Parla il pentito Di Gati:|"Dovevamo appoggiare Lombardo" - Live Sicilia

Parla il pentito Di Gati:|”Dovevamo appoggiare Lombardo”

L'avviso di conclusione delle indagini sul presidente Lombardo e sugli altri indagati dell'inchiesta Iblis contiene alcuni documenti inediti non ancora alla ribalta della cronaca. Livesicilia è in grado di svelare alcuni contenuti esclusivi. In questo caso si tratta dell'interrogatorio del pentito Maurizio Di Gati.
Esclusiva. Le carte dell'inchiesta
di
19 Commenti Condividi

“Dovevamo appoggiare il Movimento per l’Autonomia di Lombardo, in questo partito era transitato il figlio di Lo Giudice Calogero. L’unico che poteva dare queste indicazioni era Bernardo Provenzano”. Parole del pentito Maurizio Di Gati (nella foto) interrogato dai Pm dell’operazione Iblis a Monza il 18 febbraio 2011. Di Gati esordisce ripercorrendo la sua affiliazione a Cosa Nostra sino a quando, dopo diversi omicidi, “nel 1997 divenni uomo d’onore con il rito della “classica” pungiuta”. Dal 2006 collabora con la Giustizia, in poche paginette ha delineato i rapporti mafia-politica dal 1990 ad oggi.

Inizia col racconto, già agli atti del processo Garibaldi, sui rapporti tra l’organizzazione e alcuni imprenditori: “Io e Vincenzo Licata avemmo diversi incontri con Mirenna, Intelisano Giuseppe e Vincenzo Randazzo (imprenditore ndr) per risolvere la questione e Vincenzo Randazzo fu colui che tenne i rapporti diretti con Castiglione e il suocero”. Chiusi gli anni ’90 Di Gati parla del 2001 quando da rappresentante provinciale di Cosa Nostra per Agrigento si interessò alle elezioni politiche nazionali e regionali. “In sostanza -afferma Di Gati- Cosa Nostra palermitana diede le direttive di fare convergere i voti su Cimino e Cuffaro e sul partito di Forza Italia, oltre che su Lo Giudice Vincenzo, politico di Canicattì. Io feci transitare l’ordine attraverso i capi mandamento e costoro attraverso i responsabili dei singoli paesi…in alcune realtà più povere si era soliti pagare gli elettori con delle somme di denaro che corrispondevano circa a 100 euro ad elettore”.

Poi Di Gati racconta una nuova fase dei rapporti tra mafia e politica, quella relativa ad “un anno e mezzo dopo l’arresto di Lo Giudice Vincenzo” avvenuto nel marzo 2004: siamo tra la fine del 2005 e l’inizio del 2006. Spiega Di Gati: “Angelo di Bella -all’epoca uomo d’onore e responsabile del mandamento e della famiglia di Canicatti- mi disse che da allora in poi dovevamo appoggiare il Movimento per l’Autonomia di Lombardo e che in questo partito era transitato il figlio di Lo Giudice Calogero. Lo stesso Di Bella mi spiegò che le indicazioni provenivano da Falsone il quale, a sua volta, sicuramente le aveva ricevute da Cosa nostra palermitana. Io venni a conoscenza che nello stesso modo si dovevano comportare anche le province di Palermo e Trapani. L’unico a Palermo che poteva dare indicazioni in tal senso era Bernardo Provenzano”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    Anche Di Gati ? Povero Lombardo !!!

    Ma Lombardo pensava che Di Gati fosse un rappresentante di commercio(uso
    cancelleria)
    Vedete sempre il marcio

    Governatore, ma pensa davvero che i siciliani siano degli imbecilli?
    Suvvia, la smetta. Compia un gesto d’onore e si dimetta. Quantomeno ci guadagnerà in dignità.

    Premesso che: Lombardo deve fare solo una cosa dimettersi, e subito!
    …non vorrei però, che le stesse persone con le quali fino a pochi giorni fa mi sono scontrato… per il fatto che Di Gati aveva osato parlare di Cuffaro… adesso facciano la ola alle parole di Di Gati… un pò di coerenza non fa mai male!

    ancora tempo dobbiamo perdere……..dimettiti e metti su una azienda agricola insieme a totò…….!!!!

    lombardo cimino e cuffaro, MPA FORZA DEL SUD e PID….un pentito accusa tre politici di 3 partiti diversi ( anche se lombardo e cuffaro allora stavano assieme) e voi giudicate corrotto o mafioso o quello che volete solo LOMBARDO??? questo è accanimento nei confronti di chi sta lavorando bene… LOMBARDO NE USCIRA’ PIU’ FORTE DI PRIMA….rosicate voi del PDL-PID

    Guardate che per i giudici di Catania Digati non è credibile.

    @antonio Di Gati non è credibile dal processo Garibaldi quando parlava di imprenditori in contatto con Castiglione e Firrarello o adesso che parla dell’Mpa?
    quindi secondo te lo hanno interrogato per passatempo nel febbraio 2011?

    @antonio parli come fossi l’avvocato di Raffaele
    Non ci vuole tanto per capire che Di Gati dice cose gravissime
    Mi colpisce come sempre il silenzio di tutta la stampa regionale su questa vicenda
    È possibile che le notizie su mafia e politica le leggo solo qui?

    quanto prima si portano pure a lombardo al fresco! la cosa che più mi dispiace è che si ripete sempre la stessa cosa, mafia e politica.

    In effetti, ora che ci penso, nel 2005 al processo Garibaldi Lombardo testimoniò che Firrarello con c’entrava niente con la mafia. Non è che è come i testimoni delle assicurazioni?

    Non la sapevo questa!!!

    Incredibile!!!!!!
    C’è ne sempre una nuova su Lombardo!!!!!!!
    Questa cosa qui non la sapevamo……..

    Ma il Di Gati che si dice essere stato invitato a votare Lombardo è lo stesso che si presume, anche se poi è stato smentito, che aveva voluto incontrare Cuffaro per coltivare i sui interessi mafiosi circa il termovalorizzatore di Termini Imerese, affare smontato o bloccato, comunque fermato dallo stesso governo Lombardo?
    Ma allora, se dovesse essere lo stesso, o questo diceva sciocchezze prima o le sta dicendo adesso, se non in entrambi i casi.

    Di Gati si riferisce al 2006 e dice che l’ordine della cupola era di votare l’Mpa di Raffaele Lombardo, poi il presidente può anche avere bloccato l’inceneritore tre anni dopo che i mafiosi erano stati arrestati.

    ah questi pentiti!
    Povero don raffaè, ne spunta sempre uno nuovo ogni giorno. se solo li potesse vedere, guardare, sentire, ecc…. anche una volta sola, mentre dicono queste cattiverie.
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.