Pogliese: "Sono fiducioso |Fatti diversi dalla teoria dei pm" - Live Sicilia

Pogliese: “Sono fiducioso |Fatti diversi dalla teoria dei pm”

Dopo le richieste di condanna da parte della Procura

"Spese pazze"
di
3 Commenti Condividi

CATANIA – “Non stupisce più di tanto che la pubblica accusa abbia confermato un orientamento che peraltro persegue da quasi dieci anni. Sono fiducioso che si affermerà la mia correttezza rispetto ai fatti, che sono ben diversi da quelli teorizzati dalla Procura, che per dovere d’ufficio è chiamata a svolgere proprio questa funzione di sostenere la tesi accusatoria”. Così il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, sulla richiesta di condanna a 4 anni e tre mesi per peculato avanzata dalla Procura al Tribunale di Palermo a conclusione dell’arringa del processo per ‘spese pazze’ all’Ars. “Spiace, semmai, constatare – aggiunge Pogliese – che nonostante le evidenze dibattimentali lo abbiano dimostrato con chiarezza, si sia deciso di non tenere conto che i rimborsi sono stati da me anticipati, per pagare contributi previdenziali e stipendi ai dipendenti del gruppo parlamentare dell’Ars, e quelli spesi per fatti personali, in realtà, ne sono solo un parziale recupero dell’onerosa anticipazione effettuata. Caso assolutamente unico nella storia parlamentare; una circostanza – conclude – di cui non si può non tenere conto in un giudizio della magistratura giudicante che sono certo sarà sereno, trasparente e ancorato alla realtà oggettiva”.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Sig sindaco ma proprio Lei. Non ha Santi in Paradiso, li cerchi e vedrà che tutto passerà. Ma dopo tutti questi anni, se non si prescrive a breve sarà prescritto. Bastano bravi avvocati difensori.

    Lo sappiamo che tu sei fiducioso…. Noi non lo siamo!

    Si può occupare del Teatro Bellini di Catania? Senza cda e senza sovrintendente! E per favore non nominare persone che hanno già ricoperto ruoli in altri teatri e hanno lasciato debiti o persone del partito senza competenze. Provate per una volta di fare una scelta rivoluzionaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *