Salvi presenta il modello Catania| "Serve la cooperazione di tutti " - Live Sicilia

Salvi presenta il modello Catania| “Serve la cooperazione di tutti “

"ll nostro Paese - ha detto il procuratore Capo di Catania - ha il compito di salvare vite umane".

Immigrazione
di
1 Commenti Condividi

CATANIA. La Procura si conferma punto di riferimento nella lotta alle organizzazioni criminali che si occupano del traffico di migranti. Al centro dell’assemblea parlamentare della NATO c’è stato anche il modello “Salvi” che ha consentito, soltanto negli ultimi mesi, l’arresto di 160 persone con l’accusa di organizzare e sfruttare i traffici di migranti a livello internazionale. Non si tratta di semplici scafisti ma di veri e propri boss di organizzazioni transnazionali che gestiscono i traffici mettendo in serio pericolo la vita dei migranti.

“ll nostro Paese – ha detto il procuratore Capo di Catania Giovanni Salvi – ha il compito di salvare vite umane. Mare Nostrum si è spinto sino ai confini delle acque territoriali libiche per soccorrere persone che altrimenti sarebbero state in pericolo. Questo ha comportato anche alcune modifiche nel sistema penale ed è importante che si assicurino alla giustizia coloro che sfruttano questa emergenza”.

Il procuratore capo di Catania ha aggiunto che l’Italia ha un “obbligo morale e giuridico di intervenire”. Il magistrato ha puntato l’attenzione sulle tragedie di Lampedusa del 2013 e sull’affondamento della nave Pegasus.

Salvi ha concluso il suo intervento chiedendo a tutti gli esponenti della NATO l’impegno di cooperare per affrontare questa emergenza.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Pregasi guardare cosa succede la notte sotto i portici di Piazza della Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *