"Regione, viaggi dal 3 giugno | Non ci sono ragioni contrarie" - Live Sicilia

“Regione, viaggi dal 3 giugno | Non ci sono ragioni contrarie”

Le parole del ministro lasciano pochi dubbi.

Coronavirus
di
2 Commenti Condividi

“Il decreto legge vigente prevede dal 3 giugno la ripresa degli spostamenti infraregionali. Al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti. Monitoreremo ancora nelle prossime ore l’andamento della curva”. Lo dichiara il ministro Roberto Speranza, interpellato dall’ANSA al termine della riunione di Conte con i capi delegazione. Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia sentirà i presidenti delle Regioni nelle prossime ore, per continuare a confrontarsi sulla apertura agli spostamenti infraregionali dal 3 giugno. E’ quanto si apprende al termine del vertice di governo, nel quale si è valutato che dai dati non emerge l’esigenza di mantenere il blocco. Il confronto, viene spiegato, andrà avanti nei prossimi giorni come già accaduto per tutta la settimana. Non è invece al momento prevista una riunione della conferenza Stato-Regioni


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    3/4 dei contagi italiani si verificano nella sola Lombardia. A parte Lombardia, Piemonte e Liguria in Italia il tasso di contagio è dello 0,5%. Direi che sussistono ottime ragioni per riaprire il Paese tranne Lombardia, Piemonte e Liguria. Invece, così facendo, dopo aver subito un lock down eccessivo per colpa della Lombardia ora rischiamo di subire nuovi contagi per colpa della Lombardia cui il governo dimostra di non sapersi imporre. A cominciare dalla mancata chiusura di Alzano.

    E se lo dice uno che si chiama Speranza e fa pure il Ministro,c’è da crederci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.