta mila tifosi, la migliore ,in assoluto,squadra di serie B,promossa in anticipo,vero,NO !!!! Hanno messo Latina-Ternana,,, una gara senza interessi, consequenze,brividi o gioie,,,MMMAAAH e ” Kui i Kapisci ” ??? Che teste !!

    Oggi allo stadio ho visto una miriade di bambini con la maglietta rosanero, quindi opportunamente sottratti ad uno squallido futuro da strisciati.
    Unica nota stonata la divisione della Curva Nord. Mentre la superiore cantava “chi non salta è catanese”, la curva inferiore attaccava dispettosamente “ooo dai Palermo” e viceversa.
    Ne viene fuori una confusa cacofonia che finisce per rendere inutili gli sforzi di tutti gli ultras.
    Che fare per una pacificazione? Io credo che la Società deve porsi il problema.
    Forza Palermo pure in serie Z.

    Concordo @prince, e speriamo che le voci dell’ingresso di nuovi investitori sia vero, spero che zamparini compia l’ultimo miracolo, quello di mettere la società in mani buone in maniera da avere un futuro tranquillo.

    POSSO dire UNA cosa che mi FA ROSICARE?
    io quest’anno MI sono PIGLIATO vento e PIOGGIA e freddo.
    Arrivano i CRASTUNI e si pigliano il SOLE.
    Evvabbé, è andata COSì.

    Jimmyricano il problema è che sarebbe stato “troppo” e parlo con triste sarcasmo, mostrare una Palermo festosa e trionfante!

    Si vede che il tempo ce l’aveva con Zamparini

    a palermo il centro cordinamento non e mai esistito . il tifo e’ selvaggio , come e sempre stato . ci vuole una vera organizzazione sportiva, non ultra’ ultra ‘ collabora se esiste il cordinamento .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.