Savarino: "Ripartono i lavori | sulla Palermo-Agrigento" - Live Sicilia

Savarino: “Ripartono i lavori | sulla Palermo-Agrigento”

Giovedì si sblocca anche la Agrigento-Caltanissetta.

Caso Cmc
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – “Torniamo a convocare in IV Commissione Anas, Cmc ed il Comitato delle imprese creditrici ma stavolta posso comunicare che, anche grazie al nostro impegno, a quello del governo Musumeci ed al lavoro di monitoraggio e controllo, giovedì 28 febbraio riprenderanno i lavori sia sulla Palermo/Agrigento che sulla Agrigento/Caltanissetta”. Così in una nota la presidente della commissione Territorio e Ambiente dell’Ars Giusi Savarino, di Diventerà Bellissima.

“Le società affidatarie, infatti, proseguiranno i lavori già iniziati, impegnandosi ad ultimare nel giro di tre mesi sulla Caltanissetta/Agrigento i tratti in c.da Favarella e fino alla città nissena e sulla Palermo/Agrigento eliminare i semafori di Bolognetta, Vicari, e la deviazione a Villafrati, così da accelerare e snellire sensibilmente il traffico – prosegue la nota -. I pagamenti alle società affidatarie saranno effettuati e garantiti direttamente da Anas che sbloccherà i fondi già accantonati.”

“In finanziaria – prosegue Savarino – insieme al mio gruppo, #diventeràbellissima, è stato approvato un ordine del giorno volto ad impegnare Anas a garantire il pagamento del credito in favore delle aziende sub-appaltanti e dei fornitori, il presidente Musumeci ha scritto di suo pugno al Ministro, questo impegno risoluto su più fronti ha portato a raggiungere il risultato odierno. Ma non finisce qui: continuerò a vigilare sullo stato di avanzamento dei lavori, già a partire da Giovedì quando mi recherò personalmente sul cantiere per verificarne la riapertura. Non bisogna assolutamente abbassare il livello di guardia perché il pericolo non è ancora del tutto scongiurato, per cui riconvocherò tutti in Commissione fra tre mesi, oggi però possiamo certamente essere positivi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Finalmente una buona notizia

    Me la voglio vedere tutta….

    Non so se iniziare a ridere a crepapelle oggi o giovedi quando la signora si recherà con gli stivaloni in cantiere per “verificare personalmente” la ripresa dei lavori….

    DunqUE le imprese siciliane che non sono state pagate da CMC saranno pagate da Anas?! Questa è proprio una buona cosa, troppo buona per potere accadere in Sicilia. Troppi debiti per essere surrogati da chi ha già pagato CMC e cioè Anas. Boh! Ciò non toglie il plauso alla presidente Savarino ed al sano esercizio delle funzioni di vigilianza parlamentare sulla vicenda.

    Se non si ammodernano le nostre strade la Sicilia non può fare il salto di qualità che merita. Cara On. Savarino ogni tanto un pensierino al completamento dell’anello mancante che dovrebbe collegare Gela a Castelvetrano attraversando la Provinca di Agrigento. Visto che rimaniamo l’ultima provincia d’Italia.

    Cioè, praticamente, ANAS (che poi sono sempre soldi nostri, le nostre tasse) pagherebbe DUE volte?? ha già pagato la CMC che se ne è scappata e ora paga per la stessa cosa le ditte?? Ma non è che qualcuno si è appattato? Ma un magistrato bravo no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *