Randazzo, un milione di euro |per ricostruzione post bellica - Live Sicilia

Randazzo, un milione di euro |per ricostruzione post bellica

"Adesso valuteremo con i legali - annuncia il sindaco Mangione - i passi necessari, come fronteggiare questa 'bomba' sulla nostra città: non ci ha distrutti la guerra e non vorremmo che a farlo fosse lo Stato..."

Cartella esattoriale
di
4 Commenti Condividi

RANDAZZO (CATANIA)  – Per la ricostruzione di parte della città di Randazzo demolita dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale lo Stato presenta un conto da quasi 1milione al Comune: una cartella esattoriale da 964.336,23 euro notificata al sindaco Michele Mangione. La vicenda è ricostruita dal quotidiano La Sicilia: nel 1945 il Randazzo fu inserito nell’elenco dei Comuni maggiormente danneggiati dalla guerra e per questo ottenne un prestito per la ricostruzione con il territorio diviso in nove lotti: per tre di loro i soldi non sono stati pagati e lo Stato, adesso, ne chiede la restituzione con gli interessi maturati. Anche perché nel 1950 la richiesta di Randazzo di sospendere i rimborsi come Cassino fu respinta sia dallo Stato sia dalla Regione Siciliana.

“Pagare vorrebbe dire decretare il fallimento del Comune – conferma all’ANSA il sindaco Mangione – ed è paradossale pensare che è lo Stato che ci affossa. Abbiamo subito i danni della guerra e adesso la beffa della cartella esattoriale. E pensare che negli anni scorsi Randazzo ha ottenuto la Medaglia d’argento al valore per i danni subiti dai bombardamenti….”. “Adesso valuteremo con i legali – annuncia il sindaco Mangione – i passi necessari, come fronteggiare questa ‘bomba’ sulla nostra città: non ci ha distrutti la guerra e non vorremmo che a farlo fosse lo Stato…”. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Un esempio di follia erariale di uno Stato, ormai privo di soggetti pensanti e retto da una burocrazia tanto ridicola quanto corrotta ed insensata!!!!!!!!!!

    In quei bombardamenti da parte dei ‘liberatori’ mia nonna perse la nonna, il papà e una sorella..casa distrutta a parte..ma mi risulta che per sistemare la casa il resto della famiglia è dovuta emigrare 6 anni in Argentina..altro che aiuti…

    Il sindaco non sa nemmeno che il debito è stato cancellato quando è stata assegnata la medaglia al valore alla Città di Randazzo.

    io consiglierei agli avvocati del comune di randazzo di richiedere degli indennizzi miliardari…per una guerra che lo stato ci ha costretto a subire,che nessuno avrebbe vouto fare, per le famiglie distrutte e per gli orrori patiti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *