Pugni alla testa e in faccia, 4 agenti aggrediti - Live Sicilia

Pugni alla testa e in faccia: Noto, quattro agenti aggrediti dai detenuti

I sindacati: "La politica è assente"
NEL SIRACUSANO
di
0 Commenti Condividi

Tre agenti e un ispettore della polizia penitenziaria sono stati feriti ieri, con colpi alla testa e al volto, da detenuti nel carcere di Noto, nel Siracusano. I quattro sono stati medicati nell’ospedale di Avola.

“Non si conoscono ancora le cause di tanta violenza – commenta Domenico Nicotra, presidente della Confederazione dei sindacati penitenziari – ma sappiamo con certezza che non saranno gli ultimi. La polizia penitenziaria non può essere considerata come carne da macello a seguito delle politiche scellerate poste in essere all’interno delle carceri.

Ogni giorno continuiamo a segnalare le aggressioni nelle carceri nel silenzio più assoluto da parte delle autorità preposte alla tutela del Corpo a partire dalla ministra Cartabia. Attraverso il servizio che abbiamo attivato come sindacato per le “vittime del dovere”- conclude Nicotra – porteremo tutti questi casi al Consiglio Europeo affinché si rendano conto di quanto è grave il loro comportamento”. Uilpa Sicilia ricorda che “ieri c’è stata una riunione con i sindacati al provveditorato regionale amministrazione penitenziaria della Sicilia per fare un’analisi sulla situazione delle aggressione contro la polizia penitenziaria da parte dei detenuti”.

“Cifre spaventose”

“Le cifre – aggiunge la segretaria regionale del sindacato – sono spaventose: 2021 sono stati 113 le aggressioni con relativi ferimenti del personale di Polizia penitenziaria, e solo nel primo semestre del 2022 le aggressioni e ferimenti sono addirittura 73. Questi dati dovrebbero costringere a fare un passo indietro a quella certa politica del buonismo che ha indotto i detenuti ad aggredire con senso di strafottenza e prepotenza i lavoratori della Polizia penitenziaria, perché – chiosa Uilpa Sicilia – protetti da una scuola di pensiero politica che ha fatto diventare cattivi i poliziotti e buoni i delinquenti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.