Paure e fantasmi da Lega Pro |Catania: ritiro per salvare la B - Live Sicilia

Paure e fantasmi da Lega Pro |Catania: ritiro per salvare la B

Un'altra settimana di passione in casa etnea, dopo la debacle di Brescia. Sabato contro il Cittadella ci si gioca la permanenza tra i cadetti: la società serra le fila per permettere agli uomini di Marcolin di trovare la necessaria concentrazione. Non si può più sbagliare.

10 Commenti Condividi

CATANIA – Se c’è un filo conduttore nella schizofrenica stagione di un Catania che ha deluso aspettative e speranze di immediato ritorno in massima serie, questa è l’incertezza. Dopo un aprile ad alti livelli e l’accensione di un’illusoria fiammella per tentare un rientro in extremis in zona play off, con la possibilità di giocarsi l’accesso al torneo di A dalla porta di servizio, maggio ha riportato in casa etnea antichi e sinistri spettri di una retrocessione da evitare a qualsiasi costo.

La salvezza sembrava a un passo, eppure è bastato non vincere in casa contro il Livorno e perdere in malo modo, come riconosciuto dallo stesso Marcolin, sul campo di un Brescia tornato in pista proprio in virtù del successo sui rossoazzurri, per rimettere tutto in discussione. I tre punti di vantaggio sulla quintultima piazza, che costringerebbe Calaiò e compagni a giocarsi tutto alla lotteria del playout, non permettono di dormire sonni tranquilli, specie se si considera che la sfida casalinga contro il Cittadella, in programma sabato, a questo punto rappresenta un vero e proprio scontro diretto.

Per questo motivo, i vertici societari hanno deciso di mandare in ritiro la squadra sino all’impegno contro i patavini. Non una scelta punitiva, ma al contrario la volontà di supportare il gruppo nella ricerca della necessaria concentrazione per un match che mette in palio ben più di tre punti. Già una stentata salvezza rappresenterebbe un magro bottino, tenendo conto delle ambizioni palesate la scorsa estate e del sontuoso mercato portato avanti nelle ultime due sessioni di trattative, una clamorosa discesa tra fiamme e inferi della Lega Pro sarebbe uno smacco difficilmente accettabile dalla piazza.

Non è il caso, tuttavia, di lasciarsi impressionare da scenari ancora evitabili, a patto di non concedersi ulteriori passi falsi. La rosa del Catania ha le qualità per chiudere al meglio un torneo travagliato, prima di staccare la spina e proiettarsi verso un futuro dai contorni ancora oggi poco chiari. Occorrono un paio di punti per mettere a tacere sussurri e fantasmi, una vittoria permetterebbe di scaricare la tensione e di assistere all’ultima giornata da semplici spettatori. Un lusso, di questi tempi, che sarebbe il caso di concedersi.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Da quando il Catania giocava la prima in serie A senza la sua capitale, un po’ di tempo fa ormai, non ho smesso più di ridere. Catanese, sei il clown del calcio italiano. Ancora non vi siete salvati, nonostante le non so quante pseudovittorie di fila, e siete ancora lì piccolini e tremanti, spaventati dalla lega pro. Sembrate tanti bimbi che hanno paura del buio. Ogni tanto mi fate perfino pena. Vedere quei vostri visini, con le labbra tremolanti che fano “a cucchiara”. I vostri occhietti piccoli piccoli, rossi rossi, con le immagini davanti a voi traballanti per le lacrimucce che cominciano a sgorgare. Piccoli! Pucci pucci! Gna gna gna! Babbauuuu settiti!

    Lega Pro ad un passo non deludeteci, pronti a festeggiare per il secondo anno di fila…!!!

    Ninuzzu, accumincia niescere a pila, che i tuoi eroi pretendono il premio salvezza. Forza con la sciarpa magica di Sinisa! Forza magico Cittadella.

    Ma come, due settimane fa parlavate di Play off dicendo:- fozza cadania io ci chedo! E ora vi spaventate della retrocessione? Certamente dopo la figuraccia di domenica la retrocessione un pò la meritate…

    Dai Dumbos, l’ultimo sforzo, KO col Cittadella, fateci sognare la vendetta perfetta. Dalle B di cartone sono passati solo due anni. Questa doppia retrocessione ve la state meritando tutta. Senza quella buffonata collettiva oggi sareste in acque più tranquille. Peggio per voi.
    E ricordatevi sempre che Palermo regna, catania polvere del NULLA.

    In ritiro???

    ARRITIRATIVI TUTTI

    Perdere a Brescia ? Mah…ci può stare. In fin dei conti era uno scontro diretto. Ma prenderne 4 da una squadra derelitta e con 2 piedi in Lega Pro, significa meritare la sofferenza fino alla fine…e occhio che all’ultima c’è Mbakogu che vi aspetta…

    Mannaggia io lo sapevo tutto andava alla perfezione, i contatti giusti, le 5 partite in un modo o nell’altro vinte e ci allontaniamo dalla zona calda, poi si intromettono come al solito arazio NELLO turidumbo a stuzzicare i Palermitani, e siamo di nuovo nella…………

    Ormai questa litania è patetica.

    Va curcati…chi semina vento raccoglie tempesta….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *